La lenza e la cura dei piccoli particolari per grandi risultati

20/04/2017 09:06 #1 da Bonez
Prosegue la pubblicazione degli articoli della rubrica ABC trota lago questa volta con un approfondimento dal titolo: "Piccoli particolari per grandi risultati". Scelta dell'amo, dimensioni, caratteristiche, cura dei minimi particolari, nylon o fluorocarbon? Questi ed altri argomenti affrontati nell'articolo raggiungibile anche semplicemente cliccando QUI .

Per i vostri eventuali dubbi sono qui a disposizione.

ciauuuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2017 11:34 #2 da Rino
Caio Bonez ho letto l'articolo su Pianeta Pesca, l'unica cosa che non mi è chiara è il disegno della bombarda in quanto tra la bombarda e la girella tripla vedo una molla:thoughtful .. Sembrerebbe la stessa che si usa nelle sonar.
Ha la stessa funzione della perlina salva nodo? Ciao e grazie

**********
Ettore

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2017 11:46 #3 da Bonez
Ciao Rino, la molla che vedi tra la girella e la bombarda ha la stessa identica funzione della classica perlina salva nodo. Non si tratta della stessa molla utilizzata per la realizzazione di catenelle di sonar, bensì di una molla conica e di dimensioni maggiori in grado di ammortizzare i colpi di zavorre di peso "importante" salvaguardando così il nodo fatto sulla girella in modo da garantire sempre un'ottima tenuta.

Spero di essere stato più chiaro.

ciauuuuuuuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: bomber, Rino

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.048 secondi

In questo articolo mi limito a rendere pubblico un ritaglio di giornale tratto dal quotidiano: "Il Cittadino del lodigiano" www.ilcittadino.it edizione di Sabato 10 Marzo 2012 e dedicato alla prima gara a trote organizzata dalla A.S.D. Pescasport Graffignana presso il laghetto: "La Trota nel Birreto" di Corno Giovine (LO). {gallery width=400 height=500 captions=boxplus.hover}notizie_giornale/1_gara_coppie_graffignana.jpg{/gallery}

  Il luccio: predatore per eccellenza di acqua dolce. Caratterizzato da una bocca particolarmente pronunciata con un “becco” a papera dotato di denti estremamente affilati. Ama sostare al riparo attorno a qualsiasi tipo di vegetazione acquatica in attesa della sua preda nei confronti della quale tende agguati rapidi e violenti. Si nutre di altri pesci, a volte anche di dimensioni simili a se stesso. Può raggiungere delle taglie da capogiro ed innescare duelli molto avvincenti nonché attaccare l’esca con incredibile forza e, non sono rari, anche salti fuori dal pelo dell’acqua. La tecnica di pesca

Come da tradizione, a partire dal 2012, ogni anno, ci si ritrova, assieme agli utenti Macinator che decidono di partecipare, sulle sponde di un lago per trascorrere una piacevole giornata in compagnia della nostra passione comune: la pesca della trota in lago; così, sabato 2 Maggio 2015, presso il laghetto: "Al Tiro" di Martinengo (BG), si è svolto il tanto atteso: "4° Raduno Macinator". Per quanto mi riguarda, ogni Raduno Macinator, considerata la sua importanza e considerati tutti i dettagli organizzativi, inizia qualche mese prima rispetto al giorno in cui ci si ritrova ma l'aspetto più bello è

Tipicamente un pesce solitario, territoriale ed aggressivo, staziona spesso al riparo tra la vegetazione scrutando l’ambiente circostante in attesa della sua preda. Ha un comportamento di caccia molto tipico; è in grado di rimanere fermo nell’acqua muovendo i raggi finali delle pinne dorsali e le pinne pettorali. Il luccio ha l’abitudine di sferrare il suo attacco aggredendo la preda lateralmente. Una volta stretta nella morsa della sua bocca, grazie ai suoi oltre 600 affilatissimi denti, rivolti all’indietro, la immobilizza per poi “girarla” ed inghiottirla. Si alimenta di altri pesci, rane, topi ed è anche affetto da

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: