Chiedo informazioni su queste bombarde (Fassa, Milo, Triana ecc.)

20/09/2017 19:59 #1 da MarcoAFF
Salve a tutti, tempo fa comprai delle canne usate ed insieme ad esse mi fu regalato un

portabombarde con un po di bombarde all'interno, non le ho mai nemmeno guardate perchè a

prima vista non erano grammature che potevano servire quindi le ho quasi completamente

ignorate fino ad ora, vedo che tra queste ci sono bombarde che non riesco a capire cosa sono

o come si comportano, mi affido a voi

Per semplificare le ho numerate:
1 MILO LEO GR12 N60 (quanto affonda?)
2 MILO LEO GR12 N60 (quanto affonda?)
3 Fassa Match Speedy gr 18 G 7
4 Fassa New competition gr 8 G 2.5
5 Fassa Bugiardino gr 25
6 Fassa Bugiardino gr 20
7 Fassa Moretto gr 15 G 8.5
8 Fassa gr 15 (quanto affonda?)
9 Fassa gr 15 (quanto affonda?)
10 Fassa New competition gr 15 G 6
11 Fassa New competition gr 12 G 2


12 15 STRIKE +2 (?!?)
13 KRISTAL gr 12 g 2.5
14 MILO LEO N=45 BU.BO E.C. =15° super affondante gr 12.5
15 MILO LEO "BUBO" SEMI AFF. "DYNAMIC gr 13.5 E.C.=0° N=20 -0.5/-1MT
16 MILO LEO N=60 BU.BO E.C.=45° SUPER AFF DYNAMIC gr30
17 SBIRULINO GHIRARDELLI gr 10
18 Maver Gr 20 aff 2
19 TRIANA tris 18
20 TRIS 15
21 KORAL gr 10 Affondante (si ma quanto?)


chiedo a voi, soprattutto a Bonez che dovrebbe conoscere queste fassa, quali sono le

differenze tra Match Speedy,New competition,Moretto,sbirulino,Tris?

che differenza c'è tra la 8 e 9 ?

Chi saprebbe spiegrmi come funzionano e come vanno interpretate le milo statiche?

Di sicuro 3/4 bombarde verranno riutilizzate, il resto non so, illuminatemi!!

ecco le foto







:angel

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

21/09/2017 09:19 #2 da Bonez
Ciao Marco, provo a risponderti, in modo sintetico, per punti:

1 MILO LEO GR12 N60 (quanto affonda?) ---> N60 stà per affondamento 60% rispetto al peso.

2. Le Fassa Match Speedy si caratterizzano per il peso concentrato in punta (dalla parte dell'astina) e mantengono quindi un assetto orizzontale in acqua anche durante un recupero a tremarella.

3. Le Fassa New Competition hanno invece il peso distribuito più o meno su tutta la lunghezza del corpo ed un assetto in acqua di "punta" ossia, lasciate libere tendono a cadere all'indietro; rivelandosi "ideali" per rapidi cambi di corsia durante il recupero; ovvero un recupero a: "zig zag".

4. Moretto è il vecchio Deep Moretto: ideale per una pesca a mezz'acqua o in profondità il quale mantiene un assetto tendenzialmente orizzontale durante il recupero ma scende piuttosto velocemente di punta, se rilasciato.

5. Fassa G15 (n.8) affonda 7 ed è il "vecchio" Deep opaco. La 9 è la stessa bombarda.

6. Le Milo statiche mantengono un assetto orizzontale in acqua e si rivelano quindi ideali per un lento recupero in presenza di trote "svogliate"

ciauuuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/09/2017 05:42 - 22/09/2017 05:43 #3 da Alex822
Dopo le gentili spiegazioni di Bonez, mi permetto di allegare questo pdf
PDF


@Bonez

3. Le Fassa New Competition hanno invece il peso distribuito più o meno su tutta la lunghezza del corpo ed un assetto in acqua di "punta" ossia, lasciate libere tendono a cadere all'indietro; rivelandosi "ideali" per rapidi cambi di corsia durante il recupero; ovvero un recupero a: "zig zag"

Penso che ti sia confuso :angel, se a filo molle "cadono" all'indietro(cioe' per il verso dell'astina o verso il pescatore) dovrebbero avere un assetto di coda, non di punta che e' proprio la caratteristica delle New Competition.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/09/2017 09:00 #4 da Bonez

Alex822 ha scritto: Penso che ti sia confuso :angel, se a filo molle "cadono" all'indietro(cioe' per il verso dell'astina o verso il pescatore) dovrebbero avere un assetto di coda, non di punta che e' proprio la caratteristica delle New Competition.


Si, Alex, con cadere all'indietro intendevo dalla parte opposta rispetto all'astina; scusa se sono stato poco chiaro.

ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/09/2017 10:02 #5 da lucabenve
Il ghirardelli è una bombarda che cade di culo piuttosto veloce
È piombata per un buon 50% del suo peso
L'unico utilizzo che ci vedo è in partenza su pesca lunga oppure in ricerca vicini al fondo... Il fatto che sia veloce nn la rende adatta su pesce indolente molto meglio il 5gr oppure 8gr più morbido in pesca
Saputa mamdare è un'alternativa al Tiger

Sono bombarde strane, nate quando i pesci piccoli erano 2 etti, ormai inutilizzate perché sparite dal mercato

LUCA BENVENUTI - FIRENZE TROTA LAGO

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/09/2017 10:11 - 22/09/2017 10:13 #6 da Alex822

Bonez ha scritto:

Alex822 ha scritto: Penso che ti sia confuso :angel, se a filo molle "cadono" all'indietro(cioe' per il verso dell'astina o verso il pescatore) dovrebbero avere un assetto di coda, non di punta che e' proprio la caratteristica delle New Competition.


Si, Alex, con cadere all'indietro intendevo dalla parte opposta rispetto all'astina; scusa se sono stato poco chiaro.

ciauuuuuuuuuuz


Figurati Daniele, tra tutti i nuovi termini teorici e adattati che imparo giornalmente in questo forum(il piu' epico e' l'affondamento di "culo" del mitico Luca :spancia), a volte mi sembra di andare in confusione :)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/09/2017 10:12 - 22/09/2017 10:14 #7 da lucabenve
Buccella nn lo può dire.... Ma noi sì
:occhiolino


PS
La mia nonna diceva sempre
L'importante è capirsi

LUCA BENVENUTI - FIRENZE TROTA LAGO

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/09/2017 10:14 #8 da Alex822

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.058 secondi

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

  Domenica 2 giugno 2013, in compagnia di altre 2 coppie di nostri amici, io (Bonez) e Pordo, ci siamo recati, per la prima volta della nostra vita, in un bellissimo laghetto di montagna: il "Lago dei Pini" che si trova a Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) per partecipare ad una gara ad invito aperta a 20 coppie. Giunti sul posto, ci siamo trovati dinnanzi ad un bellissimo laghetto di "piccole" dimensioni, immerso nel verde, e contornato da un tipico panorama di montagna che rendeva il tutto ancor più caratteristico e piacevole. E' stato sufficiente un

L’aspio: un predatore dalla costituzione massiccia appartenente alla famiglia dei ciprinidi. Originario dell’est Europa dagli ultimi anni del XX secolo è entrato a far parte anche del nostro ecosistema nei fiumi e laghi del centro-nord Italia. Il suo habitat naturale è quello dei grandi fiumi di pianura con acqua a corrente veloce o moderata, ricchi di piccoli ciprinidi che costituiscono le sue prede predilette. L’aspio è un perfetto “game fish”: piuttosto resistente agli stress della pesca, abbocca con violenza e raggiunge taglie molto interessanti. Frequentemente tra i cinquanta ed i settanta centimetri può raggiungere il peso di 9-10 kg

A differenza di quanto possa trapelare dal suo aspetto minaccioso, il luccio è un pesce estremamente delicato. Ecco perché una volta allamato e dato che lo DOBBIAMO rilasciare, è meglio recuperarlo velocemente (a meno che non sia stato catturato ad una discreta profondità). Una volta nel guadino, nonostante possano sussistere buone intenzioni, soprattutto quando si ha poca esperienza alle spalle, può capitare si commettano gravi errori nel maneggiare un luccio. Occorre quindi essere ben preparati e consapevoli del fatto che: oltre alla successiva sopravvivenza del pesce vi è in gioco anche l’incolumità delle nostre dita.

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: