carico di rottura

22/05/2014 14:40#1da faustoasso
carico di rottura - discussione creata da: faustoasso
Ciao a tutti .
Volevo chiedere se qualcuno sà come viene misurato il carico di rottura dichiarato sui fili mono o carbon.Questo perchè io per curiosità ho preso 30\40 cm di filo e facendo un paio di asole provo a sollevare un peso(bottiglia con acqua sul kilo e mezzo )e nessun filo sopporta questo peso.Intendo Fluorocarbon che dichiarano 2.3Kg(asso 0.17mm) 2,95Kg(xfluor 0,14mm)e nemmeno il T.D Brave (0,155mm).Sò che ci sono varie tipologie di carico di rottura , ma come viene misurata sui fili da pesca?
Naturalmente non è un grosso problema( ho più problemi a trovare le trote :pianto) è solo per curiosità.
Grazie anticipate a chi mi illuminerà:bye

Fausto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 15:10#2da Teobet87
Ma dove ti si rompono? Sul nodo o sul filo dritto?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 15:25#3da paolino76
Per fare un test abbastanza attendibile per sapere il reale carico di rottura di un filo da pesca devi:
- srotolare 2 o più metri di filo dalla bobina;
- fare una'asola ai 2 capi del filo;
- collegare l’asola ad un punto fisso;
- collegare l'altra asola a un dinamometro;
- tirare il dinamometro fino alla rottura del filo......

A questo punto leggi il peso registrato sul monitor del dinamometro.....

PS: Se vuoi approfondire leggi qui:

www.efttalinecharter.com/it

:bye:bye:bye

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 15:52#4da xxxgrimox
solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:04#5da faustoasso
Si si.... non stò a scervellarmi era solo cosi per capire.

@Teobet87-non al nodo sul filo diritto

@paolino76-non dispongo di dinamometro ma immagino che 1,5kg siano sempre 1,5 a bilancia come su dinamometro.Appena ho tempo approfondisco al link che gentilmente mi dai.

@xxxgrimox-mi sa che è come dici tu.Non è molto confortante però e mi sembra anche un po strano che certi marchi non dichiarino il reale.


xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


Fausto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:13#6da xxxgrimox

faustoasso ha scritto: Si si.... non stò a scervellarmi era solo cosi per capire.

@Teobet87-non al nodo sul filo diritto

@paolino76-non dispongo di dinamometro ma immagino che 1,5kg siano sempre 1,5 a bilancia come su dinamometro.Appena ho tempo approfondisco al link che gentilmente mi dai.

@xxxgrimox-mi sa che è come dici tu.Non è molto confortante però e mi sembra anche un po strano che certi marchi non dichiarino il reale.


xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


certamente rode, :pianto:piantopoi dopo ci sono ditte più serie rispetto ad altre,
una volta che mi dissero o avevo letto è che le ditte fanno la prova su un campione di 1 metro, forse 30 cm erano pochi, prova 1 metro forse il carico è più veritiero
:bye:bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:23#7da paolino76

xxxgrimox ha scritto:

faustoasso ha scritto: Si si.... non stò a scervellarmi era solo cosi per capire.

@Teobet87-non al nodo sul filo diritto

@paolino76-non dispongo di dinamometro ma immagino che 1,5kg siano sempre 1,5 a bilancia come su dinamometro.Appena ho tempo approfondisco al link che gentilmente mi dai.

@xxxgrimox-mi sa che è come dici tu.Non è molto confortante però e mi sembra anche un po strano che certi marchi non dichiarino il reale.


xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


certamente rode, :pianto:piantopoi dopo ci sono ditte più serie rispetto ad altre,
una volta che mi dissero o avevo letto è che le ditte fanno la prova su un campione di 1 metro, forse 30 cm erano pochi, prova 1 metro forse il carico è più veritiero
:bye:bye



30 cm sono pochissimi!!!!!!! la prova, secondo mè, và fatta su uno spezzone di filo di almeno 2 metri.... questo per dare la possibilità al filo di sfruttare a pieno le doti di elasticità che è fondamentale per la resistenza del filo stesso....

:bye:bye:bye

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:45#8da mess
carico di rottura - Risposta di: mess

xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


anche io sono di questo parere.
e poi andrebbe dichiarato se il carico di rottura è attivo o passivo.
Per farti capire una corda per arrampicare viene venduta con un carico di rottura di 25KN (circa 2500 Kg) che però in caso di caduta, ovvero se un arrampicatore cade e ci rimane appeso (carico dinamico) il carico di rottura dichiarato è 8KN (circa 800Kg).
Fai tu ...:occhiolino:occhiolino:occhiolino

La Veritàè quello a cui scegli di credere

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:54#9da xxxgrimox

mess ha scritto:

xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


anche io sono di questo parere.
e poi andrebbe dichiarato se il carico di rottura è attivo o passivo.
Per farti capire una corda per arrampicare viene venduta con un carico di rottura di 25KN (circa 2500 Kg) che però in caso di caduta, ovvero se un arrampicatore cade e ci rimane appeso (carico dinamico) il carico di rottura dichiarato è 8KN (circa 800Kg).
Fai tu ...:occhiolino:occhiolino:occhiolino


ho capito, la corda in caso di shock violento regge di meno, osi se un filo a posto di metterci un meso a fermo di tot, mettiamo un peso e poi lo lasciamo cadere, lo shock sul filo sarà maggiore, intendi qualcosa del genere?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 17:01 - 22/05/2014 17:03#10da paolino76

mess ha scritto:

xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


anche io sono di questo parere.
e poi andrebbe dichiarato se il carico di rottura è attivo o passivo.
Per farti capire una corda per arrampicare viene venduta con un carico di rottura di 25KN (circa 2500 Kg) che però in caso di caduta, ovvero se un arrampicatore cade e ci rimane appeso (carico dinamico) il carico di rottura dichiarato è 8KN (circa 800Kg).
Fai tu ...:occhiolino:occhiolino:occhiolino


secondo mèè esattamente il contrario della corda da arrampicata per via della ELASTICITA' del filo da pesca, elasticità che la corda NON ha.....
guarda questa tabella:

www.tubertini.it/scheda_prodotto.php?id=745&tipologia=25&sezione=4

PS: avete provato a ferrare violentemente vicino a riva e a fare la stessa cosa con fuori 30 m di filo? cosa succede?

:bye:bye:bye

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.314 secondi

Concentrandosi sulla pesca a corta distanza si sceglierà una lenza a piombino, prediligendo uno “slim” (2-4gr): un piombo dalla forma allungata che affonderà più lentamente rispetto ad uno “Short”: piombo dalla forma tozza; per effettuare un recupero molto veloce a pelo d’acqua ed in presenza quindi di trote particolarmente voraci e “veloci”. Se le trote faticheranno ad inseguire esche recuperate troppo velocemente, o se si riceveranno parecchi “rifiuti” in fase di abboccata, sarà necessario “ammorbidire” la lenza e diminuire la velocità di recupero e si passerà quindi ad una lenza a catenella di styls o

Dato il successo ottenuto con il "2° Raduno MACINATOR", caratterizzato anche dalla mia assenza, a causa dell'infezione che mi ha colpito: la varicella e considerate le numerose richieste che ho ricevuto nei giorni seguenti all'evento passato ho così deciso di riproporre, entro tempi brevissimi, la manifestazione intitolandola: "REMAKE 2° raduno MACINATOR". Un evento così speciale meritava anche un luogo altrettanto speciale; e per non essere ripetitivo, ho così scelto come "teatro" di questa manifestazione la bellissima struttura: "Lago Verde" sito in loc. Mortizza (PC): un bellissimo complesso costituito da 2 laghi uno grande ed uno piccolo

 Sabato 10 settembre 2011, io (Bonez) ed il Cavoz, abbiamo deciso di trascorrere la nostra mattinata in un altro lago della provincia di Brescia e più precisamente al lago Canada, che si trova a Borgosatollo (BS), a poco più di un chilometro di distanza dal laghetto del Cigno. Si tratta di un laghetto di forma quasi rettangolare, dalle medie dimensioni e piuttosto profondo, avente un’acqua abbastanza trasparente e fresca nel quale, ovviamente, si effettua la pesca alla trota tutto l’anno, anche durante i periodi più caldi dell’anno, come questo. Siamo arrivati a destinazione verso le

I migliori team di pesca alla trota lago si sono dati sfida in occasione del più grosso evento del centro Italia, organizzato dalla società folignate dell’A.S.D. Pescatori del Topino, denominato “Gara della Madonna”. Nel giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, il club umbro ha saputo soddisfare al meglio le aspettative dei quasi 150 partecipanti accorsi a tale manifestazione. Oltre al puro, classico e insostituibile divertimento di pescare, gli agonisti hanno potuto ricevere ricchi premi offerti dagli sponsor nonché un pacco gara all’atto dell’iscrizione: riviste di Pesca In, bombarde Dream Fish e gadget della federazione Fipsas. Spunta su tutti, per

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: bonez@macinator.it oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: