Diametro filo, e marca

01/02/2015 08:59 #1 da Underground
Diametro filo, e marca - discussione creata da: Underground
Ciao ragazzi, avrei bisogno di un consiglio, io ora utilizzo sulla mia 39L 2-6gr un 0.18 in bobina della aquaflex, e sulla 42LL 4-10 uno 0.20 della proton... Pensate siano troppo grossi? Nel lago dove abitualmente pesco, ci sono pesci dal peso che va dai 300gr ai 8kg, per quanto riguarda le big il peso piu frequente è di 4/5kg .. che filo mi consigliate in alternativa? e di che diamentro? :thanks :thanks

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 09:07 #2 da Aral
Diametro filo, e marca - Risposta di: Aral
Lo 0.20 che uso io ha un carico di rottura di 3.50 kg e un fish test di 7 chili... Se ne trovi uno che con un diametro inferiore ha ugualmente un buon carico di rottura e ti trovi bene....puoi usare anche diametri come lo 0.18... C'è chi mette pure lo 0.16... poi bisogna vedere se il diametro è veritiero e se è un buon filo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 09:23 #3 da Underground
ahahah e tu ci tiri fuori gli storioni eheheh...
Ringraziano per il messaggio: Aral

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 09:34 #4 da Aral
Diametro filo, e marca - Risposta di: Aral
Eeeeh già :fishing :brindisi

Come diceva Billa, valuta anche se ti serve un diametro che ti permetta lanci lunghi con bombarde, a seconda di come/dove peschi....

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 09:39 #5 da Underground
Ma non mi serve per lanci lunghi... massimo bombarda da 10gr ... pensavo al nanofil ma molti sono contro per il fatto che non tiene i nodi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 09:48 #6 da billa
Diametro filo, e marca - Risposta di: billa
Io ti consiglio su entrambe le canbe un 0,16 se no nn tiri una cippa
Poi se becchi la big apri ma frizione e la lasci tirare
Se Propio dici che il 0,16 è troppo fine(che nn è vero) metti un 0,18 ma nn di più
Dipende anke ke marca usi se usi caperlan(per esempio) nn ti basta uno 0.50 per una trota da 1 etto
Se usi fili buoni : proton jtm & falcon
Allora è un altra cosa (costano uno 7€ l altro 14€ mi pare)
Detto ciò ti consiglio di mettere un 0,16 e se prendi pesci grosso lavora di frizione e canna
:bye

TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 11:51 - 01/02/2015 11:56 #7 da ZioPelo
:thanks Il consiglio che mi sento di darti è quello di migliorare la tecnica e non fare l'inverso aumentando i finali per sopperire la mancanza di capacità.

Usa tranquillamente il 16 come madre lenza ( io mi trovo benissimo con lo Spinner) e come finale 16 o 14, se impari ad usare bene l'antiritorno del mulinello porterai a casa pesci di ogni dimensione. Usando la frizione come ti hanno consigliato la meta' li perderai sicuro.
Come vedi nel mio avatar ho una trota da 5 kg pescata col 12, in 3 minuti era nel coppo

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 11:53 #8 da Aral
Diametro filo, e marca - Risposta di: Aral

ZioPelo ha scritto: Il consiglio che mi sento di darti è quello di migliorare la tecnica e non fare l'inverso aumentando i finali per sopperire la mancanza di capacità.

Usa tranquillamente il 16 come madre lenza ( io mi trovo benissimo con lo Spinner) e come finale 16 o 14, se impari ad usare bene l'antiritorno del mulinello porterai a casa pesci di ogni dimensione. Usando la frizione come ti hanno consigliato la meta' li perderai sicuro.
Come vedi nel mio avatar ho una trota da 5 kg Pesca da col 12 in 3 minuti era nel coppo


Complimenti! che filo da finali usi? E se posso, perchè con la frizione si perdono di più che usando l'antiritorno?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 12:00 #9 da ZioPelo
Cara, a te nel tuo topic avevo gia' spiegato tutto.
Magari in settimana scrivo un bel tutorial

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

01/02/2015 12:01 - 01/02/2015 12:05 #10 da Aral
Diametro filo, e marca - Risposta di: Aral
Ricordo che avevamo parlato molto dell'antiritorno e della frizione, di come usarlo ecc. :ok Ma non ricordo il motivo per cui uno è più efficace in termini di "portare il pesce a casa" :sorry

Ho visto che lo spinner 0.16 ha un carico maggiore dichiarato anche del mio 0.20. Ed inoltre è a bassa elasticità. Direi che è da provare! Grazie del consiglio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.056 secondi

Domenica 03/07/2011 io (Bonez) e Pordo abbiamo deciso di macinare pochi chilometri e concederci qualche ora di sonno in più; così invece di recarci in un grosso lago estivo, distante da casa, abbiamo scelto di fare una pescata nel laghetto di Pandino (CR). Si tratta di un laghetto di piccole dimensioni, profondo al massimo 5 metri e caratterizzato da un’acqua molto fredda e limpida, facente parte di un grosso complesso di acquacoltura, costituito da vasche in cemento, nelle quali vengono allevate diverse specie di pesci tra cui le trote. La struttura è circondata da un

Sabato 12 Aprile 2014, presso il laghetto: "Il Fontanone New" di Chignolo Po' (PV), si è svolto il tanto atteso: "3° Raduno Macinator": una bellissima giornata da trascorrere in compagnia altri utenti Macinator e della fantastica passione che li accomuna: "La pesca della trota lago". Questa magnifica giornata, dalle favorevoli condizioni meteo, ha avuto inizio verso le ore 7 del mattino quando, uno dopo l'altro, tutti i partecipanti sono giunti sul posto. Fin dall'inizio si "respirava" un'aria di festa che anche il lago stesso sembrava percepire; la sua superficie, infatti, appariva increspata ed in continua

Accessorio indispensabile per chiunque pratichi la pesca alla trota lago a livello agonistico ma indubbiamente utile anche per il pescatore amatoriale è il: “Cestello portatrote”. Esso, non soltanto, ha il compito di contenere e trasportare le trote ma si rivela, allo stesso tempo, estremamente utile per contenere sia le esche che tutta la minuteria necessaria per la realizzazione delle lenze. Oggi in circolazione ve ne sono moltissimi modelli differenti tra loro, più o meno voluminosi, più o meno capienti, più o meno dotati di “accessori” ed ovviamente più o meno costosi. Non soltanto alcuni tra i

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: