Tanti tocchi ma poche catture

03/06/2019 12:49 #1 da 301080ganzi
Tanti tocchi ma poche catture - discussione creata da: 301080ganzi
Ciao a tutti, specifico che sono un neofita, ho provato a pescare in più riprese con vari tipi di canna ma sempre materiale scadente, ho deciso di fare il grande passo acquistando una ARENA FAVORITE e devo dire che i risultati non mancano, specialmente con l’uso degli ondulanti, sono uscito due volte in due laghetti differenti, mi sono divertito ma ho perso tanti pesci, specialmente sentendo tanti trucchi che non sono riuscito a finalizzare in cattura, in alcuni casi qualche pesce si è slamato verso riva! Avete qualche suggerimento? Grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

03/06/2019 13:23 #2 da Bonez
Ciao, considerando il fatto che: la "scarsa" efficacia in ferrata, oltre ad essere complicata da "diagnosticare" a distanza, dipende da molti fattori mi permetto di porgerti alcune domande per cercare di identificare la causa del tuo "problema":

quale azione di favourite Arena hai acquistato?
con quale artificiale hai avuto il problema (marca e modello)?
Hai per caso sostituito l'amo allo spoon?
Quale filo hai in bobina? (treccia, fluorocarbon, ecc) Di quale marca e quale diametro?
Come effettui il recupero dell'esca? E quello del pesce?

Per ora mi fermo qui.

ciauuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2019 10:46 #3 da stefg72
ciao

succede spesso, togli lo spoon e usa i cranck,

per le slamate verso riva bisogna vedere come tieni la canna mentre recuperi e ricordati che il filo deve stare sempre in tensione.

KingFisher Team Trout Area

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2019 19:44 #4 da franziskaner
Pescando senza ardiglione in alcuni casi si slamano,c'è poco da fare,un buon recupero del pesce,che imparerai con l'esperienza,canna morbida e nylon possono aiutare,ma non è che fanno miracoli....con i crank dipende,in genere si fa meno numero e non è detto che se mangiano a spoon mangino anche a crank,e non è nemmeno detto che si slami meno.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

06/06/2019 06:48 #5 da franziskaner
Se senti toccare ma non affondare devi cambiare esca finché trovi quella giusta come colore-peso-movimento

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

06/06/2019 15:14 #6 da stefg72
Con il cranck avendo due ami è molto più difficile slamare, anche se succede .
Il discorso canna morbida o dura è molto soggettivo, ti devi trovare e abbinare il filo corretto.
Prima usavo canne morbide (Italica) adesso canne più dure (Valkein).
cosa è meglio o peggio dipende da te.
Ci sono ragazzi del team che pescano con paletti e l'Ester e non perdono una trota, altri canne morbide e treccia e non perdono una trota etc..etc..

devi fare prove

io per esempio uso treccia su canne morbide o nylon rigido
su canne con solid tip uso l'ester
su canne rigide nylon elastico.

devi prendere le tue canne i tuoi mulinelli e provare ......

KingFisher Team Trout Area

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/06/2019 06:43 #7 da franziskaner
Concordo su quanto dici,pure io faccio uguale, anche se sul fatto che consideri le italica canne morbide(mi riferisco alle platinum) non mi trovi così d'accordo:-) ,certo più delle valkein,ma io sulla s mi trovo meglio col nylon...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.046 secondi

Ciao a tutti! Chiunque di voi, agonisti e non, dal nord al sud, più o meno “patiti” di trota lago, avrà comunque sentito parlare di un famosissimo personaggio della trota lago: “Fausto Buccella”: esperto indiscusso della trota lago, tra i primi a portare e praticare questa disciplina in Italia. Mi sembra quindi “superfluo” soffermarmi sulla  presentazione del consulente tecnico Daiwa che voi tutti conoscerete per lo meno per sentito dire e passo così subito al sodo di questo articolo; ossia: “L'opinione del campione Fausto Buccella riguardo a macinator.it”. Tutto è iniziato l’11 Aprile 2012; quando

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Domenica 12 giugno, presso il Lago Smeraldo di Langhirano (PR), si è svolta una bellissima gara aperta a 60 coppie che pescavano alternativamente sullo stesso picchetto; proprio per questo alcuni concorrenti hanno deciso di parteciparvi individualmente pagando ovviamente la quota d’iscrizione doppia. La manifestazione prevedeva il rilascio di ben 7 quintali di trotelle da gara (circa 10/12 pesci per ogni Kg) ed è stata suddivisa in 10 spostamenti; ognuno dei quali prevedeva il doppio turno di pesca: prima pescava il concorrente n°1 e poi il concorrente n°2 di ogni coppia. Giunti sul posto, a noi

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: