Differenza bombarde Tubertini Pro.

30/08/2017 05:10#1da Alex822
Salve ragazzi.
A parita' di peso e di fattore G, potreste dirmi gentilmente quali sono le reali differenze in pesca, tra questi due modelli di bombarde?


Pro Suspende: Serie di bombarde, estremamente sensibili, ad assetto orizzontale di affondamento durante il recupero e leggera inclinazione del bulbo, verso il fondale, a filo molle. Studiate e progettate dai campioni G. Soffritti e M. Venturelli per evitare il rilascio dell’esca, da parte della trota, causato dalla trazione delle bombarde classiche.

Pro Speedy: Serie di bombarde, estremamente sensibili, ad assetto orizzontale di affondamento durante il recupero e leggera inclinazione dell’astina, verso il fondale, a filo molle. Studiate e progettate dai campioni G. Soffritti e M. Venturelli per evitare il rilascio dell’esca, da parte della trota, causato dalla trazione delle bombarde classiche. Permette un recupero veloce mantenendo l’assetto orizzontale.


Tralasciando i modelli con un affondamento relativamente elevato, prendendo per esempio la Pro Speedy 1 da 20GR(G2) e la Pro Suspende 1 da 20gr(G2), in linea teorica, quando e' consigliato optare per la Speedy o per la Suspende?
Essendo entrambe delle bombarde da superficie e' logico che il pesce tendera' ad attaccare l'esca in linea retta o dal basso verso l'alto, ma allora perche' questa leggera differenza tra i due modelli?
Questa leggera differenza e' forse collegata al tipo di recupero e alla posizione(al livello dell'acqua o da sponde alte) della postazione di pesca?
Pescando in superficie da sponde alte, quale modello tra le due scegliereste?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/09/2017 01:18#2da Alex822
Up.:risata
Possibile che nessuno conosca le reali differenze pratiche e teoriche tra le due serie?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/09/2017 20:56#3da MarcoAFF
provo a dirti la mia considerazione

la differenza da quel che si capisce sta solo nel momento in cui lasci affondare o comunque non recuperi e quindi lasci il filo "lento".
Con una, in quei momenti, la bombarda viene verso di te, quindi il terminale rimane più o meno in tiro, anzi dovrebbe anche trainarlo quindi la camola rimane in movimento, al ricominciaredel recupero in pratica andrai solamente a recuperare il filo in eccesso tra canna e bombarda.

Con l'altra, a mulinello fermo avrai l'amo fermo e la bombarda che andrà leggermente verso di esso, quindi la camola rimarrà sul posto, così facendo se hai il filo molle tra canna e bombarda lo vedrai che andrà a mettersi in tiro da solo poco alla volta, molto confondibile con il normale affondamento, perciò al riprendere del recupero sentirai subito la bombarda e poi dovrai solo riaddrizzare il terminale che sicuramente avrà fatto una parabola dato che la bombarda andrà verso di essa ma probabilmente affonda molto piu veloce quindi è come se ci andasse sotto.

probabile che abbia detto una grossa cavolata ma questo è quello che si capisce
Ringraziano per il messaggio: Alex822

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2017 17:40 - 14/09/2017 17:42#4da lucabenve
La pesca è una cosa molto pratica
Per assurdo pur conoscendo le bombarde e sapendo quando l'una o l'altra potrebbe dare un vantaggio ci sono variabili che nn si possono calcolare, la mangiata del pesce ad esempio o come vuole la presentazione dell'esca

Il consiglio mio è quello di nn prenderle entrambe prendi solo quelle con cui ti trovi bene o che servono per completare la tua attrezzatura

pro Speedy affondano molto piatte e senza spostare troppo l'esca
La bombarda cala piatta verso il pescatore ma l'esca resta piuttosto ferma, difficile che ci sia un rifiuto dell'esca perché si sentono "tirare"
Le versioni "sgrammate" sono spesso micidiali, quella color rosso e oro se nn sbaglio

Una bombarda invece che cala di "culo" tende a far scappare l'esca se lavora in superficie mentre se lavora sul fondo, vedi moretto o bugiardino, mantiene la corsia più facilmente e da contatto diretto con l'esca
Alle trote spesso piace vedere la camola che scappa, come succede con la Bax, se saputa interpretare funziona alla grande ma ci vuole trote non troppo indolenti

La cosa fondamentale è sempre e comunque conoscere quello che si usa... Ci vuole consapevolezza di quello che si sta facendo altrimenti nn si va da nessuna parte

LUCA BENVENUTI - FIRENZE TROTA LAGO
Ringraziano per il messaggio: Alex822

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/09/2017 01:33 - 15/09/2017 01:42#5da Alex822
Grazie a entrambi sia per le considerazioni che per i consigli.
Per la pesca in superficie, quale tra i due modelli ritenete piu' idoneo ?

Come afferma Luca "La cosa fondamentale è sempre e comunque conoscere quello che si usa... Ci vuole consapevolezza di quello che si sta facendo altrimenti nn si va da nessuna parte", infatti e' proprio questo il motivo che spinge la mia curiosita' ad comprendere bene l'attrezzatura che ho tra le mani.

Conosco abbastanza bene la differenza tra l'assetto di punta, di coda e orizzontale, ma queste Tubertini Pro sono piu' che altro degli ibridi.
A come ho capito sia le Pro Suspende che le Pro Speedy pur facendo parte di quelle bombarde ad assetto orizzontale di affondamento durante il recupero, a filo molle hanno una leggera predisposizione all'assetto di punta per la Pro Suspende( leggera inclinazione del bulbo, verso il fondale) e all'assetto di coda per la Pro Speedy(leggera inclinazione dell’astina, verso il fondale), quindi dovrebbero avere entrambe la tendenza ad affondare molto piatte e senza spostare troppo l'esca.

lucabenve ha scritto: pro Speedy affondano molto piatte e senza spostare troppo l'esca
La bombarda cala piatta verso il pescatore ma l'esca resta piuttosto ferma, difficile che ci sia un rifiuto dell'esca perché si sentono "tirare"
Le versioni "sgrammate" sono spesso micidiali, quella color rosso e oro se nn sbaglio

Una bombarda invece che cala di "culo" tende a far scappare l'esca se lavora in superficie mentre se lavora sul fondo, vedi moretto o bugiardino, mantiene la corsia più facilmente e da contatto diretto con l'esca
Alle trote spesso piace vedere la camola che scappa, come succede con la Bax, se saputa interpretare funziona alla grande ma ci vuole trote non troppo indolenti

Scusa Luca, ma non e' proprio la Pro Speedy che tende ad affondare di coda/culo o verso l'astina?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/09/2017 08:40 - 15/09/2017 08:43#6da lucabenve
Pro Speedy se lasci il filo lento cala leggermente verso la sponda
Quindi con una leggera flessione dell'asta verso il basso
Che poi è la spiegazione che danno anche sul catalogo

Mirco per lo più usa queste ed anche noi in società negli anni abbiamo iniziato ad usarle, quelle che vanno di più sono le Guerra ma le tubertini pro Speedy sono molto vicine
Nei nostri laghi ci sono 2 o 3 bombarde che funzionano molto bene

LUCA BENVENUTI - FIRENZE TROTA LAGO

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/09/2017 04:07 - 18/09/2017 04:10#7da Alex822
Appunto Luca , la Pro Speedy a filo molle presenta una leggera inclinazione dell'astina verso il fondale, quindi anche se in modo leggero e non esasperato, puo' essere definita una bombarda ad assetto di coda che tende a "trainare" leggermente l'esca verso di noi.
Avevo semplicemente frainteso questa tua esposizione:

ucabenve ha scritto:
pro Speedy affondano molto piatte e senza spostare troppo l'esca
La bombarda cala piatta verso il pescatore ma l'esca resta piuttosto ferma, difficile che ci sia un rifiuto dell'esca perché si sentono "tirare"
Le versioni "sgrammate" sono spesso micidiali, quella color rosso e oro se nn sbaglio

Una bombarda invece che cala di "culo" tende a far scappare l'esca se lavora in superficie mentre se lavora sul fondo, vedi moretto o bugiardino, mantiene la corsia più facilmente e da contatto diretto con l'esca
Alle trote spesso piace vedere la camola che scappa, come succede con la Bax, se saputa interpretare funziona alla grande ma ci vuole trote non troppo indolenti

in cui per per "culo" :spancia ti riferivi certamente al bulbo, quindi all'assetto "cadente" di punta, che anche se in modo estremo e' tipico appunto del moretto e del bugiardino.


Visto che il pesce stazionava non molto distante da riva, al momento ho provato la Tubertini Flash 0 da 20gr(G 0.40gr) e la Pro Suspende 1 da 20gr(G2)
La Flash 0 pur avendo un fattore G poco superiore allo 0, si comporta esattamente come viene descritta la Pro Speedy, quindi a filo molle presenta un leggero assetto di coda. Proprio come in questa immagine che mi sono dilettato ad abbozzare.
File allegato:





Mentre la Pro Suspende a filo molle presenta un leggero assetto di punta come in questa immagine.
A dire il vero ho notato anche una leggerissima inclinazione del bulbo durante i recuperi molto lenti, ma roba da poco.
File allegato:

Quest'ultima l'ho usata in presenza di forte vento e delle leggerissime onde verso riva per poterla recuperare poco sotto la superficie.
Visto le condizioni abbastanza avverse, il maggior contatto con l'esca per via del suo assetto mi e' stato certamente d'aiuto nell'insidiare le veloci aguglie che fortunatamente non sono mancate.
Piu' in la provero' certamente anche le Pro Speedy, sempre per la pesca a galla, in questo modo potro' farmi sicuramente un opinione.

Una curiosita'.
A parita' di grammatura e di fattore G, tra le Pro Speedy e le Pro Suspende, quale tra le due durante il recupero sale meno velocemente verso la superficie, affonda piu' lentamente e mantiene piu' facilmente la profondita' di pesca?
Mi viene di pensare alla pro Speedy , per via del suo leggero assetto di coda conferitogli dal piombo situato leggermente verso l'astina.

Scusate per tutte le domande, ma la passione verso questa tecnica e' in costante ascesa :thanks

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/09/2017 09:05#8da lucabenve
quanta teoria
:magheggio
ti assicuro che i ragazzi che pescano forte si fanno meno di 1/4 delle domande che ci facciamo noi!!!

cmq secondo me non esiste una regola, dipende dalla mano di chi pesca... quando si parla di lenze, canne e "quello che finisce in acqua" bisogna cominciare a ragionare SOGGETTIVAMENTE
io per esempio mi trovo benissimo col tris, che è un pezzo di plastica con una molla di piombo, non lo cambierei per nessuna al mondo... però io sono uno scarpone con una canna in mano e non faccio testo!

per rispondere alla tua domanda:
"quale tra le due durante il recupero sale meno velocemente verso la superficie, affonda piu' lentamente e mantiene piu' facilmente la profondita' di pesca?"
- non esiste una bombarda perfetta per tutto ma esiste la possibilità che si possa imparare ad usarle moooolto bene, tanto da farle diventare dei jolly in alcune stagioni!
- mantenere la profondità A ME riesce meglio con le bombarde che calano di culo
- di sicuro, con l'aumentare dell'affondabilità, le bombarde che calano col bulbo sono più veloci
- forse, in linea puramente teorica, le bombarde che affondano con l'astina avanti salgono meno facilmente ma lo penso io perchè immaginando la curva che devono fare per recuperare l'assetto è più macchinosa rispetto alle altre che sono già "in tiro"

immaginando come lavorano le due bombarde mi viene da pensare che le suspende siano più scattanti e con movimenti a zig-zag mentre le speedy siano più ondulatori

LUCA BENVENUTI - FIRENZE TROTA LAGO
Ringraziano per il messaggio: Alex822

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/09/2017 04:13#9da Alex822
Be, una discussione teorica in pieno spirito accademico per passare un po' di tempo tra una pescata e un altra, non puo' che arricchire le nostre conoscenze :ok

Al di la della teoria, adesso comincio a capire come mai la scelta tra le varie bombarde puo' essere considerata una questione soggettiva :occhiolino
Grazie sia per la disponibilita' che per i consigli.


Riguardo alla mia domanda, con la tua risposta ci hai azzeccato alla grande :thanks
Ho trovato una risposta del mitico Fausto Buccella che la conferma pienamente.

Caro Marco,
grazie per i complimenti, fanno sempre piacere.
Vuoi sapere a cosa serve l'assetto nelle bombarde?
Può servire poco e può servire tanto. E' una di quelle "piccolezze" della pesca che in determinate situazioni possono fare la differenza.
L'assetto nelle bombarde è la posizione che esse in acqua tengono sia durante il recupero e sia in stato di abbandono quando il recupero viene stoppato.
Può essere:
- A) più o meno "cadente" di punta (bombarde classiche con il piombo in punta o su tutta la lunghezza del corpo);
- B) orizzontale (bombarde con il peso calibrato "in punta e in coda" o con un solo peso baricentrico nel corpo);
- C) "cadente" per il verso dell'astina (bombarde con il piombo solo dalla parte dell'astina direzionale).

Il comportamento in pesca delle bombarde di cui al punto "A" è a saliscendi più o meno veloce a seconda della quantità di piombo in punta e a seconda della sua "G."- Esempi estremi sono le bombarde "Bugiardino" per la pesca in profondità estiva e le bombarde New Competition White per la pesca lenta autunnale in superfice.

Il comportamento in pesca delle bombarde di cui al punto "B" è sempre orizzontale al pelo dell'acqua e va visto con il terminale montato perchè anche la girella, il filo e l'amo sono stati considerati nei test di equilibrio in acqua al momento della progettazione. Senza il terminale "cadrebbero" leggermente di astina. Bombarda di esempio estremo è la "New Magic. White". Questo assetto è particolarmente indicato per le trote difficili che stazionano fra il pelo dell'acqua e i due metri circa sotto. La sua linearità di traiettoria e la sua lenta calata al fondo danno più tempo al pescatore di "tremarellare" sul posto e alla trota di abboccare. Con queste bombarde si può addirittura fermare il recupero e allentare il filo della lenza madre quando il pesce sta abboccando.

Il comportamento in pesca delle bombarde di cui al punto "C" è orizzontale sul recupero, con difficoltà alla risalita anche quando il pescatore recupera e tremarella a canna alta e cadente verso il fondo per il verso dell'astina sulle pause del recupero strisciato. Sono bombarde interessantissime quando si tratta di "tenere" le varie profondità di pesca di un metro, di due metri .... etc. per tutta la passata a striscio. Questo comportamento è dovuto al piombo che "pesa" sull'astina e che gli fa fare da "flap" ogni volta che la bombarda viene richiamata da un recupero di mulinello o di canna. Bombarde di esempio sono le "Match" (blu, rosse e verdi) che sono particolarmente indicate nelle partenze di gara dove le velocità di mano spesso scappano dal nostro controllo.

Caro Marco spero ti basti la spegazione. Un aiuto a capire meglio potrebbe arrivarti dal DVD che ho girato questa estate e che puoi trovare nei negozi di pesca. L'inconveniente è che questo DVD non è in vendita, ma è dato in omaggio promozionale a chi acquisto una determinata canna e un determinato mulinello al prezzo di 65 euro. Mi spiace.

Comunque fammi sapere.
Ciao
Fausto Buccella

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/09/2017 08:50#10da Bonez

Alex822 ha scritto: Be, una discussione teorica in pieno spirito accademico per passare un po' di tempo tra una pescata e un altra, non puo' che arricchire le nostre conoscenze :ok


Esatto! Altrimenti Macinator che ci starebbe a fare???

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.082 secondi

Domenica 4 dicembre 2011, presso il laghetto: “La trota nel birreto”, di Corno Giovine (LO) si è svolta una gara di pesca alla trota in lago ad invito sponsorizzata dalla Lineaeffe e dall’enoteca “Le Rive” di Lodi, in collaborazione con la società di pesca “Codogno 80”, aperta a 20 coppie alla quale, ovviamente, anche io Bonez e Pordo abbiamo partecipato. Per l’occasione, dal titolo: “Trofeo Lineaeffe”, sono state immesse, sabato 3 dicembre, 200Kg di trotelle da gara per un totale di circa 1500 pesci che, al nostro arrivo presso il lago, la domenica mattina, ci

E’ ormai trascorso circa un anno dalla nascita delle prime bolognesi a marchio Fassa le quali, presentate in occasione della manifestazione: “pescare Show 2015”, hanno fatto la loro comparsa sul mercato qualche mese dopo. Realizzate in carbonio alto modulo denominato “CTC” unito ad una bassissima percentuale di resine, le Spirit bolo appaiono estremamente leggere, bilanciate e “scattanti”. Per tutti coloro a cui non fosse ancora chiaro: Fassa, studia, progetta, produce e vende attrezzature da pesca da oltre trent’anni ed in passato lo ha fatto commercializzando alcuni suoi prodotti (tra cui le canne da pesca) con

L’aspio: un predatore dalla costituzione massiccia appartenente alla famiglia dei ciprinidi. Originario dell’est Europa dagli ultimi anni del XX secolo è entrato a far parte anche del nostro ecosistema nei fiumi e laghi del centro-nord Italia. Il suo habitat naturale è quello dei grandi fiumi di pianura con acqua a corrente veloce o moderata, ricchi di piccoli ciprinidi che costituiscono le sue prede predilette. L’aspio è un perfetto “game fish”: piuttosto resistente agli stress della pesca, abbocca con violenza e raggiunge taglie molto interessanti. Frequentemente tra i cinquanta ed i settanta centimetri può raggiungere il peso di 9-10 kg

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: