Consigli su diametri per pesca alla trota con bombarda e/o piombino

13/05/2013 13:01#1da SILVESTRO
Ciao

vado a pescare qualche volta al Lago Capanna di Cusago, dove sono presenti trote di grossa taglia.

Monto in bobina uno Shimano Technium Spinning 0.18 (3.50 kg) e come terminale uso un Tubertini Gorilla Fluorocarbon dello 0.14 (3.00 kg).

Mi è capitato un paio di volte però che il terminale si è rotto al momento della ferrata.

Alcuni pescatori del posto mi hanno consigliato di usare diametri più consistenti in quel laghetto.. Effettivamente vedo gli altri tirar fuori le trote di "prepotenza" mentre io sto molto più attento a farle stancare usando canna e frizione e a guadinarle per non rischiare di rompere il filo.

Dite che la mia montatura è davvero troppo leggera? Che diametri mi consigliate?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 13:27#2da Simonino86
Ciao Silvestro, per me lo 0.18 puo andare bene come lenza madre, ma opterei per il terminale uno 0.20 cosi sia nella ferata che nel recupero del pesce sei piu tranquillo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 13:42#3da Bonez
In situazioni di pesca ad ore, soprattutto in presenza di trote di taglia, lo 0.14 come terminale risulta a mio avviso troppo sottile; ti consiglio di utilizzare come terminale un buon 0.16 - 0.18.

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 16:38#4da SILVESTRO
Ma usare come terminale un filo più robusto della lenza madre non è controindicato? non rischio di rompere tutto?

Io ho sempre usato come terminale lenze meno resistenti rispetto alla madre proprio per evitare di rompere tutto in caso di incaglio o di pesce di una certa taglia..

Io son abituato a pescare alla spigola in mare dove pescavo con lo 0.08 (altrimenti non mangiava nulla).. per tirar su una spigola di un kilo ci vuole un'ora! :D .. ma mi pare di capire che le trote delle cave non sono così diffidenti giusto?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 17:28#5da superf
il filo della lenza madre difficilmente si rompe perchèè ammortizzato dalla flessione della canna,il terminale essendo più corto nei diametri più sottili e su pesci di taglia è soggetto a rotture,io personalmente metto il 16 in bobina e non lò mai rotto anche adoperando un 18 o un 20 come terminale :bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 17:59#6da SILVESTRO
beh dai allora con uno 0.18 da 3,5kg in bobina posso anche mettere uno 0.18/0.20 come finale da 4/5 kg di carico di rottura!

Devo ammettere però che mi piace la lotta col pesce sempre sul filo del rasoio! Fino a qualche tempo fa usavo lo 0.12, però dopo una rottura dopo circa 20 minuti di lotta con una grossa trota ero passato allo 0.14.. L'altro giorno però ho rotto sulla ferrata quindi mi sa che dovrò adeguarmi a diametri più grossi anche io se voglio sperare di fare qualche cattura di taglia maggiore!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 18:10#7da scuba3
io sto usando uno 014 preso alla decathlon non c'è la marca c'è solo scritto monofilo giapponese che ha un carico di rottura elevato per pochi euro ed ho tirato fuori una trota da 4 kg e mezzo ed il terminale non ha fatto una piega.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 18:47#8da SAMPEII
guarda io uso sempre 18 in bubina e 16 di terminale ed ho tirato fuori anche 4 pesci di notevole peso sempre con lo stesso terminale senza romperlo

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/05/2013 20:35#9da xxxgrimox

SILVESTRO ha scritto: beh dai allora con uno 0.18 da 3,5kg in bobina posso anche mettere uno 0.18/0.20 come finale da 4/5 kg di carico di rottura!

Devo ammettere però che mi piace la lotta col pesce sempre sul filo del rasoio! Fino a qualche tempo fa usavo lo 0.12, però dopo una rottura dopo circa 20 minuti di lotta con una grossa trota ero passato allo 0.14.. L'altro giorno però ho rotto sulla ferrata quindi mi sa che dovrò adeguarmi a diametri più grossi anche io se voglio sperare di fare qualche cattura di taglia maggiore!


io uso il 14 (occhio però che è leggermente maggiorato) e non ha avuto problemi di sorta, trote fino al 1.5kg, forse la trota era grossa e quando hai ferrato lei è partita a razzo nella direzione opposta.. .. .. .

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.290 secondi

Venerdì 3 giugno 2011, abbiamo testato il lago delle sette fontane di Castelletto di Leno (BS); giunti sul posto abbiamo dato uno sguardo veloce al lago e tenendo conto della regola del vento e della presenza di altri pescatori in quel punto abbiamo scelto la nostra zona di pesca; ossia la sponda corta del lago opposta rispetto all’ingresso. Non conoscendo affatto il lago e considerata la stagione abbiamo iniziato la nostra battuta di pesca con una bombarda da 20gr della fassa banda blu, e dato che non conoscevamo la profondità del lago abbiamo effettuato un

Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2011, si è disputato, nel magnifico lago di Martinengo (BG), il campionato Italiano Promozionale Individuale di pesca alla trota in lago a cui 100 concorrenti, provenienti da tutte le parti d’Italia, hanno partecipato. La competizione è stata suddivisa in 2 prove: la prima svoltasi sabato pomeriggio a partire dalle ore 13:30 e la seconda svoltasi invece domenica mattina a partire dalle ore 8:30 ed in entrambe i casi sono state immesse 300Kg di trotelle. Giunti sul posto, sabato verso le ore 11 abbiamo subito dato uno sguardo al lago,

Probabilmente alcuni di voi non ne hanno ancora sentito parlare; altri ne conoscono il nome, magari il design ma nulla di più; e così, in questo articolo, vi voglio presentare una nuova serie di canne da pesca specifiche per la trota lago e realizzate dalla stretta collaborazione tra la ditta: "Majora" ed il giovane campione di pesca trota lago bresciano: Fabio Zeni. Personalmente conosco da parecchio tempo Fabio per nome e per fama, ma, purtroppo, tra differenti impegni agonistici e non, ho avuto modo di conoscerlo meglio soltanto poco tempo fa; quando, tra una chiacchiera

  Il luccio: predatore per eccellenza di acqua dolce. Caratterizzato da una bocca particolarmente pronunciata con un “becco” a papera dotato di denti estremamente affilati. Ama sostare al riparo attorno a qualsiasi tipo di vegetazione acquatica in attesa della sua preda nei confronti della quale tende agguati rapidi e violenti. Si nutre di altri pesci, a volte anche di dimensioni simili a se stesso. Può raggiungere delle taglie da capogiro ed innescare duelli molto avvincenti nonché attaccare l’esca con incredibile forza e, non sono rari, anche salti fuori dal pelo dell’acqua. La tecnica di pesca

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: bonez@macinator.it oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: