barrette forate di piombo

11/02/2014 21:54 #1 da wolly82
barrette forate di piombo - discussione creata da: wolly82
ciao a tutti chi di voi sa dove trovare le barrette forate di piombo della FASSA ( le commercializza solo lei )

non le a neanche il brandazza , sono quasi ai minimi con la scorta e uso praticamente solo quelle x fare piombi da saltarello e coroncine.... :pianto:pianto:pianto

a.s.d SEVESO (colmic)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

11/02/2014 23:32 #2 da pira
Le ha Bricchi a Mortara

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/02/2014 07:29 #3 da davidetrota95
L'ultima volta che sono andato ce le aveva il Gino Bovolenta, il negozio di pesca che c'è a Cornaredo... Ciaooo :bye

Costa Davide - A.S.D.P Senago Daiwa

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/02/2014 16:44 #4 da Maurimax
triesport Novara

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/02/2014 18:31 #5 da simone2000
se sono quelle che dico io che dopo vanno tagliate e vengono chiamate i tubetti... le ha gino soffritti....

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/02/2014 19:16 #6 da wolly82
grazie a tutti

a.s.d SEVESO (colmic)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.057 secondi

Perché dobbiamo rilasciare il luccio? Il luccio va rilasciato perché questo fantastico predatore sta scomparendo. Soffre l'inquinamento, soffre le reti dei pescatori di professione, soffre la crudeltà dei bracconieri, soffre i cosiddetti: “padellari”; ovvero coloro che non rilasciano nulla. In Italia ne sono rimasti pochi e soltanto in pochissimi ambienti. Quello che un tempo era al vertice della catena alimentare, è ormai diventato solo una cattura occasionale. Partiamo da un dato di fatto: per avere la certezza di non arrecare alcun, seppur minimo, danno ai pesci dovremmo evitare di andare a pesca. Nella pratica del Catch

L’aspio: un predatore dalla costituzione massiccia appartenente alla famiglia dei ciprinidi. Originario dell’est Europa dagli ultimi anni del XX secolo è entrato a far parte anche del nostro ecosistema nei fiumi e laghi del centro-nord Italia. Il suo habitat naturale è quello dei grandi fiumi di pianura con acqua a corrente veloce o moderata, ricchi di piccoli ciprinidi che costituiscono le sue prede predilette. L’aspio è un perfetto “game fish”: piuttosto resistente agli stress della pesca, abbocca con violenza e raggiunge taglie molto interessanti. Frequentemente tra i cinquanta ed i settanta centimetri può raggiungere il peso di 9-10 kg

  Sabato 29 e domenica 30 ottobre 2012, per chi non lo sapesse, presso il bellissimo laghetto Al Tiro di Martinengo (BG) si sono svolti i campionati Italiani Juniores under 14, 18 e 23 di pesca alla trota in lago. Per l’occasione, dato che eravamo liberi da impegni io (Bonez) e Pordo, nella giornata di domenica ci siamo recati sul posto per seguire da vicino l’avventura del “nostro” piccolo grande utente macinator: Gianluca Cornelli di soli 14 anni figlio di korns 26 che partecipava alla competizione Under 18. La prima gara, svoltasi sabato pomeriggio si

Indipendentemente dalla stagione, in presenza di laghi di piccole dimensioni o comunque in tutti i casi in cui le trote stazionano nei primi 20-30 metri d’acqua dalla sponda, una lenza a piombino o una a catenella costituiscono una delle soluzioni migliori, e più redditizie, per la pesca alla trota in lago. "Piombo" è il termine più diffuso, molto generalizzato, che l'agonista, o comunque la maggior parte dei pescatori, utilizza per far riferimento alla zavorra che si utilizza per la costruzione di una lenza. Come dice la parola stessa, si tratta di un cilindretto di piombo,

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: