• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Astina bombarde

  • Maurizio
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Elit Utente
  • Elit Utente
Espandi
11/05/2018 10:55 #1 da Maurizio
Astina bombarde - discussione creata da: Maurizio
Ciao, ieri parlando con un pescatore a fianco a me ha accennato ad una cosa a cui non avevo mai pensato, anche se avevo notato la diversità. Alcune bombarde nella fattispecie Moretto avevo notato che avevano una lunghezza dell'astina diversa e pensavo fossero differenze legate ad un diverso periodo di produzione, al fatto che questo aspetto potesse determinare un stazionamento in acqua leggermente diverso non ci avevo mai pensato. Infatti parlando col tizio del tempo di affondamento, se ne è uscito che a parità di secondi, nel recupero successivo la bombarda con l'astina più corta sarebbe stata più "giù" rispetto all'altra.
Quanto c'è di vero e quanto può essere significativo questo diverso assetto in acqua?
Personalmente a parte le capacità ovviamente differenti tra lui ed io, quando ho trovato la corsia corretta le ho prese anch'io, anche se in numero minore rispetto a lui ed imputo questa differenza nelle catture all'abilità, tecnica ecc. ecc.

Maurizio

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
11/05/2018 12:24 #2 da Bonez
Astina bombarde - Risposta di: Bonez
Ciao, a livello produttivo (e mi riferisco a tutte le bombarde a marchio Fassa) la lunghezza delle astine è IDENTICA tra tutte le bombarde di pari modello e peso anche a differenza di lotti di produzione. La lunghezza delle astine viene determinata in fase di progetto tenendo conto dell'assetto in acqua ed il fattore G. Asportando centimetri di astina, oltre ad aumentare le probabilità di grovigli in fase di lancio, si contribuisce quindi nell'alterale assetto e fattore G (seppur con differenze, "minime"); il mio consiglio è quindi quello di NON tagliare mai le astine delle bombarde. Nel tuo caso specifico stai facendo riferimento al "vecchio" Moretto a al nuovo Deep Moretto?

ciauuuuuuuuuuz

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Maurizio
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Elit Utente
  • Elit Utente
Espandi
11/05/2018 13:59 #3 da Maurizio
Astina bombarde - Risposta di: Maurizio
Al vecchio Moretto.

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
11/05/2018 14:11 #4 da Bonez
Astina bombarde - Risposta di: Bonez
Trattandosi dei vecchi: "Moretti", Bugiardini e Banda Blu, considerando i materiali utilizzati ed il processo produttivo utilizzato, è ormai risaputo che a parità di modello e peso della bombarda potevano, purtroppo, verificarsi dei discostamenti, spesso, troppo evidenti di peso e di "G". Tali differenze si ripercuotevano anche in pesca causando un cambio di "corsia" a parità di tempo di affondamento e/o velocità di recupero. Proprio anche per questo, assieme a Fassa, abbiamo deciso di sviluppare la nuovissima linea di bombarde affondanti: " Fassa Deep "; le quali si caratterizzano per robustezza ed OTTIMA precisione di peso e di G.

Spero di averti chiarito un po' le idee.

ciauuuuuuuuuuuz

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Non Abilitato per creare nuovo argomento.
  • Non Abilitato rispondere.
  • Non Abilitato per modificare il messaggio.

 Uno dei più grandi colossi del mondo della pesca: “Daiwa” già presente con differenti “succursali” nei vari paesi del mondo, nel corso del 2014, ha modificato ulteriormente il proprio assetto strutturale ed organizzativo dando vita, anche a: “Daiwa Italy”. Questa strategia commerciale ha avuto quindi impatto anche sulla società italiana che si è sempre occupata di progettare, realizzare e commercializzare canne e prodotti a marchio Team Daiwa: la “Fassa S.p.A.” la quale trasformandosi in: “Fassa S.r.l.” ha scelto di continuare, come del resto ha sempre fatto, a sviluppare canne ed attrezzature per la pesca con

La pesca sportiva non è una scienza perfetta ed è proprio anche questa sua particolarità che la rende così affascinante e stimolante; se avessimo la certezza di essere vincenti non saremmo pescatori. Uno degli elementi fondamentali per poter riuscire a rendere le nostre battute di pesca il più possibile vincenti e divertenti è, senza dubbio, l'esperienza. Grazie infatti al nostro vissuto trascorso sulle sponde di un lago, con una canna in mano, saremo in grado di poter analizzare e riconoscere al meglio ogni situazione, ogni condizione e di conseguenza adeguarci ad essa per poter sceglier

Siamo in autunno, ci troviamo al Lago Venere di Livraga (LO), scopriamo assieme come capire dove posizionarci sulle sponde del lago e come affrontare al meglio la nostra battuta di pesca. In questo video affronteremo molti altri argomenti e vedremo assieme ad esempio come imbobinare correttamente un mulinello da pesca. Non poteva mancare l'introduzione di novità riguardanti il mondo della pesca sportiva come ad esempio il nuovissimo mulinello Trabucco Xplore MTC al quale è già stato dedicato un articolo sul blog di macinator che potete trovare QUI. Come di consueto le catture non sono affatto mancate ed il Lago Venere i

La scelta della lenza con cui affrontare le nostre battute di pesca è spesso una scelta difficile da compiere. Nella maggior parte dei casi si procede realizzando la lenza basandosi sulla propria esperienza nonché sulle varie teorie basate sul comportamento delle trote nelle varie stagioni dell'anno. Capita spesso però di effettuare i primi lanci per poi scoprire che qualcosa non funziona. In casi come questi dobbiamo essere pronti a cambiare tipo di lenza fino a trovare quella più adatta alla situazione e che ci consente di effettuare catture con regolarità. In questo episodio di Lake

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.