bombarde e razzetti con tubetto o astina storti

13/09/2015 21:39#1da Nesci
Ciao ... volevo chiedere se con bombarde o razzetto con asta storta in azione di pesca influisce sul recupero ... e se era bossibile laddrizzare

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/09/2015 23:08#2da SUPERUNIT

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2015 08:10#3da Bonez

Nesci ha scritto: Ciao ... volevo chiedere se con bombarde o razzetto con asta storta in azione di pesca influisce sul recupero ... e se era bossibile laddrizzare


Ciao, si tratta più che altro di un fattore estetico; raddrizzale un pochino a mano ed utilizzale senza problemi.

ciauuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2015 15:18#4da xxxgrimox
magari aiutati con del calore, prendi il fornello piccolo accendilo al minimo, oppure anche l'accendino, avvicina l'astina quanto basta che si scalda e ti permetta di piegarla,
chiaramente se sono pieghe brute o evidenti, altrimenti se è appena inclinata che manco si vede non dovrebbe influire alcunchè oppure delicatamente dagli una raddrizzata a mano

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2015 17:36#5da overkill
con le bombarde e tris: tenendole dalla parte della zavorra ti metti sul fornello piccolo a casa mantenendola in verticale con l'astina verso il calore, ad una distanza tale che si scaldi senza sciogliersi , vedrai che con la forza di gravità si raddrizzerà da sola, attento solo a non scaldarla troppo per evitare che cominci a colare ed una volta che la togli dal calore, mantienila ancora un minutino nella stessa posizione intanto che si raffredda. stai solo molto attento alla velocità di riscaldo, vedrai che quando arrivi al momento topico si raddrizza in un'attimo e devi essere svelto a toglierti x evitare di fallarla.
con i razzetti la tecnica non riesce, hanno l'astina troppo fine e si cola subito!

nicola bs

termovapor majora intelligent fishing

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/09/2015 18:30#6da Nesci

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/09/2015 20:00#7da Lucadago
Se non sono molto storte e a mano non vengono puoi usarle così tranquillamente.
Se proprio vuoi provare con il calore come spiegato dovresti riuscire!!!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.048 secondi

Indipendentemente dalla stagione, in presenza di laghi di piccole dimensioni o comunque in tutti i casi in cui le trote stazionano nei primi 20-30 metri d’acqua dalla sponda, una lenza a piombino o una a catenella costituiscono una delle soluzioni migliori, e più redditizie, per la pesca alla trota in lago."Piombo"è il termine più diffuso, molto generalizzato, che l'agonista, o comunque la maggior parte dei pescatori, utilizza per far riferimento alla zavorra che si utilizza per la costruzione di una lenza. Come dice la parola stessa, si tratta di un cilindretto di piombo,

Per chi non lo conoscesse: "Gorreto"è un piccolo Comune della provincia di Genova in Liguria, al confine tra il Piemonte (provincia di Alessandria) e l'Emilia-Romagna con la provincia di Piacenza: questo "paesino" è ubicato alla confluenza del torrente Dorbera e del fiume Trebbia che, nell'alta valle ligure, si presenta con correnti, buche e bellissime lame d'acqua e nel quale è possibile esercitare tutte le tecniche di pesca, nelle "acque libere" e nelle "riserve di pesca" gestite con cura dall'Associazione Pescatori Val Trebbia. Così, venerdì 13 Giugno 2014, io (Bonez) assieme a 2 amici (Teo e Bonfi)

Sabato 17 settembre 2011, io (Bonez), Cavoz e Soffritto, abbiamo deciso di fare una pescata in un laghetto piccolo e ci siamo così recati al laghetto di Roccafranca (BS). Muniti di navigatore, dato che nessuno di noi era mai stato in quel lago, siamo giunti a destinazione verso le ore 7:10 del mattino e nonostante fosse abbastanza presto, la prima metà del laghetto era già occupata, su entrambe le sponde, da parecchi pescatori. Così, dopo aver effettuato il biglietto, ci siamo posizionati in una posizione quasi “obbligata”; precisamente a circa metà del lago sulla sponda opposta

 Uno dei più grandi colossi del mondo della pesca: “Daiwa” già presente con differenti “succursali” nei vari paesi del mondo, nel corso del 2014, ha modificato ulteriormente il proprio assetto strutturale ed organizzativo dando vita, anche a: “Daiwa Italy”. Questa strategia commerciale ha avuto quindi impatto anche sulla società italiana che si è sempre occupata di progettare, realizzare e commercializzare canne e prodotti a marchio Team Daiwa: la “Fassa S.p.A.” la quale trasformandosi in: “Fassa S.r.l.” ha scelto di continuare, come del resto ha sempre fatto, a sviluppare canne ed attrezzature per la pesca con

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: