Bombarda moretto

15/07/2018 18:40 - 15/07/2018 18:44#1da Robertob
Bombarda moretto - discussione creata da: Robertob
Se con un moretto 20 grammi trovo il pesce contando 10 secondi se passo al 30gr devo sempre contare 10?:thanks:thanks

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/07/2018 19:38#2da Bonez
Bombarda moretto - Risposta di: Bonez
Esattamente! È vero che, nell’immediato, verrebbe da pensare ad una riduzione di conteggio ma va considerato il fatto che: all’aumentare del peso della zavorra aumentano, proporzionalmente, sia il fattore G che il volume del corpo della bombarda. Di coseguenza, il “tempo” di affondamento rimane pressochè simile all’aumentare del peso della zavorra adoperata.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/07/2018 21:09#3da Robertob
Bombarda moretto - Risposta di: Robertob

Bonez ha scritto: Esattamente! È vero che, nell’immediato, verrebbe da pensare ad una riduzione di conteggio ma va considerato il fatto che: all’aumentare del peso della zavorra aumentano, proporzionalmente, sia il fattore G che il volume del corpo della bombarda. Di coseguenza, il “tempo” di affondamento rimane pressochè simile all’aumentare del peso della zavorra adoperata.

La pensi come me ma quando capita di parlarne trovo tanti che non sono daccordo:ok :ok

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/07/2018 08:29#4da Maurizio
Bombarda moretto - Risposta di: Maurizio
Avrei pensato diversamente, solo per il fatto che aumentando il G, la bombarda dovrebbe calare più rapidamente. Un piombo da g. 15 affonda più rapidamente da uno da g. 10, o no:thoughtful

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/07/2018 13:54#5da Bonez
Bombarda moretto - Risposta di: Bonez

Maurizio ha scritto: Avrei pensato diversamente, solo per il fatto che aumentando il G, la bombarda dovrebbe calare più rapidamente. Un piombo da g. 15 affonda più rapidamente da uno da g. 10, o no:thoughtful


All'aumentare del fattore G aumenta, proporzionalmente, anche il volume del corpo; il quale fa si che la "massa" d'acqua da spostare, durante l'affondamento, sia maggiore. Questa proporzione costante mantiene pressochè costante anche la velocità di affondamento di due bombarde (di peso differente) della stessa tipologia, della medesima serie. Prendiamo, ad esempio la serie Fassa Specialist Eva: abbiamo una zavorra da 9gr con fattore G pari a 0,40 ed al tempo stesso una bombarda da 26gr con fattore G pari a 1,20. Una volta in acqua, pur avendo peso e G differente, le due bombarde si "comporteranno" allo stesso modo.

ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/07/2018 09:33#6da Maurizio
Bombarda moretto - Risposta di: Maurizio
Come le "Costante" della Dream.

Grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/07/2018 09:36#7da Maurizio
Bombarda moretto - Risposta di: Maurizio
È corretto dire però che una bombarda da g. 20 rispetto ad una da g. 25 o 30, pur come detto calando nello stesso tempo, nel recupero tenga meno la corsia in quanto più leggera e quindi tendente a salire maggiormente?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/07/2018 14:22#8da Bonez
Bombarda moretto - Risposta di: Bonez

Maurizio ha scritto: È corretto dire però che una bombarda da g. 20 rispetto ad una da g. 25 o 30, pur come detto calando nello stesso tempo, nel recupero tenga meno la corsia in quanto più leggera e quindi tendente a salire maggiormente?


Direi che lo stesso "ragionamento" fatto per la velocità di affondamento vale anche per la "risalita" durante il recupero.

ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/07/2018 16:24#9da Maurizio
Bombarda moretto - Risposta di: Maurizio
Ok grazie, mi avevano detto diversamente.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.056 secondi

Team Daiwa Specialist Super Slim Seconda Generazione Qualsiasi appassionato di pesca, conosce il marchio Daiwa; il quale rappresenta, da anni, una delle aziende leader nel commercio di attrezzatura ed accessori per la pesca in generale. Trattando nello specifico il settore: "Trota lago" e riferendosi in particolare alle canne da pesca telescopiche, da circa 4 anni a questa parte, tra le TOP di gamma più apprezzate e più vendute del marchio Daiwa spiccano sicuramente le Team Daiwa Specialist Super Slim: caratterizzate dal colore bianco del loro fusto "Super Slim". Giunti però a circa metà novembre 2013,

Costruito in svariate forme, differenti materiali e di diverse grammature; il galleggiante, comunemente chiamato anche: “ tappo”, può essere considerato uno dei “simboli” della pesca. Chiunque debba crearsi un’immagine di pesca lo farà, con tutta probabilità, pensando anche ad un galleggiante. Il suo compito è quello di trattenere la lenza ad una profondità prestabilita e di segnalare al pescatore le abboccate del pesce, immergendosi. Nonostante l’immagine del galleggiante sia comunemente associata ad un tipo di pesca “statica”, da qualche tempo, esso ha trovato largo impiego anche nel settore trota lago, agonistico e non solo. Molti

L’aspio: un predatore dalla costituzione massiccia appartenente alla famiglia dei ciprinidi. Originario dell’est Europa dagli ultimi anni del XX secolo è entrato a far parte anche del nostro ecosistema nei fiumi e laghi del centro-nord Italia. Il suo habitat naturale è quello dei grandi fiumi di pianura con acqua a corrente veloce o moderata, ricchi di piccoli ciprinidi che costituiscono le sue prede predilette. L’aspio è un perfetto “game fish”: piuttosto resistente agli stress della pesca, abbocca con violenza e raggiunge taglie molto interessanti. Frequentemente tra i cinquanta ed i settanta centimetri può raggiungere il peso di 9-10 kg

Martedì 1 Novembre 2011, presso il complesso: “Laghi di Tuna” che si trova nell’omonima località Tuna di Gazzola (PC) si è svolta una gara di pesca alla trota in lago, a coppie, organizzata in memoria di un, purtroppo ex, pescatore: fabio Sdraiati, dal quale prende il nome questa manifestazione. Le coppie iscritte all’evento erano 50, tra cui eravamo ovviamente presenti anche noi; non solo io (Bonez) e Pordo, ma anche altri utenti di Macinator come: Pinuz e cornelli. Nel complesso: “Laghi di Tuna” sono presenti ben tre laghi indipendenti tra loro e la manifestazione si

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: