filo per shock leader

19/04/2015 09:58 #1 da Edo85
filo per shock leader - discussione creata da: Edo85
ciao a tutti
secondo voi è consigliato utilizzare uno spezzone di multifibra per effettuare lo shock leader.
so che è più rigido e meno elastico del nylon quindi si ha una maggior contatto con l'esca vero? può essere un vantaggio?
invece quali sono le controindicazioni pere l'utilizzo?
grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 13:28 #2 da ZioPelo
Con il multifibra e tanto peso c'è pericolo che ti tagli il dito.
Tu cosa devi lanciare?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 13:54 #3 da Giorgio
Ciao ,oltre al problema evidenziato della possibilità di ferirsi al dito , cosa che si può ovviare con un salvadito da surfcasting, il problema più grosso è che la treccia ti taglierà il nylon sul nodo di giunzione ,con molta probabilità . :ko
Ieri eravamo a pesca a spinning a Monzoro in un bel gruppo di Macinator e abbiamo fatto un nodo di sangue tra treccia e spezzone di fluorocarbon all'amico Boston :okche continuava a spaccare e perdere sia il pesce che l'artificiale. :pianto
Dopo pochi minuti di pesca su una ferrata si è di nuovo rotto tutto :ghiaccioall'altezza del nodo; la treccia tagliava il fluorocarbon .
Usa un buon 0,22 nylon (ottimo per shock leader l'asso di quadri ,quello giallo della DP, per la pastosita' dei nodi) e lanci comodo fino a 30/35 gr.
oltre ad avere un miglior controllo con il dito durante il rilascio del filo. :occhiolino

Ciao :bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 13:55 #4 da Edo85
filo per shock leader - Risposta di: Edo85
25gr e i 30gr

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 14:06 #5 da xxxgrimox
dipende dal nodo che fai, ad esempio io finora non ho mai avuto problemi di giunzione tra treccia e fluorocarbon o filo,
un contatto maggiore con l'esca ok, ma oltre ai 8-10 metri di shock leader hai anche fuori del filo da bobina, quindi scordati un contatto immediato con l'esca

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 14:28 #6 da ZioPelo

Edo85 ha scritto: 25gr e i 30gr

Con un buon nylon da 20/22 sei a posto :ok
Senza farti troppi problemi cervellotici :bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 14:34 - 19/04/2015 14:37 #7 da Giorgio

xxxgrimox ha scritto: dipende dal nodo che fai, ad esempio io finora non ho mai avuto problemi di giunzione tra treccia e fluorocarbon o filo,
un contatto maggiore con l'esca ok, ma oltre ai 8-10 metri di shock leader hai anche fuori del filo da bobina, quindi scordati un contatto immediato con l'esca


Bhe ,concordo , ma noi eravamo a bordo lago tutti con voglia di pescare ..................e non mi sembrava il posto ideale per preparare un Albright Special. :agli_ordini

Se si vuole unire treccia e terminele in fluorocarbon ,per pescare a spinning meglio interporre una microgirella tra treccia e fluorocarbon con i soliti nodi per girella.

Ciao :bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 14:58 - 19/04/2015 14:59 #8 da Bonez
filo per shock leader - Risposta di: Bonez
Personalmente utilizzo e consiglio di utilizzare, per lo spezzone di shock leader un nylon dello 0,22 - 0,25 e di evitare il trecciato per gli svataggi già citati.

In quanto alla giunzione tra treccia e nylon/fluorocarbon; quando pesco a spinning effettuo sempre il nodo: Tony Pena; veloce da realizzare e non taglia assolutamente il nylon/fluorocarbon.

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 15:01 #9 da xxxgrimox
carissimo, perdonami ma a volte preferisco perdere un minuto per fare un nodo meglio piuttosto che rischiare :ok
concordo anche con l'asso diamond quello giallo pieno, veramente pastoso,
un 22/24 e vai :ok
Ringraziano per il messaggio: Giorgio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2015 18:23 #10 da Edo85
filo per shock leader - Risposta di: Edo85
ok grazie a tutti
Ringraziano per il messaggio: xxxgrimox

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.059 secondi

Per chi non lo conoscesse: "Gorreto" è un piccolo Comune della provincia di Genova in Liguria, al confine tra il Piemonte (provincia di Alessandria) e l'Emilia-Romagna con la provincia di Piacenza: questo "paesino" è ubicato alla confluenza del torrente Dorbera e del fiume Trebbia che, nell'alta valle ligure, si presenta con correnti, buche e bellissime lame d'acqua e nel quale è possibile esercitare tutte le tecniche di pesca, nelle "acque libere" e nelle "riserve di pesca" gestite con cura dall'Associazione Pescatori Val Trebbia. Così, venerdì 13 Giugno 2014, io (Bonez) assieme a 2 amici (Teo e Bonfi)

 Mercoledì 20 luglio 2011, io (Bonez), Pordo ed un amico siamo andati a testare i Laghi Blu Magenta (MI); si tratta di un lago dalle dimensioni medio/grandi in cui, data la sua grande profondità, si effettua la pesca alla trota tutto l’anno; anche durante i periodi più caldi come quello in cui siamo. Siamo giunti sul posto verso le ore 10 di mattina, dopo una bella macinata di 120 chilometri circa, e dato che era la prima volta in assoluto che ci trovavamo a pescare al Lago Blu Magenta, per quanto riguarda la scelta del

 Sabato 10 settembre 2011, io (Bonez) ed il Cavoz, abbiamo deciso di trascorrere la nostra mattinata in un altro lago della provincia di Brescia e più precisamente al lago Canada, che si trova a Borgosatollo (BS), a poco più di un chilometro di distanza dal laghetto del Cigno. Si tratta di un laghetto di forma quasi rettangolare, dalle medie dimensioni e piuttosto profondo, avente un’acqua abbastanza trasparente e fresca nel quale, ovviamente, si effettua la pesca alla trota tutto l’anno, anche durante i periodi più caldi dell’anno, come questo. Siamo arrivati a destinazione verso le

Laghi di Castello - Castel San Giovanni (PC) - 13/04/2019 Sabato 13 Aprile 2019, presso i Laghi di Castello di Castel San Giovanni (PC), si è svolto l 8° Raduno Macinator. Il Raduno Macinator, NON è una gara ma un'imperdibile: “pescata in compagnia” alla quale possono partecipare sia i più esperti pescatori che tutti coloro che si sono da poco approcciati alla pesca della trota in lago. Al Raduno Macinator è possibile partecipare pescando sia con le varie tecniche dello striscio, che a spinning e trout area. Non trattandosi di una competizione, al termine della pescata, non viene mai effettuato alcun conteggio del pescato

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: