Trote nel sotto riva
Lake trout Academy 2020 - 5 puntata
Trabucco Switch Lake Trout
novità Trabucco 2020
Tremarella al minimo
Lake trout Academy 2020 - 4 puntata
Pesca con il galleggiante
Lake trout Academy - 3 puntata
Piombino e catenella
Lake trout Academy - 2 puntata
Trabucco Warden Slim Lake Trout
novità trabucco 2020
Pesca con il vetrino
Lake trout Academy - 1 puntata
8° Raduno Macinator - 2019
Laghi di Castello (PC)
ABC Trota Lago
Raccolta di articoli dedicati alla trota lago

Nylon, fluoro coated o trecciato in bobina?

02/02/2018 10:37 #1 da Bonez
E voi cosa avete scelto di imbobinare sui vostri "mulinellini" da Trout Area? Nylon, fluorocoated o fluorocarbon? Di quale diametro/libbraggio? Perchè?

Io ve lo dico dopo...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

02/02/2018 12:56 #2 da xxxgrimox
In genere trecciato 006 con terminale in fluorocarbon

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

03/02/2018 17:09 #3 da franziskaner
Sulla canna da trout area ho il trecciato dello 0.06 con terminale fc,però nella stagione invernale,con le trote molto vicine a riva mi trovo meglio con il nylon(0.16),in questo caso con la treccia le slamate ho notato che sono più frequenti.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

04/02/2018 00:06 #4 da antonio5650
Trecciato dello 0,08, era in offerta 90 metri 6 euro quindi ho fatto scorta e va bene un po per tutto, e flourocoated dello 0,18 per terminale, uso il Sealion che ha un'ottima tenuta e costa poco.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/02/2018 14:03 #5 da Tizianoc
Ciao a tutti ! Io uso su bobine a bassa capienza treccia diretta pe0.03 quindi 100/120 metri senza riempimento.
Ho notato che anche col terminale che unisco alla treccia con il nodo albright non ho differenza di abboccate.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/02/2018 14:05 #6 da Tizianoc
E tra treccia 8capi 0.06 e la 0.03 che uso ora c'è un abisso nel lancio.... non voglio esagerare ma almeno 1/3 in più di metri

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/02/2018 14:15 #7 da Bonez
D'accordo per quanto riguarda la distanza di lancio; un po' meno per quanto riguarda il NON utilizzo di un terminale in fluorocarbon quando, in bobina, si mette un PE. Non soltanto per l'eventuale riduzione di abboccate ma per una notevole differenza per quanto riguarda la resistenza all'abrasione. Ostacoli sul fondo e denti delle trote potrebbero causare improvvise rotture della linea se non si adotta uno spezzone in fluorocarbon.

ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/02/2018 13:35 #8 da stefg72
Ciao

io monto su canne morbide trecciati 0,4 con teminale in fluorcarbon
su canne da cranck nylon senza terminale
su canne medie fluorcoated senza terminale
su canne da ricerca l'Ester 0,03 - 0,04 con terminale fluorcarbon

KingFisher Team Trout Area

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/09/2018 11:50 #9 da Salvator
Ciao,
io sto per iniziare ora questa tecnica,ho aquistato canna nomura ,mulinello nonricordo :sorry , ho montato trecciato da 0,06 e una cassetta con svariati artificiali comprata usata a prezzo dal mio rivenditore;
ora al laghetto proverò questo week end.
Per testarmi sono andato un paio di volte sul fiume sotto casa mia a Palazzolo sull'Oglio e devo dire che mi piace,solo che spesso perdo gli artificiali in fase di abboccata,soprattutto quando ho provato a non usare il finale in F C e sono andato col trecciato diretto sull'artificiale,poi un pò di pasticci coi nodi, e così ho già dimezzato la disponibilità di esche,meno male che le avevo aquistate usate se no partiva già un bel capitale :ghiaccio .
Adesso ho studiato meglio il nodo allbright ed ho provato anche a brillare il finale dal lato artificiale ...... vediamo come va..
..per ora sono riuscito atirare fuori solo qualche cavedano di taglia media....

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/09/2018 14:54 #10 da billa
Treccia 006 con finale in fluoro carbon del 016

TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.326 secondi

Un magnifico lago, come quello di Langhirano, meritava senza dubbio un evento altrettanto speciale; così, la società di pesca sportiva: La Fabiola e grazie al particolare contributo di Gianluca Petrolini (utente petro475) hanno deciso di organizzare per domenica 09 Giugno 2013 un particolare evento denominato: "Trout Mania". Ossia una gara di pesca alla trota aperta a 75 coppie che si sono confrontate pescando alternativamente sullo stesso picchetto trovandosi dinnanzi a ben 15 quintali di trotelle di taglia 120-130 grammi e che la mattina dell'evento hanno dato vita ad un "tappeto" distribuito piuttosto uniformemente su tutto

 Uno dei più grandi colossi del mondo della pesca: “Daiwa” già presente con differenti “succursali” nei vari paesi del mondo, nel corso del 2014, ha modificato ulteriormente il proprio assetto strutturale ed organizzativo dando vita, anche a: “Daiwa Italy”. Questa strategia commerciale ha avuto quindi impatto anche sulla società italiana che si è sempre occupata di progettare, realizzare e commercializzare canne e prodotti a marchio Team Daiwa: la “Fassa S.p.A.” la quale trasformandosi in: “Fassa S.r.l.” ha scelto di continuare, come del resto ha sempre fatto, a sviluppare canne ed attrezzature per la pesca con

Sabato 17 settembre 2011, io (Bonez), Cavoz e Soffritto, abbiamo deciso di fare una pescata in un laghetto piccolo e ci siamo così recati al laghetto di Roccafranca (BS). Muniti di navigatore, dato che nessuno di noi era mai stato in quel lago, siamo giunti a destinazione verso le ore 7:10 del mattino e nonostante fosse abbastanza presto, la prima metà del laghetto era già occupata, su entrambe le sponde, da parecchi pescatori. Così, dopo aver effettuato il biglietto, ci siamo posizionati in una posizione quasi “obbligata”; precisamente a circa metà del lago sulla sponda opposta

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

 

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it e vuoi dare il tuo contributo per sostenere le spese di mantenimento del sito puoi farlo attraverso una piccola donazione. Per effettuare la tua donazione scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure , CLICCA sull'immagine sottostante per effettuare la tua donazione mediante connessione protetta,  attraverso il diffusissimo e sicuro metodo di pagamento paypal con una normalissima carta di credito: