Bugiardino e/o Ramarro

26/05/2015 14:05 #1 da Pietro
Bugiardino e/o Ramarro - discussione creata da: Pietro
Ciao ragazzi,
il caldo si avvicina e le trote vanno sempre più in profondità, mi sono armato di un bugiardino da 10gr + ramarro sempre da 10.
non ho mai usato questi 2 attrezzi...consiglio su come usarli? in che condizioni?
mi hanno detto di usare prima il bugiardino, se non si prende nulla si passa al ramarro

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 14:15 #2 da Bonez
Bugiardino e/o Ramarro - Risposta di: Bonez
Ciao Pietro; il ramarro da 10 è una zavorra non facile da manovrare, se non lo hai mai fatto, se non per una pesca a ridosso del fondo; è sufficiente infatti una piccola variazione della velocità di recupero o dell'intensità delle sbacchettate per perdere o guadagnare "quota" ed uscire dalla corsia di navigazione. Anche durante la fase di abboccata, con un ramarro da 10gr, può succedere di effettuare diversi lisci; pertanto il mio consiglio è quello di iniziare un bugiardino da 10gr il quale non è un gioco da ragazzi da tenere in perfetta corsia ma molto più semplice rispetto ad un razzetto da 10GR. Se ti accorgerai poi, di dover raggiungere la profondità desiderata in minor tempo, oppure di dover pescare appoggiato al fondo, oppure che le trote prediligono un recupero "veloce" allora potrai passare al ramarro da 10gr.

ciauuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 14:23 #3 da robiki
ti ha gia spiegato tutto il,grande capo non c'e niente da aggiungere l'unica cosa secondo me con il ramarro e' piu divertente.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 14:36 #4 da Pietro
il mio problema è "capire" se sto andando oltre la corsia di navigazione...con il bugiardino/ramarro recupero lento o veloce?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 14:54 #5 da WEACK82
Credo che con il bugiardino devi alternare pause e scatti improvvisi , il pesce ha uno stimolo in più per abboccare.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 15:06 #6 da Bonez
Bugiardino e/o Ramarro - Risposta di: Bonez

Pietro ha scritto: il mio problema è "capire" se sto andando oltre la corsia di navigazione...con il bugiardino/ramarro recupero lento o veloce?


Questo è un po' il problema di tutti soprattutto dei meno esperti... Soltanto con la pratica, l'esperienza e l'eventuale confronto con altri pescatori presenti è possibile capire se si stà gestendo correttamente il recupero oppure no...

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 15:09 #7 da DavideC

Pietro ha scritto: il mio problema è "capire" se sto andando oltre la corsia di navigazione...con il bugiardino/ramarro recupero lento o veloce?


Nn è tanto la velocità del recupero (anche se il ramarro dev'essere un pesca abbastanza veloce), ma la sbacchettata che anche nelle pause di recupero ti permette di rimanere alto...oppure di tenere la mangiata!:bye

IL GABBIANO Team Daiwa Milano

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 16:04 #8 da Sman
Bugiardino e/o Ramarro - Risposta di: Sman
Ho grossi dubbi sulla teoria caldo=a fondo. Lo leggo ovunque ma dove vado io sono a galla e lo erano anche da settembre a novembre poi sono scese col freddo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 16:39 #9 da robiki
dipende dalla profondita del lago ti posso assicurare che nel giro di 15 giorni nei laghi con profondita intorno ai 15 mt le trote vanno giu
e si peschera con i vari piombi estivi certo che se vai ai carcana il pesce lo trovi a galla anke al mese d'agosto.
ciao mia opinione personale

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/05/2015 16:40 #10 da Pietro
si sbacchetta a canna alta?
quindi un pò recupero ed un pò sbacchetto?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.055 secondi

Martedì 16 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz, in compagnia delle rispettive mogli, figlie e fidanzate, abbiamo deciso di trascorrere il dopo ferragosto in un bellissimo lago di pesca sportiva, che nessuno di noi aveva mai visitato prima, ma che ci è stato consigliato dal grande cornelli: il lago di Rogno. Si tratta di un lago dalle medio/grandi dimensioni e dalla elevata profondità, caratterizzato da un bel paesaggio circostante ed un’acqua talmente cristallina e pura al punto di permetterne la balneazione; esiste infatti una zona del lago delimitata da una grossa corda tenuta in

  Domenica 25 Marzo 2012, presso il laghetto: “La Trota nel Birreto” di Corno Giovine (LO), si è disputata la prima prova del Campionato Provinciale Individuale ed a Squadre della provincia di Lodi organizzata dalla società A.S.D. Pescasport Graffignana Milo. Non mi soffermo sulla descrizione del complesso in quanto è già stato recensito in altre occasioni, ma passo subito al “vivo” della manifestazione. Per quanto riguarda me (Bonez) e Pordo, facendo parte della società organizzatrice, il tutto ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di sabato 24 Marzo; quando verso le ore 18:45, dopo aver atteso

Perché dobbiamo rilasciare il luccio? Il luccio va rilasciato perché questo fantastico predatore sta scomparendo. Soffre l'inquinamento, soffre le reti dei pescatori di professione, soffre la crudeltà dei bracconieri, soffre i cosiddetti: “padellari”; ovvero coloro che non rilasciano nulla. In Italia ne sono rimasti pochi e soltanto in pochissimi ambienti. Quello che un tempo era al vertice della catena alimentare, è ormai diventato solo una cattura occasionale. Partiamo da un dato di fatto: per avere la certezza di non arrecare alcun, seppur minimo, danno ai pesci dovremmo evitare di andare a pesca. Nella pratica del Catch

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: