Ma voi ogni quanto li cambiate (monofilo, terminali, ami, girelle...)?

24/02/2017 10:22#1da abulgher
Carissimi ho una domanda che rimugino spesso nella testa e a cui non so rispondere. Ovvero, ogni quanto rinnovate le varie parti dell'attrezzatura? Non faccio gare e pesco ad ore un paio di volte al mese, quindi non sono certo un assiduo pescatore.

1. il monofilo sul mulinello. Partiamo da qui. Ogni quanto lo cambiate? Mediamente una volta all'anno? In settimana ho ripreso in mano un mulinello che non usavo da parecchio e che avevo imbobinato diciamo nell'estate 2015. Il filo (JTM Proton 0.16) mi è sembrato debole e al tatto risultava ruvido, non liscio come quando era nuovo. L'ho sostituito senza pensarci. Nessuno a mai provato a rimbobinarlo al contrario? In fondo usiamo solo i primi 50 - 60 m di filo e normalmente ne mettiamo almeno 150 m. Magari i primi 60 sono da buttare, ma gli ultimi 60 sono ancora buoni. Da qui la mia idea di imbobinare al contrario.

2. il monofilo ancora da imbobinare. Quando ho rimbobinato il mulinello, mi sono reso conto che il monofilo nuovo che andavo a mettere arrivava dalla stessa bobina da cui avevo preso quello di prima. Avevo trovato una buona offerta per 1000 m di filo e lo avevo acquistato. Quanto dura il filo se non viene usato e se conservato al buio e asciutto?

3. i terminali. Quando torno da una sessione di pesca, lo controllo e al tatto sento se è bello lineare e senza "segni". Se è così allora lo riuso, altrimenti lo butto. Voi lo cambiate sempre ad ogni uscita? Anche se ci avete fatto un solo lancio?

4. le girelle. In generale non le butto mai, ogni tanto mi capita di perderle. Voi le sostituite ogni tanto?

5. gli ami. Uso quasi esclusivamente ami Gamakatsu di ottima qualità. Quando butto un terminale usato, faccio la prova del dito. Se l'amo punge ancora, allora lo rimonto su un altro terminale, altrimenti lo butto. Mi è capitato di trovare un paio di ami in cui la paletta fosse rovinata: un angolino in alto si era spezzato, forse a causa dello slamatore. Ho buttato subito l'amo perché temevo che durante l'eventuale recupero di un pesce lo sfregamento del filo sulla parte rovinata avrebbe potuto spezzarlo. Voi come vi regolate?

Grazie mille a chi vorrà rispondere e condividere la propria esperienza. Un saluto a tutti!

Petri heil!
Toto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/02/2017 10:57#2da Bonez
Ciao abulger, premesso che le tempistiche variano in base all'utilizzo, alla qualità dei materiali utilizzati ed alle condizioni di conservazione, ti dico, in linea di massima come mi comporto io:

1. Uso Jtm Proton e lo cambio ogni anno e mezzo o 2 a meno che noto un particolare indebolimento.
2. Se viene conservato al buio ed all'asciutto si mantiene per anni.
3. Sostituisco i terminali solo quando mi rendo conto che sono stati usurati parecchio come ad esempio quelli delle canne utilizzate in partenze di gara, ecc altrimenti lo mantengo.
4. Sostituisco le girelle solo se le perdo o se si "bloccano" ma non succede quasi mai con girelle di qualità
5. Uso anch'io ami di qualità Gamakatsu e non butto l'amo ogni volta che sostituisco un terminale a meno che non sia stato particolarmente usurato.

ciauuuuuuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: bomber, abulgher

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/02/2017 11:31#3da abulgher
se quelli sono i tuoi ritmi, con tutte le pescate e le gare che fai... a me dovrebbero durare quasi in eterno :)

Grazie per la risposta!

Petri heil!
Toto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

25/02/2017 13:22#4da Justo
Ciao, pescando la trota o a bolognese sostituisco il filo una volta all'anno, mentre pescando all'inglese potrà sembra strano ma un filo di un paio di anni affonda molto meglio di uno nuovo...... e poi conservati al buio durano molti anni!! 2, il filo se lo custodisci al buio ti dura anche 10 anni!! 3, i terminali nonostante uso solo prodotti di qualità li cambio ad ogni pescata, purtroppo questa è una mia fissazione!!! 4, le girelle anche io ad eccezione di perderle non le cambio mai, anno una vita lunghissima!! 5, gli ami se non sono rovinati gli riutilizzo tranquillamente!!
Ringraziano per il messaggio: bomber

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

08/03/2017 19:29#5da xxxgrimox
1) uso quasi sempre shimano technium o clolmic feeder pro, ruotando muli finche un filo non è arrivato non lo tolgo, quindi può capitare che su un mulo usato molto stia li per 3 anni o su un mulo usato poco stia li per 10, poi dipende sempre che filo è ma da un pò a questa parte preferisco acquistare pochi fili e di qualità per pecche dove il filo è molto stressato

2) se conservato al buio in genere dura anni

3) se il terminale non presenta nodini o imperfezioni sfregamenti o rovina o attorcigliamenti che ossonocapitare lo tengo anche per pescate successive

4) in genere le girelle non le cambio a meno che non si perdano o rompano o siano difettate

5) ami se non sono spuntati storti o deformati o rotti non li cambio li rilego per i terminali successivi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.049 secondi

Venerdì 24 febbraio io(Pordo) e Teo,nonostante l’assenza dovuta al lavoro del Bonez e le indiscrezioni riguardo l’assenza quest’anno di prestigiosi marchi del settore,ci siamo recati a Bologna per assistere al fishingshow 2012! Dopo aver parcheggiato a circa 1,5 km di distanza causa costo dei parcheggi limitrofi la fiera che era di 16 EURO,giunti all’ingresso principale abbiamo potuto constatare che il padiglione dove quest’anno si svolgeva il fishingshow era diverso da quello degli anni precedenti cosi che per raggiungere il padiglione 36 all’ingresso Nord Michelino abbiamo dovuto prendere un trenino gratuito che ci ha accompagnato dinnanzi

Venerdì 3 giugno 2011, abbiamo testato il lago delle sette fontane di Castelletto di Leno (BS); giunti sul posto abbiamo dato uno sguardo veloce al lago e tenendo conto della regola del vento e della presenza di altri pescatori in quel punto abbiamo scelto la nostra zona di pesca; ossia la sponda corta del lago opposta rispetto all’ingresso. Non conoscendo affatto il lago e considerata la stagione abbiamo iniziato la nostra battuta di pesca con una bombarda da 20gr della fassa banda blu, e dato che non conoscevamo la profondità del lago abbiamo effettuato un

Indipendentemente dalla stagione, in presenza di laghi di piccole dimensioni o comunque in tutti i casi in cui le trote stazionano nei primi 20-30 metri d’acqua dalla sponda, una lenza a piombino o una a catenella costituiscono una delle soluzioni migliori, e più redditizie, per la pesca alla trota in lago."Piombo"è il termine più diffuso, molto generalizzato, che l'agonista, o comunque la maggior parte dei pescatori, utilizza per far riferimento alla zavorra che si utilizza per la costruzione di una lenza. Come dice la parola stessa, si tratta di un cilindretto di piombo,

Laghi di Castello - Castel San Giovanni (PC) - 13/04/2019 Sabato 13 Aprile 2019, presso i Laghi di Castello di Castel San Giovanni (PC), si è svolto l 8° Raduno Macinator. Il Raduno Macinator, NON è una gara ma un'imperdibile: “pescata in compagnia” alla quale possono partecipare sia i più esperti pescatori che tutti coloro che si sono da poco approcciati alla pesca della trota in lago. Al Raduno Macinator è possibile partecipare pescando sia con le varie tecniche dello striscio, che a spinning e trout area. Non trattandosi di una competizione, al termine della pescata, non viene mai effettuato alcun conteggio del pescato

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: