Portatrote by TC

Portatrote by TC

Accessorio indispensabile per chiunque pratichi la pesca alla trota lago a livello agonistico ma indubbiamente utile anche per il pescatore amatoriale è il: “Cestello portatrote”. Esso, non soltanto, ha il compito di contenere e trasportare le trote ma si rivela, allo stesso tempo, estremamente utile per contenere sia le esche che tutta la minuteria necessaria per la realizzazione delle lenze. Oggi in circolazione ve ne sono moltissimi modelli differenti tra loro, più o meno voluminosi, più o meno capienti, più o meno dotati di “accessori” ed ovviamente più o meno costosi. Non soltanto alcuni tra i più famigerati marchi di attrezzature da pesca commercializzano, vari modelli di cestelli portatrote ma anche diversi produttori, piccoli artigiani, ed "hobbisti" realizzano, anche con il fai da te, i loro prodotto, come ad esempio quello che mi trovo ad analizzare nel dettaglio che due appassionati di trota lago come me: Michele e Terence, hanno realizzato ed hanno pensato di omaggiarmi. Si tratta di un cesto porta pesci, realizzato interamente in alluminio, super accessoriato e dotato di ruote che gli consentono di essere trasportato comodamente, senza troppi sforzi, per lunghi tragitti, anche se “carico” di pesce. Nonostante le dimensioni, piuttosto importanti, grazie alla struttura interamente in alluminio, questo cesto porta trote appare leggero e ben bilanciato anche se, essendo dotato di ruote, il fattore peso assume, a mio avviso, un’importanza pressoché irrilevante. Le varie parti strutturali non sono saldate ma assemblate, tra loro, con l’ausilio di rivetti i quali garantiscono comunque una buona solidità strutturale; tant’è che, durante i miei test, non hanno presentato segni di cedimento. La sacca interna è realizzata in un “morbido” pvc trasparente dotato di retinatura interna di rinforzo, a garanzia di robustezza e durata nel tempo. Essa è fissata alla struttura mediante parecchi “strappini” in velcro e contiene al suo interno un’altra sacca identica, più piccola, ma molto capiente, destinata a contenere un gran numero di trote. Il cestello, omaggiatomi dai due amici pescatori, è dotato inoltre di 2 sacche laterali di cui una, rettangolare, di medie dimensioni, caratterizzata da uno scomparto unico apribile con cerniera e da altre 2 piccole tasche, porta minuteria, esterne e richiudibili invece mediante velcro. Dalla parte opposta, sul lato in cui sono presenti le ruote, vi è invece fissata una, più piccola, sacca porta bombarde dotata inoltre di diversi scomparti utili a contenere bustine di ami, girelle o piccola minuteria varia; anch’essa apribile mediante una cerniera. Le 2 scatole porta esche risultano funzionali e fissate su di un supporto che ne consente la regolazione in altezza, a seconda delle proprie abitudini ed esigenze. Si tratta di due scatole “economiche” che non garantiscono un’elevata coibentazione termica e che si caratterizzano per una chiusura, a mio avviso, un po’ precaria ma che, a richiesta, possono essere “rimpiazzate” con scatole di qualità superiore. Se vogliamo essere puntigliosi, una nota “negativa” legata al particolare del supporto porta esche, è rappresentata dalla verniciatura dello stesso nonché dalla protezione laterale in gomma che, a causa della regolazione, si deteriorano molto facilmente. Il kit ruote, anch’esso basato su struttura in alluminio, è fissato alla struttura del cesto mediante viti a galletto e, nella parte superiore, attraverso ganci rapidi ad incastro, i quali consentono un veloce fissaggio, durante la fase di montaggio, ma che a mio avviso presenta una tenuta migliorabile nonostante durante l’utilizzo in pesca non ha mostrato particolari “debolezze”. Le ruote stesse appaiono di dimensioni adeguate alla struttura: non troppo ingombranti e nemmeno troppo misere. Particolare positivo: si tratta di ruote gonfiate ad aria e non piene; tutto ciò a vantaggio di riduzione delle vibrazioni, leggerezza e comfort durante il trasporto. Il cesto appare ben stabile sia durante gli spostamenti che a “riposo” nonostante un aspetto migliorabile riguarda, a mio avviso, i 2 “piedi” che sostengono la struttura. Essi appaiono poco “curati” dal punto di vista estetico ed evidenziano qualche problema di stabilità in presenza di sponde sconnesse. Credo, di aver concluso l’analisi dei dettagli e sperando di non aver scordato alcun particolare mi sembra doveroso concludere l'articolo con un grande GRAZIE a Terence e Michele che da grandi appassionati di pesca hanno dimostrato tantissima passione anche nella realizzazione di questo oggetto unico, funzionale e ben assemblato e che sono orgoglioso di custodire.

by Bonez

 

 

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite.Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Quando la tecnica di pesca della trota vi entra nel sangue, quando oltre a passare del tempo divertendovi a pescare le trote volete confrontarvi con altri è l’ora di avvicinarsi all’agonismo della trota lago come noi Macinator e non solo abbiamo fatto. Di seguito cerchiamo di esporvi nel migliore dei modi come avviene una gara di pesca alla trota in lago: Le trote, come bene sappiamo, sono solite spostarsi in branco ed a distribuirsi quindi nel lago in modo non omogeneo, ma dando luogo a zone più o meno popolate; proprio per questo, le gare

{tab A}{slider Alconite}Il termine "alconite" identifica un tipo di materiale all'avanguardia utilizzato per la realizzazione di alcuni passanti (anelli) tra i migliori attualeente in commercio. I passanti in alconite sono tra gli  ultimi nati in casa Fuji e si caratterizzano per una maggiore resistenza alle forze di compressione ed una miglior distribuzione del calore dovuto all'attrito. Rispetto al materiale concorrente al "OP": SIC un anello in alconite pesa all'incirca il 10% meno.{slider Annoccatore}Con il termine "annoccatore" ci si riferisce all'attrezzo utilizzato per ammazzare le trote, immediatamente dopo la loro cattura, riducendone al minimo l'agonia e

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Ancora una volta: Daiwa, una delle aziende leader nel commercio di attrezzatura ed accessori per la pesca in generale o meglio, più nello specifico: "Daiwa Italy", grazie all'esperienza ed alla collaborazione del grande "Maestro" Fausto Buccella ha dato vita ad una nuovissima serie di canne per la trota lago destinata ad un'ampia clientela di agonisti ma non solo. Questa nuova serie di ben 19 canne che prende il nome di: "Theory Super Slim" o più brevemente: "Theory"è stata infatti studiata e commercializzata per colmare il divario qualitativo ed economico presente tra due importanti serie

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: bonez@macinator.it oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: