Bombarda affondante?

27/11/2015 09:41#1da Sim21
Bombarda affondante? - discussione creata da: Sim21
Ciao a tutti!
Ditemi se sbaglio...in laghi con una profondità di 3 metri se vogliamo fare una pesca estiva non bastano bombarde con G3-G4-G5 che comunque stazionano a mezz'acqua e se si lasciano scendono anche oltre,invece di utilizzare delle G7?..poi ovviamente se andremo a pescare con profondità 7-8 metri allora andremo direttamente sulle affondanti,ma comunque 3 metri non sono molti

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

27/11/2015 10:03#2da Bonez
Ciao Sim21, se in un lago profondo 3 metri si riesce a fare una pesca estiva significa che ha un ricambio costante d'acqua fredda altrimenti le trote non sopravviverebbero; in situazioni come questa, in estate, le trote saranno con tutta probabilità in superficie.

ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

27/11/2015 10:52#3da Sim21
Si il ricambio con l'acqua fresca c'è!...comunque per quanto riguarda il mio ragionamento con la bombarda è giusto o sbagliato? visto che c'è poco profondità posso usare anche una bomarda da mezza'acqua e in caso farla scendere un pochino di più? :fishing

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

27/11/2015 11:22#4da Bonez
Si, per pescare sul fondo, ad una profondità di 3 metri una bombarda G4-G5 può bastare; se vuoi risparmiare tempo in calata e se le trote "corrono" puoi aumentare leggermente il G.

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

27/11/2015 11:28#5da Sim21
Perfetto...anche questo dubbio è andato via..grazie 1000!!!!!!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.043 secondi

Lago Verde (PC) - 29/04/2017 Sabato 29 Aprile 2017, presso il Lago Verde di Piacenza (PC), si è svolto il: “6° Raduno Macinator”: una piacevole giornata trascorsa tra amici, sulle sponde di un lago, pescando. Ci tengo a precisare, ancora una volta, che il Raduno Macinator NON è una gara ma una divertente pescata in compagnia alla quale TUTTI possono partecipare. Un’occasione per rincontrare “vecchi” amici, per conoscerne di nuovi e per scambiarsi opinioni utili per migliorarsi accrescendo così le proprie conoscenze ed abilità di pesca sportiva. Si tratta di un evento al quale tengo particolarmente,

Domenica 12 giugno, presso il Lago Smeraldo di Langhirano (PR), si è svolta una bellissima gara aperta a 60 coppie che pescavano alternativamente sullo stesso picchetto; proprio per questo alcuni concorrenti hanno deciso di parteciparvi individualmente pagando ovviamente la quota d’iscrizione doppia. La manifestazione prevedeva il rilascio di ben 7 quintali di trotelle da gara (circa 10/12 pesci per ogni Kg) ed è stata suddivisa in 10 spostamenti; ognuno dei quali prevedeva il doppio turno di pesca: prima pescava il concorrente n°1 e poi il concorrente n°2 di ogni coppia. Giunti sul posto, a noi

A differenza di quanto possa trapelare dal suo aspetto minaccioso, il luccio è un pesce estremamente delicato. Ecco perché una volta allamato e dato che lo DOBBIAMO rilasciare, è meglio recuperarlo velocemente (a meno che non sia stato catturato ad una discreta profondità). Una volta nel guadino, nonostante possano sussistere buone intenzioni, soprattutto quando si ha poca esperienza alle spalle, può capitare si commettano gravi errori nel maneggiare un luccio. Occorre quindi essere ben preparati e consapevoli del fatto che: oltre alla successiva sopravvivenza del pesce vi è in gioco anche l’incolumità delle nostre dita.

Ti sei mai trovato in presenza di trote, particolarmente svogliate, che stazionano ferme in superficie e che ignorano qualsiasi cosa gli passi davanti? In situazioni come questa, il mio consiglio è quello di provare ad innescare una camola alla "svizzera". Il suon innesco è piuttosto semplice: si inizia infilando l'amo a circa metà della pancia per poi far fuoriuscire la punta dalla coda o dalla testa (a seconda della direzione dell'innesco).   Fai ATTENZIONE! Si tratta di un innesco particolarmente delicato che richiede un po' di esperienza, e la dovuta accortezza, sia nella fase di innesco che durante il

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: