imbobinamento trecciato

05/10/2014 21:56 #1 da frittomisto
imbobinamento trecciato - discussione creata da: frittomisto
ciao ragazzi
ho acquistato un trecciato della spiderwire dello 0,12 che dovrei imbobinare su uno shimano elf; il negoziante mi ha consigliato di imbobinarlo come suggerisce il Bonez nella guida ma con una differenza (trattandosi di trecciato): dice di farlo col filo immerso in acqua calda (tra 60 e 70 gradi) per migliorarne la durata, scongiurare il rischio parrucche, ecc.... non trovato nulla su questa "tecnica" che mi è parsa molto "particolare" e potenzialmente rischiosa.... ne sapete qualcosa? a temperature così elevate non si rischia di danneggiarlo questo famigerato trecciato?

grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/10/2014 22:13 #2 da xxxgrimox
mai sentito di acqua calda, io eviterei temperature molto alte come 60 gradi o altro,
io faccio cosi,
metto un 20 metri di nylon e poi ci congiungo la treccia che la imbobino o tenendola con uno straccio bagnato oppure immergo la bobina in acqua ma semplice acqua da rubinetto,
quando imbobini la treccia tienila molto stretta,
il fondo in nylon serve per evitare che il blocco di treccia ruoti su se stesso

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/10/2014 22:22 #3 da elio1999

mai sentito di acqua calda, io eviterei temperature molto alte come 60 gradi o altro,
io faccio cosi,
metto un 20 metri di nylon e poi ci congiungo la treccia che la imbobino o tenendola con uno straccio bagnato oppure immergo la bobina in acqua ma semplice acqua da rubinetto,
quando imbobini la treccia tienila molto stretta,
il fondo in nylon serve per evitare che il blocco di treccia ruoti su se stesso

Quoto in pieno, mai sentito di immersioni in fluidi a quella temperatura, anche per me fondino di nylon e poi il trecciato fino al bordo, con la tecnica classica che hai descritto, e ti assicuro che di trecciati ne ho imbobinati davvero tanti....e le parrucche le ho fatte quando ho usato mulinelli pessimi.......
Ringraziano per il messaggio: xxxgrimox

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

06/10/2014 19:20 #4 da frittomisto
mi sembrava un po' strano infatti.... seguirò le indazioni presenti qui sul sito... grazie a tutti!
Ringraziano per il messaggio: xxxgrimox

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/10/2014 19:08 #5 da MarcoCician
Ciao non fare strane cose...60 gradi è elevata come temperatura......vai a rischio di rovinare tutto...
:ok

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/10/2014 22:30 - 07/10/2014 22:33 #6 da BELKIN
anche se un pokino strano come consiglio,non credo se lo sia inventato di punto in bianco...in fondo ogni bufala ha la sua piccola parte di verità :ok
non dimentichiamoci ke questa il loro mestiere lo conoscono molto bene,così come molti trucchetti.. a fin di bene :agli_ordinioppure a fin di male :dollar
credo ke la cosa sia più da approfondire ke da criticare :occhiolino

PS ieri ho acquistato del trecciato berkley...ho appena messo l'acqua sul fuoco,non appena bolle.. butto giù la pasta :spancia:spancia
:pernacchia:pernacchia:pernacchia:pernacchia:pernacchia:pernacchia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/10/2014 13:52 #7 da frittomisto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.058 secondi

E’ ormai trascorso circa un anno dalla nascita delle prime bolognesi a marchio Fassa le quali, presentate in occasione della manifestazione: “pescare Show 2015”, hanno fatto la loro comparsa sul mercato qualche mese dopo. Realizzate in carbonio alto modulo denominato “CTC” unito ad una bassissima percentuale di resine, le Spirit bolo appaiono estremamente leggere, bilanciate e “scattanti”. Per tutti coloro a cui non fosse ancora chiaro: Fassa, studia, progetta, produce e vende attrezzature da pesca da oltre trent’anni ed in passato lo ha fatto commercializzando alcuni suoi prodotti (tra cui le canne da pesca) con

Domenica 25 Settembre 2011, io (Bonez), Pordo e Teo, siamo andati a fare una pescata nel, non lontano da noi, laghetto Passoguado di Quinzano d’oglio (BS). Si tratta di un laghetto dalle piccolissime dimensioni, caratterizzato da una cascata presente in uno dei quatto angoli, provocata da un piccolo fiumiciattolo che alimenta il lago; ed è proprio grazie all’acqua fresca di questo fiume che, assieme all’abbassarsi delle temperature ha permesso l’immissione delle trote anche in questo periodo, nonostante la bassa profondità del lago che raggiunge all’incirca i 2,50 metri nei punti più profondi. Noi tutti conoscevamo

Sabato 23 aprile abbiamo testato per voi i laghi Carcana: un bellissimo complesso di tre laghetti adibiti soprattutto per la pesca alla trota, che si trova a Zibido S.Giacomo,in provincia di Milano; dopo aver dato un occhiata veloce ai tre laghi, abbiamo scelto il lago 1. In questa battuta di pesca abbiamo coinvolto oltre che alle nostre ragazze Ele e Anto anche il paparazzo Ghibbo e la sua bellissima famiglia composta dalla sua compagna Marty e dal piccolo Gabry che come vedrete è già un promettente Macinator! La giornata purtroppo non era cominciata benissimo a causa di

Domenica 03/07/2011 io (Bonez) e Pordo abbiamo deciso di macinare pochi chilometri e concederci qualche ora di sonno in più; così invece di recarci in un grosso lago estivo, distante da casa, abbiamo scelto di fare una pescata nel laghetto di Pandino (CR). Si tratta di un laghetto di piccole dimensioni, profondo al massimo 5 metri e caratterizzato da un’acqua molto fredda e limpida, facente parte di un grosso complesso di acquacoltura, costituito da vasche in cemento, nelle quali vengono allevate diverse specie di pesci tra cui le trote. La struttura è circondata da un

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: