carico di rottura

22/05/2014 14:40#1da faustoasso
carico di rottura - discussione creata da: faustoasso
Ciao a tutti .
Volevo chiedere se qualcuno sà come viene misurato il carico di rottura dichiarato sui fili mono o carbon.Questo perchè io per curiosità ho preso 30\40 cm di filo e facendo un paio di asole provo a sollevare un peso(bottiglia con acqua sul kilo e mezzo )e nessun filo sopporta questo peso.Intendo Fluorocarbon che dichiarano 2.3Kg(asso 0.17mm) 2,95Kg(xfluor 0,14mm)e nemmeno il T.D Brave (0,155mm).Sò che ci sono varie tipologie di carico di rottura , ma come viene misurata sui fili da pesca?
Naturalmente non è un grosso problema( ho più problemi a trovare le trote :pianto ) è solo per curiosità.
Grazie anticipate a chi mi illuminerà:bye

Fausto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 15:10#2da Teobet87
Ma dove ti si rompono? Sul nodo o sul filo dritto?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 15:25#3da paolino76
Per fare un test abbastanza attendibile per sapere il reale carico di rottura di un filo da pesca devi:
- srotolare 2 o più metri di filo dalla bobina;
- fare una'asola ai 2 capi del filo;
- collegare l’asola ad un punto fisso;
- collegare l'altra asola a un dinamometro;
- tirare il dinamometro fino alla rottura del filo......

A questo punto leggi il peso registrato sul monitor del dinamometro.....

PS: Se vuoi approfondire leggi qui:

www.efttalinecharter.com/it

:bye:bye:bye

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 15:52#4da xxxgrimox
solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:04#5da faustoasso
Si si.... non stò a scervellarmi era solo cosi per capire.

@Teobet87-non al nodo sul filo diritto

@paolino76-non dispongo di dinamometro ma immagino che 1,5kg siano sempre 1,5 a bilancia come su dinamometro.Appena ho tempo approfondisco al link che gentilmente mi dai.

@xxxgrimox-mi sa che è come dici tu.Non è molto confortante però e mi sembra anche un po strano che certi marchi non dichiarino il reale.


xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


Fausto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:13#6da xxxgrimox

faustoasso ha scritto: Si si.... non stò a scervellarmi era solo cosi per capire.

@Teobet87-non al nodo sul filo diritto

@paolino76-non dispongo di dinamometro ma immagino che 1,5kg siano sempre 1,5 a bilancia come su dinamometro.Appena ho tempo approfondisco al link che gentilmente mi dai.

@xxxgrimox-mi sa che è come dici tu.Non è molto confortante però e mi sembra anche un po strano che certi marchi non dichiarino il reale.


xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


certamente rode, :pianto:pianto poi dopo ci sono ditte più serie rispetto ad altre,
una volta che mi dissero o avevo letto è che le ditte fanno la prova su un campione di 1 metro, forse 30 cm erano pochi, prova 1 metro forse il carico è più veritiero
:bye:bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:23#7da paolino76

xxxgrimox ha scritto:

faustoasso ha scritto: Si si.... non stò a scervellarmi era solo cosi per capire.

@Teobet87-non al nodo sul filo diritto

@paolino76-non dispongo di dinamometro ma immagino che 1,5kg siano sempre 1,5 a bilancia come su dinamometro.Appena ho tempo approfondisco al link che gentilmente mi dai.

@xxxgrimox-mi sa che è come dici tu.Non è molto confortante però e mi sembra anche un po strano che certi marchi non dichiarino il reale.


xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


certamente rode, :pianto:pianto poi dopo ci sono ditte più serie rispetto ad altre,
una volta che mi dissero o avevo letto è che le ditte fanno la prova su un campione di 1 metro, forse 30 cm erano pochi, prova 1 metro forse il carico è più veritiero
:bye:bye



30 cm sono pochissimi!!!!!!! la prova, secondo mè, và fatta su uno spezzone di filo di almeno 2 metri.... questo per dare la possibilità al filo di sfruttare a pieno le doti di elasticità che è fondamentale per la resistenza del filo stesso....

:bye:bye:bye

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:45#8da mess
carico di rottura - Risposta di: mess

xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


anche io sono di questo parere.
e poi andrebbe dichiarato se il carico di rottura è attivo o passivo.
Per farti capire una corda per arrampicare viene venduta con un carico di rottura di 25KN (circa 2500 Kg) che però in caso di caduta, ovvero se un arrampicatore cade e ci rimane appeso (carico dinamico) il carico di rottura dichiarato è 8KN (circa 800Kg).
Fai tu ...:occhiolino:occhiolino:occhiolino

La Veritàè quello a cui scegli di credere

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 16:54#9da xxxgrimox

mess ha scritto:

xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


anche io sono di questo parere.
e poi andrebbe dichiarato se il carico di rottura è attivo o passivo.
Per farti capire una corda per arrampicare viene venduta con un carico di rottura di 25KN (circa 2500 Kg) che però in caso di caduta, ovvero se un arrampicatore cade e ci rimane appeso (carico dinamico) il carico di rottura dichiarato è 8KN (circa 800Kg).
Fai tu ...:occhiolino:occhiolino:occhiolino


ho capito, la corda in caso di shock violento regge di meno, osi se un filo a posto di metterci un meso a fermo di tot, mettiamo un peso e poi lo lasciamo cadere, lo shock sul filo sarà maggiore, intendi qualcosa del genere?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/05/2014 17:01 - 22/05/2014 17:03#10da paolino76

mess ha scritto:

xxxgrimox ha scritto: solitamente è lineare e non al nodo,
io non mi scervellerei sul carico di rottura, purtroppo alcuni carichi sono falsati a mio parere


anche io sono di questo parere.
e poi andrebbe dichiarato se il carico di rottura è attivo o passivo.
Per farti capire una corda per arrampicare viene venduta con un carico di rottura di 25KN (circa 2500 Kg) che però in caso di caduta, ovvero se un arrampicatore cade e ci rimane appeso (carico dinamico) il carico di rottura dichiarato è 8KN (circa 800Kg).
Fai tu ...:occhiolino:occhiolino:occhiolino


secondo mèè esattamente il contrario della corda da arrampicata per via della ELASTICITA' del filo da pesca, elasticità che la corda NON ha.....
guarda questa tabella:

www.tubertini.it/scheda_prodotto.php?id=745&tipologia=25&sezione=4

PS: avete provato a ferrare violentemente vicino a riva e a fare la stessa cosa con fuori 30 m di filo? cosa succede?

:bye:bye:bye

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.055 secondi

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato lo scorso gennaio 2019, dopo un anno di lavoro, nasce una super novità 2020: che prede il nome di Switch Lake Trout. Si tratta di una serie di canne, TOP di gamma, composta da 13 modelli differenti, che ho avuto l’onore di “disegnare” per Trabucco. 5 sono le azioni da Tremarella, tutte lunghe 4.00mt ed identificate dal colore rosso e ben 8 modelli da Bombarda caratterizzati da lunghezze differenti: da 4,20 fino a 5.00 mt ed identificati dal colore arancione. L’ impiego di un

Come da tradizione, a partire dal 2012, ogni anno, ci si ritrova, assieme agli utenti Macinator che decidono di partecipare, sulle sponde di un lago per trascorrere una piacevole giornata in compagnia della nostra passione comune: la pesca della trota in lago; così, sabato 2 Maggio 2015, presso il laghetto: "Al Tiro" di Martinengo (BG), si è svolto il tanto atteso: "4° Raduno Macinator". Per quanto mi riguarda, ogni Raduno Macinator, considerata la sua importanza e considerati tutti i dettagli organizzativi, inizia qualche mese prima rispetto al giorno in cui ci si ritrova ma l'aspetto più bello è

Sabato 3 settembre 2011, io (Bonez) assieme al Cavoz, ci siamo recati al lago del Cigno che si trova in via Donzinetti 43 a Borgosatollo (BS): un lago dalle medie dimensioni, ma piuttosto profondo; caratterizzato da un’acqua limpidissima e fresca in grado di ospitare le trote anche durante i periodi più caldi dell’anno. Giunti sul posto, verso le 7:30 del mattino, abbiamo dato uno sguardo generale al lago, analizzando soprattutto le zone più affollate dalla presenza di pescatori, ed abbiamo subito notato che vi era una densa concentrazione di pescatori sulla riva di ghiaia, opposta

L’aspio: un predatore dalla costituzione massiccia appartenente alla famiglia dei ciprinidi. Originario dell’est Europa dagli ultimi anni del XX secolo è entrato a far parte anche del nostro ecosistema nei fiumi e laghi del centro-nord Italia. Il suo habitat naturale è quello dei grandi fiumi di pianura con acqua a corrente veloce o moderata, ricchi di piccoli ciprinidi che costituiscono le sue prede predilette. L’aspio è un perfetto “game fish”: piuttosto resistente agli stress della pesca, abbocca con violenza e raggiunge taglie molto interessanti. Frequentemente tra i cinquanta ed i settanta centimetri può raggiungere il peso di 9-10 kg

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: