canna alta / canna alta dove ho sbagliato ?

24/01/2018 21:47 #1 da luccio
ciao a tutti da dilletante chiedo a voi dove ho sbagliato o cosa o sbagliato grazie x attenzione
domenica scorsa 21 gennaio sono andato a pesca al lago il bacino in prov treviso lago medio piccolo e poco profondo (5- 8 mt forse) acqua limpida ricambiata costantemente dal fiume sile che scorre accanto al bacino/lago.

canna piombino o vetrino, filo del Ø 18 in canna ,vetrino 4 gr e Ø 16 fluo per terminale amo del 6 gammakatzu
prime due ore poco più e cambiando posto zero trut . pescavo con un recupero (si può dire allegro?) sul lento a canna bassa, pensando di tener giù il vetrino visto che il pesce "sembrava " sui 2-3 mt.... il pesce si vedeva visto che l'acqua è limpidissima ma zero trut quasi un capotto.
ultima ora e mezza ne ho prese 6 (x me non sono poche:inchino :festa ) pescando con stessa montatura però tenendo canna alta , recupero lento lento e dando dei leggeri colpetti di punta. dove la differenza ?

poi scrivendo sempre da dilletante(e magari una fesseria) di solito io metto girella tripla a barilotto(cilindro) su lenza madre e girella tripla barilotto con moschettone su finale
un pescatore che era li vicino mi ha detto di provare il contrario .. a dire suo fa differenza , voi che dite ?magari mi suggerite marca valida x girelle ?
cordiali saluti a tutti

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

25/01/2018 07:31 #2 da Sman
Non ho capito usi due girelle triple?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

25/01/2018 09:22 #3 da Bonez
Ciao luccio, in quanto alla girella tripla il mio consiglio è quello di metterne solo una, possibilmente senza moschettone, ai cui capi andrai a legare: da una parte la lenza madre (sulla quale infilerai la zavorra) e dall'altra lo spezzone terminale di lunghezza variabile. Per quel che riguarda invece la tua esperienza, direi che le cause possono essere moltissime e non necessariamente il recupero effettuato a canna alta anzichè a canna bassa. Magari, ad esempio, molto più semplicemente, nell'ultima mezzora un branco si è spostato nei pressi in cui stavi pescando. Detto questo, volendo cercare la spiegazione nel recupero a canna alta, anzichè a canna bassa, possiamo dire che, a parità di velocità di recupero, la zavorra ,e di conseguenza l'esca, tenderanno a risalire un po' più verso la superficie.

ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/01/2018 11:39 #4 da xxxgrimox
Forse le prime 2 ore non eri sul branco, anche spostandoti non passavi nel branco oppure ci passavi troppo forte e nom alla velocita che volevano.
Ma proponendo che te non ci passavi, che non era al branco
Ringraziano per il messaggio: luccio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2018 10:28 #5 da luccio
eee so dilettante

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2018 10:39 #6 da luccio
per xxxgrimox

hai ragione ,ripensandoci un attimo a quel che facevo,stavo in pesca più giù del pesce o branco e recupero veloce perché dopo a recupero + lento ed evidentemente stando più sù quel tanto che è bastato per intercettare le trote.. da prendere nota di queste situazioni
grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2018 10:52 #7 da luccio

Bonez ha scritto: Ciao luccio, in quanto alla girella tripla il mio consiglio è quello di metterne solo una, possibilmente senza moschettone, ai cui capi andrai a legare: da una parte la lenza madre (sulla quale infilerai la zavorra) e dall'altra lo spezzone terminale di lunghezza variabile. Per quel che riguarda invece la tua esperienza, direi che le cause possono essere moltissime e non necessariamente il recupero effettuato a canna alta anzichè a canna bassa. Magari, ad esempio, molto più semplicemente, nell'ultima mezzora un branco si è spostato nei pressi in cui stavi pescando. Detto questo, volendo cercare la spiegazione nel recupero a canna alta, anzichè a canna bassa, possiamo dire che, a parità di velocità di recupero, la zavorra ,e di conseguenza l'esca, tenderanno a risalire un po' più verso la superficie.

ciauuuuuuuuuuz



ciao bonez, ma se usi una sola girella ( aldilà che sia tripla o no) e ai suoi due capi come dici tu leghi lenza madre e finale, in caso di cambio finale , per rottura o qualsiasi necessità di cambiare finale devi tagliare il filo o nò? e chi fa gare che fà perde tempo a legare finale ogni volta che serve?NON OSO mettere indubbio quello che dici . e provo come hai detto tu .
maaah.... dalle mie parti garisti a parte (aparte a quello che ho fatto io) hanno su lenza madre girella con moschettone , e girella tripla su finale per velocizzare eventuali sostituzioni
x me è come le machinette lega ami c'è chi la usa e chi lega tutto a mano ... in certe zone la usano e trovi in commercio , in altre non la usano e non la trovi in negozio.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/01/2018 10:33 #8 da Bonez
Ciao luccio, innanzitutto, nella pesca alla trota lago la girella SEMPRE tripla; questa deve essere una regola fissa. Detto questo trovi nei numerosi miei articoli pubblicati qui sul sito gli schemi di quelle che, a mio avviso, devono essere le indicazioni da seguire per la realizzazione delle varie lenze. Se, come scrivi tu, capita di dover sostituire il terminale occorrerà solamente tagliare il (nodo) da un capo della girella e riannodare il nuovo spezzone terminale che può essere anche preparato in precedenza ed arrotolato su di un cartoncino o, meglio ancora, su un rotolino avvolgi lenza.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.048 secondi

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Venerdì 3 giugno 2011, abbiamo testato il lago delle sette fontane di Castelletto di Leno (BS); giunti sul posto abbiamo dato uno sguardo veloce al lago e tenendo conto della regola del vento e della presenza di altri pescatori in quel punto abbiamo scelto la nostra zona di pesca; ossia la sponda corta del lago opposta rispetto all’ingresso. Non conoscendo affatto il lago e considerata la stagione abbiamo iniziato la nostra battuta di pesca con una bombarda da 20gr della fassa banda blu, e dato che non conoscevamo la profondità del lago abbiamo effettuato un

Domenica 25 Settembre 2011, io (Bonez), Pordo e Teo, siamo andati a fare una pescata nel, non lontano da noi, laghetto Passoguado di Quinzano d’oglio (BS). Si tratta di un laghetto dalle piccolissime dimensioni, caratterizzato da una cascata presente in uno dei quatto angoli, provocata da un piccolo fiumiciattolo che alimenta il lago; ed è proprio grazie all’acqua fresca di questo fiume che, assieme all’abbassarsi delle temperature ha permesso l’immissione delle trote anche in questo periodo, nonostante la bassa profondità del lago che raggiunge all’incirca i 2,50 metri nei punti più profondi. Noi tutti conoscevamo

Ciao a tutti! Chiunque di voi, agonisti e non, dal nord al sud, più o meno “patiti” di trota lago, avrà comunque sentito parlare di un famosissimo personaggio della trota lago: “Fausto Buccella”: esperto indiscusso della trota lago, tra i primi a portare e praticare questa disciplina in Italia. Mi sembra quindi “superfluo” soffermarmi sulla  presentazione del consulente tecnico Daiwa che voi tutti conoscerete per lo meno per sentito dire e passo così subito al sodo di questo articolo; ossia: “L'opinione del campione Fausto Buccella riguardo a macinator.it”. Tutto è iniziato l’11 Aprile 2012; quando

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: