mantenere fili e anelli nel tempo

24/08/2014 21:30 #1 da da_lele
mantenere fili e anelli nel tempo - discussione creata da: da_lele
ciao a tutti qual è il miglior modo di conservare nel tempo anelli e fili in bobina??? un grazie anticipato

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/08/2014 21:46 #2 da xxxgrimox
per gli anelli basta spolverarli con uno straccetto, visto che esistono diversi materiali con cui gli anelli sono fatti, da questi dipende la durata dell'anello, che è bene sceglierlo in base a cosa si usa in lenza (se usi il trecciato meglio usare dei sic o altri ancora più duri)

per il filo in bobina, bhè a parte un corretto imbobinameno,
ti suggerisco di tenere i mulinelli all'ombra e mai alla luce diretta del sole, possibilmente in una scatola che coperchi ben isolata dalla luce oppure in stanze non troppo illuminate direttamente dal sole, questo quando sei a casa,
quando sei a pesca, se possibile metti le canne di riserva o in macchina all'ombra oppure se le metti fuori cerca sempre di poterle tenere sotto una pianta o coperte all'ombra di qualche capanninna o straccio, per evitare che il sole cuocia il filo sul mulinello,

quella con cui peschi non penso che subisca troppi danni anche perche mano a mano gli arriva il filo bagnato spira dopo spira
Ringraziano per il messaggio: da_lele

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

25/08/2014 11:24 #3 da overkill
aggiungo a quello gia detto da xxxgrimox, quando finisci la pescata, sarebbe buona cosa fare un lancio senza esca più lontano che riesci ed effettua il recupero mantenendo il filo con uno straccio pulito (come quando si imbobina nuovo x capirci) facendolo passare in modo che non resti in tensione solo che ci sfreghi sopra x pulirlo. l'acqua di molti laghi ti lascia una patina sul filo che ne velocizza il deterioramento

nicola bs

termovapor majora intelligent fishing
Ringraziano per il messaggio: xxxgrimox, da_lele

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.045 secondi

Perché dobbiamo rilasciare il luccio? Il luccio va rilasciato perché questo fantastico predatore sta scomparendo. Soffre l'inquinamento, soffre le reti dei pescatori di professione, soffre la crudeltà dei bracconieri, soffre i cosiddetti: “padellari”; ovvero coloro che non rilasciano nulla. In Italia ne sono rimasti pochi e soltanto in pochissimi ambienti. Quello che un tempo era al vertice della catena alimentare, è ormai diventato solo una cattura occasionale. Partiamo da un dato di fatto: per avere la certezza di non arrecare alcun, seppur minimo, danno ai pesci dovremmo evitare di andare a pesca. Nella pratica del Catch

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato lo scorso gennaio 2019, dopo un anno di lavoro, nasce una super novità 2020: che prede il nome di Switch Lake Trout. Si tratta di una serie di canne, TOP di gamma, composta da 13 modelli differenti, che ho avuto l’onore di “disegnare” per Trabucco. 5 sono le azioni da Tremarella, tutte lunghe 4.00mt ed identificate dal colore rosso e ben 8 modelli da Bombarda caratterizzati da lunghezze differenti: da 4,20 fino a 5.00 mt ed identificati dal colore arancione. L’ impiego di un

  Domenica 2 giugno 2013, in compagnia di altre 2 coppie di nostri amici, io (Bonez) e Pordo, ci siamo recati, per la prima volta della nostra vita, in un bellissimo laghetto di montagna: il "Lago dei Pini" che si trova a Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) per partecipare ad una gara ad invito aperta a 20 coppie. Giunti sul posto, ci siamo trovati dinnanzi ad un bellissimo laghetto di "piccole" dimensioni, immerso nel verde, e contornato da un tipico panorama di montagna che rendeva il tutto ancor più caratteristico e piacevole. E' stato sufficiente un

Sabato 12 Aprile 2014, presso il laghetto: "Il Fontanone New" di Chignolo Po' (PV), si è svolto il tanto atteso: "3° Raduno Macinator": una bellissima giornata da trascorrere in compagnia altri utenti Macinator e della fantastica passione che li accomuna: "La pesca della trota lago". Questa magnifica giornata, dalle favorevoli condizioni meteo, ha avuto inizio verso le ore 7 del mattino quando, uno dopo l'altro, tutti i partecipanti sono giunti sul posto. Fin dall'inizio si "respirava" un'aria di festa che anche il lago stesso sembrava percepire; la sua superficie, infatti, appariva increspata ed in continua

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: