Filo fluorocarbon 0,25

07/11/2015 07:02 #1 da Armando
Filo fluorocarbon 0,25 - discussione creata da: Armando
Buondi',ho comperato degli ami e mi sono arrivati con il filo fluorocarbon dello 0,25 si possono usare o è meglio buttare il filo e rifare il finale?
Grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/11/2015 10:36 #2 da IvanC
Filo fluorocarbon 0,25 - Risposta di: IvanC
Ciao,per pescare a striscio io rifarei il finale perchè un filo solttile favorisce la miglior
rotazione dell'esca (compromesso migliore rotazione/resistenza 0.16 secondo me),
se devi pescarci a fondo lo 0.25 in fluorocarbon secondo me lo puoi anche tenere.
In caso di lenza a galleggiante vale quanto ti ho detto per lo striscio perchè comunque
il galleggiante va solleciato e quindi l'esca si muove,in questo caso ti basteranno però
solo 30 cm di finale dello 0.16,mentre per lo striscio la lunghezza del finale deve essere
funzionale alla lenza che stai usando. :bye
Ringraziano per il messaggio: Armando

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/11/2015 10:41 #3 da giuliano
Ma non hai visto quando li hai comprati che era del 0, 25 ? Ma l'amo che numero è . :bye
Ringraziano per il messaggio: Armando

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/11/2015 11:06 #4 da Armando
Amo del 6 li avevo comperati con filo 0,18 siccome sono pochi non mi conviene mandarli indietro
Ciao e grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/11/2015 12:03 #5 da xxxgrimox
quando c'è un errore, di solito se il commerciante è onesto, si accolla la spesa del ritiro....
Ringraziano per il messaggio: Armando

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

07/11/2015 13:53 #6 da Bonez
Filo fluorocarbon 0,25 - Risposta di: Bonez
Confermo il fatto che un diametro dello 0,25 è un po' eccessivo per la trota lago...

ciauuuuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: Armando

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.047 secondi

  Il luccio: predatore per eccellenza di acqua dolce. Caratterizzato da una bocca particolarmente pronunciata con un “becco” a papera dotato di denti estremamente affilati. Ama sostare al riparo attorno a qualsiasi tipo di vegetazione acquatica in attesa della sua preda nei confronti della quale tende agguati rapidi e violenti. Si nutre di altri pesci, a volte anche di dimensioni simili a se stesso. Può raggiungere delle taglie da capogiro ed innescare duelli molto avvincenti nonché attaccare l’esca con incredibile forza e, non sono rari, anche salti fuori dal pelo dell’acqua. La tecnica di pesca

Dato il successo ottenuto con il "2° Raduno MACINATOR", caratterizzato anche dalla mia assenza, a causa dell'infezione che mi ha colpito: la varicella e considerate le numerose richieste che ho ricevuto nei giorni seguenti all'evento passato ho così deciso di riproporre, entro tempi brevissimi, la manifestazione intitolandola: "REMAKE 2° raduno MACINATOR". Un evento così speciale meritava anche un luogo altrettanto speciale; e per non essere ripetitivo, ho così scelto come "teatro" di questa manifestazione la bellissima struttura: "Lago Verde" sito in loc. Mortizza (PC): un bellissimo complesso costituito da 2 laghi uno grande ed uno piccolo

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

Lunedì 22 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz, in occasione del compleanno di Pordo, ci siamo recati al lago 3 Sport che si trova a Seguo di Settimo Milanese (MI): un lago di medie dimensioni e dalla elevata profondità, che consente alle trote di sopravvivere anche durante i periodi più caldi dell’anno. Si tratta di un complesso piuttosto spartano, dall’acqua non particolarmente limpida, nel quale abbiamo scelto di festeggiare questo compleanno, per il fatto che, in questo periodo, se ne sentiva parlare molto bene ovunque ed era una meta consigliata da molti pescatori. Giunti

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: