ibobinamento

17/05/2013 15:36#1da barba85
ibobinamento - discussione creata da: barba85
ragazzi devo imbobinare un paio di muli con monofilo proton 0.18 ho letto che è consigliabile inumidire il filo .. che ne dite ? grazie :agli_ordini

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/05/2013 15:42#2da Skynet
ibobinamento - Risposta di: Skynet
ciao barba85
io di solito non lo bagno perchèè una operazione piuttosto delicata in quanto lo devi inumidire, non baganre che gronda acqua.
Detto questo io non ho mai avuto problemi con il proton che è ottimo.
l'importante è non esagerare con la quantità di filo da imbobinare.
Non ti preoccupare, segui le istruzioni per l'imbobinamento riportate su questo sito e sei tranquillo.
Ciao

May the holes in your net be no larger than the fish in it.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/05/2013 15:43#3da angelo79
ibobinamento - Risposta di: angelo79
Ciao intanto che avvolgi filo , lascia la bobina immersa nell'acqua.

Angelo

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/05/2013 15:52#4da Bonez
ibobinamento - Risposta di: Bonez
Hai dato per caso un'occhiata a QUESTO articolo?!!?

ciauuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/05/2013 17:02#5da deuce80
ibobinamento - Risposta di: deuce80
A me invece hanno consigliato di imbobinare a secco e poi immergere la bubina per circa un ora in un secchio pieno d'acqua calda....il risultato mi sembra ottimo.....

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/05/2013 18:32#6da TESOMAX
ibobinamento - Risposta di: TESOMAX
Ciao barba,l'unico consiglio che mi sento di darti e di imbobinare il filo per il verso giusto.Cioe',il mulo gira verso dx,quidi devi fare in modo che le spire del filo che esono dalla bobina appena acquistata vadano sul mulo nello stesso verso,in modo che il filo, che seppur minimamente risente di memoria,possa disporsi nella bobina del mulo cosi come era disposto nella sua bobina di fabbrica.Il cattivo imbobinamento per il verso e' spesso causa di continue parrucche!Se anche si imbobina a secco va bene,non ha molta importanza bagnarlo,magari prima di cominciare a pescare con una bottiglietta d'acqua conviene bagnare la bobina prima del primo lancio.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.291 secondi

Domenica 26 giugno 2011, io (Bonez), Gio (Pordo) e Teo abbiamo deciso di fare una pescata in compagnia in un bel lago della provincia di Bergamo: il laghetto Smeraldo di Ghisalba (BG). Siamo giunti sul posto verso le 7 di mattina e non conoscendo il lago abbiamo scelto la nostra postazione di pesca recandoci sulla sponda lunga di destra rispetto all’ingresso dato che era la zona più affollata di pescatori, indice quindi del fatto che le postazioni più redditizie erano situate in quella zona e ci siamo così fermati nel primo spazio libero, situato a

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Domenica 25 Settembre 2011, io (Bonez), Pordo e Teo, siamo andati a fare una pescata nel, non lontano da noi, laghetto Passoguado di Quinzano d’oglio (BS). Si tratta di un laghetto dalle piccolissime dimensioni, caratterizzato da una cascata presente in uno dei quatto angoli, provocata da un piccolo fiumiciattolo che alimenta il lago; ed è proprio grazie all’acqua fresca di questo fiume che, assieme all’abbassarsi delle temperature ha permesso l’immissione delle trote anche in questo periodo, nonostante la bassa profondità del lago che raggiunge all’incirca i 2,50 metri nei punti più profondi. Noi tutti conoscevamo

Sabato 12 Aprile 2014, presso il laghetto: "Il Fontanone New" di Chignolo Po' (PV), si è svolto il tanto atteso: "3° Raduno Macinator": una bellissima giornata da trascorrere in compagnia altri utenti Macinator e della fantastica passione che li accomuna: "La pesca della trota lago". Questa magnifica giornata, dalle favorevoli condizioni meteo, ha avuto inizio verso le ore 7 del mattino quando, uno dopo l'altro, tutti i partecipanti sono giunti sul posto. Fin dall'inizio si "respirava" un'aria di festa che anche il lago stesso sembrava percepire; la sua superficie, infatti, appariva increspata ed in continua

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: bonez@macinator.it oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: