Amo ad occhiello

09/10/2015 14:31#1da lucaodex
Amo ad occhiello - discussione creata da: lucaodex
Ciao a tutti,
per la pesca della trota che differenza c'è ad usare un amo ad occhiello piuttosto che uno a paletta ?

Grazie,
Luca

Liuk

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/10/2015 15:14#2da WEACK82
Amo ad occhiello - Risposta di: WEACK82
Secondo me a paletta l innesco va meglio mentre l occhiello e più rotondo e rischia di romperla :bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/10/2015 15:19#3da lucaodex
Amo ad occhiello - Risposta di: lucaodex
Immaginavo che il discorso fosse legato all'innesco.

Ci sono altri motivi ?

Luca

Liuk

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/10/2015 17:26#4da xxxgrimox

lucaodex ha scritto: Immaginavo che il discorso fosse legato all'innesco.

Ci sono altri motivi ?

Luca


dipende che inneschi, le camole scordatele,
ma se inneschi vermi o esche siliconiche, basta trovare dopotutto ami ad occhiello non eccessivamente erti,
tipo mr300 di colmic o il kaptura sode ring, ad esempio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/10/2015 21:19#5da pensio55
Amo ad occhiello - Risposta di: pensio55
il 229 della tubertini nelle misure più grandi lo consiglia per la trota lago
io comunque preferisco la paletta :bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/10/2015 12:41#6da Giorgio
Amo ad occhiello - Risposta di: Giorgio
Emilio sono del tuo stesso parere , per lo striscio amo a paletta per sempre : almeno per le esche delicate .
Con le siliconiche hai più margine di manovra...........:occhiolino

Ciao :bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese
Ringraziano per il messaggio: pensio55

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/10/2015 15:21#7da faustoasso
Per quanto può valere posto la mia esperienza ; ho sempre preso ami già legati , per comodità e principalmente perchè la vista è quello che è.Visto che invece non ho nessun problema a fare il nodo "palomar"recentemente dai "cinesi" ho preso una scatolina con un centinaio di ami ad occhiello di misure varie ma, che ben si avvicinano alle classiche misure per trota e dal costo che ora non ricordo ma veramente irrisorio.Certo non hanno le curve degli ami più noti e in voga ma la classica curvatura tonda. A casa li ho presi e con due pinzette ho storto un pelo la punta rispetto all'asse del gambo.Durante questa operazione devo dire che un paio ( su 100 ) si sono rotti. Sabato 10 ho avuto occasione di usarli e per le mie esigenze(pesca ad ore da neofita) devo dire di non aver avuto nessun problema, nessun liscio, nessuna rottura( pesce attorno al 1\2 Kg )
Usavo pastella e perciò nessun problema di innesco, andava a coprire il gambo e anzi l'occhiello aiutava a trattenere la pastella magari anche su lanci un pochino forzati.Io li tengo volentieri a portata di mano :occhiolino:bye

Fausto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/10/2015 11:10#8da Giorgio
Amo ad occhiello - Risposta di: Giorgio
Ciao Fausto , con pastella ,falcetti , vermoni ed esche siliconiche in genere l'amo ad occhiello rappresenta una valida alternativa :ok ,specie per chi ha problemi di vista (anche io non sono più un giovanotto) ; riguardo agli ami già montati, se uno non fa gare e prende ami montati di qualità non dovrebbe avere nessun problema.
Comunque io ho risolto con una macchinetta manuale per montarmi gli ami da solo ,nonostante la vista non più perfetta.
Ciao e buona giornata :bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.050 secondi

Sabato 12 Aprile 2014, presso il laghetto: "Il Fontanone New" di Chignolo Po' (PV), si è svolto il tanto atteso: "3° Raduno Macinator": una bellissima giornata da trascorrere in compagnia altri utenti Macinator e della fantastica passione che li accomuna: "La pesca della trota lago". Questa magnifica giornata, dalle favorevoli condizioni meteo, ha avuto inizio verso le ore 7 del mattino quando, uno dopo l'altro, tutti i partecipanti sono giunti sul posto. Fin dall'inizio si "respirava" un'aria di festa che anche il lago stesso sembrava percepire; la sua superficie, infatti, appariva increspata ed in continua

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Domenica 25 Settembre 2011, io (Bonez), Pordo e Teo, siamo andati a fare una pescata nel, non lontano da noi, laghetto Passoguado di Quinzano d’oglio (BS). Si tratta di un laghetto dalle piccolissime dimensioni, caratterizzato da una cascata presente in uno dei quatto angoli, provocata da un piccolo fiumiciattolo che alimenta il lago; ed è proprio grazie all’acqua fresca di questo fiume che, assieme all’abbassarsi delle temperature ha permesso l’immissione delle trote anche in questo periodo, nonostante la bassa profondità del lago che raggiunge all’incirca i 2,50 metri nei punti più profondi. Noi tutti conoscevamo

Venerdì 16 Marzo 2012, io (Bonez) e Pordo abbiamo deciso di fare una pescatina pomeridiana e, considerato che avevamo in programma di fare qualche piccolo acquisto dal nostro amico Brandazza di Gragnano, abbiamo deciso di recarci a testare i laghi di Tuna. Questo bel complesso sito a Tuna di Gazzola (PC) è costituito da 3 differenti laghi, ma solamente in uno dei tre si effettua pesca sportiva alla trota; ossia in quello situato sotto la gradinata che si trova immediatamente fuori dal bar. Si tratta di un lago, con un’acqua non particolarmente limpida,  profondo al

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: