Mi presento

18/03/2012 10:59 #1 da alpando
Mi presento - discussione creata da: alpando
Risiedo in prov. di Frosinone, mi sto appassionando a questo tipo di pesca e penso di essere arrivato su di un sito che son sicuro sarà per me fonte di consigli e insegnamenti preziosi. La pesca che maggiormente attuo oggi è alla passata con bolognese e mi diletto sul nostro fiume preferito il Fibreno su cui vive ancora e soltanto la trota macrostigma. Un saluto a tutti. Alberto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/03/2012 11:46 #2 da Bonez
Re: Mi presento - Risposta di: Bonez
Ciao alpando e benvenuto tra noi! Se cerchi consigli per iniziare quasi da zero questa tipologia di pesca credo proprio tu sia capitato nel posto giusto! Se hai dubbi o domande sono qui...
Ciauuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/03/2012 16:27 #3 da Pordo
Re: Mi presento - Risposta di: Pordo
Ciao Alberto e benvenuto tra i Macinator!!! B)

Gio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Pordo
Tempo creazione pagina: 0.238 secondi

Indipendentemente dalla stagione, in presenza di laghi di piccole dimensioni o comunque in tutti i casi in cui le trote stazionano nei primi 20-30 metri d’acqua dalla sponda, una lenza a piombino o una a catenella costituiscono una delle soluzioni migliori, e più redditizie, per la pesca alla trota in lago. "Piombo" è il termine più diffuso, molto generalizzato, che l'agonista, o comunque la maggior parte dei pescatori, utilizza per far riferimento alla zavorra che si utilizza per la costruzione di una lenza. Come dice la parola stessa, si tratta di un cilindretto di piombo,

Venerdì 24 febbraio io(Pordo) e Teo,nonostante l’assenza dovuta al lavoro del Bonez e le indiscrezioni riguardo l’assenza quest’anno di prestigiosi marchi del settore,ci siamo recati a Bologna per assistere al fishingshow 2012! Dopo aver parcheggiato a circa 1,5 km di distanza causa costo dei parcheggi limitrofi la fiera che era di 16 EURO,giunti all’ingresso principale abbiamo potuto constatare che il padiglione dove quest’anno si svolgeva il fishingshow era diverso da quello degli anni precedenti cosi che per raggiungere il padiglione 36 all’ingresso Nord Michelino abbiamo dovuto prendere un trenino gratuito che ci ha accompagnato dinnanzi

Domenica 03/07/2011 io (Bonez) e Pordo abbiamo deciso di macinare pochi chilometri e concederci qualche ora di sonno in più; così invece di recarci in un grosso lago estivo, distante da casa, abbiamo scelto di fare una pescata nel laghetto di Pandino (CR). Si tratta di un laghetto di piccole dimensioni, profondo al massimo 5 metri e caratterizzato da un’acqua molto fredda e limpida, facente parte di un grosso complesso di acquacoltura, costituito da vasche in cemento, nelle quali vengono allevate diverse specie di pesci tra cui le trote. La struttura è circondata da un

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: bonez@macinator.it oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: