Fluorocarbon Trabucco FC403 XPS Ultra Strong

15/01/2019 11:26#1da Bonez
FC = Fluorocarbon
40= 40% in più di tenuta (rispetto agli altri)
3 = il numero di strati che ne costituiscono la struttura.

FC403 XPS Ultra strong: un fluorocarbon 100%, ultra morbido, invisibile in acqua la cui struttura è costituita da 3 livelli: un'anima in fluorocarbonio ad altissima densità, uno strato, morbido, intermedio ed infine una "pelle" estremamente resistente all'abrasione. Nell'ampia gamma di prodotti disponibile a catalogo Trabucco è proprio questo il filo che ho scelto per realizzare gli spezzoni terminali di tutte le mie lenze. Superate le prove a banco, tra cui quella relativa alla verifica del diametro effettivo (dimostrata dallo scatto sotto riportato), ho successivamente testato sul campo questo fluorocarbon, sia in pesca ad ore che durante 2 gare ottenendo risultati sorprendenti. La particolare morbidezza, abbinata soprattutto a diametri sottili rende la presentazione dell'esca estremamente naturale; così come l'ottima tenuta al nodo e l'elevata resistenza all'abrasione lo rendono un filo estremamente affidabile anche effettuando catture a ripetizione o durante combattimenti con trote di taglia. Se non lo avete ancora fatto e se avete occasione vi invito a provarlo.

File allegato:

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/01/2019 20:54#2da alex1981

Bonez ha scritto: FC = Fluorocarbon
40= 40% in più di tenuta (rispetto agli altri)
3 = il numero di strati che ne costituiscono la struttura.

FC403 XPS Ultra strong: un fluorocarbon 100%, ultra morbido, invisibile in acqua la cui struttura è costituita da 3 livelli: un'anima in fluorocarbonio ad altissima densità, uno strato, morbido, intermedio ed infine una "pelle" estremamente resistente all'abrasione. Nell'ampia gamma di prodotti disponibile a catalogo Trabucco è proprio questo il filo che ho scelto per realizzare gli spezzoni terminali di tutte le mie lenze. Superate le prove a banco, tra cui quella relativa alla verifica del diametro effettivo (dimostrata dallo scatto sotto riportato), ho successivamente testato sul campo questo fluorocarbon, sia in pesca ad ore che durante 2 gare ottenendo risultati sorprendenti. La particolare morbidezza, abbinata soprattutto a diametri sottili rende la presentazione dell'esca estremamente naturale; così come l'ottima tenuta al nodo e l'elevata resistenza all'abrasione lo rendono un filo estremamente affidabile anche effettuando catture a ripetizione o durante combattimenti con trote di taglia. Se non lo avete ancora fatto e se avete occasione vi invito a provarlo.

File allegato:


provato stamattina con trote di taglia in libera il 0.145 ottimo filo secondo me

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/01/2019 21:54#3da Bonez
Anche oggi, durante una gara, ho utilizzato l’XPS FC403 0.16mm. Durante uno degli ultimi turni mi è capitato di allamare una trota da circa 3-4kg e sono riuscito a portarla a riva in meno di 2 minuti ed a salparla senza guadino, nonostante le numerose catture effettuate in precedenza. Questo credo sia uno dei migliori test per un terminale; superato con 110 e lode. Ribadisco il mio consiglio: “Se avete occasione, provatelo!”

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/10/2020 18:59#4da Terranova
Ma hai usato il terminale 0.16 sul lenza madre da 0.16? Oppure avevi in bobina uno 0.18?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/10/2020 08:17#5da Bonez

Terranova ha scritto: Ma hai usato il terminale 0.16 sul lenza madre da 0.16? Oppure avevi in bobina uno 0.18?


In bobina sempre uno 0,16 Xps Abrasion Plus. Lo spezzone terminale vario dallo 0,12 allo 0,18 a seconda delle necessità.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/10/2020 11:07#6da Terranova
Ah, quindi capita anche di mettere un terminale dello 0.18 su bobina 0.16? Pensavo fosse “d’obbligo “ mettere terminale più piccolo o al massimo uguale ma non più grande rispetto a quello in bobina.
Oggi acquisterò il XPS Abrasion + da 0.16 ed ho anche visto dovendo usare grammature di 40 grammi (per lo shock) il XPS Velvet procast 0.22 giallo intenso... approvi questa scelta estetica e cromatica per aiutarmi a capire quando sono prossimo al sottoriva?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/10/2020 11:21#7da Bonez
Certo, ad esempio in partenze di gara, può capitare. Per quanto riguarda lo shock leader io ti consiglierei l'utilizzo del MATCH TAPER LEADER

ciauuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/10/2020 15:17#8da Terranova
Grazie del chiarimento, non essendo un garista ed avendo iniziato da tre mesi a pescare non conoscevo affatto tale possibilità. Per lo shock , si , ho seguito la discussione ed il consiglio nel post dedicato.Certamente sono creati ad Hoc ma come detto preferirei avvalermi di un aiutino cromatico. Però ci penso...thanks

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/10/2020 15:53#9da Bonez
Per quanto riguarda l'aiuto cromatico: premesso che in tutte le altre situazioni (in assenza di shock leader) dovresti già essere abituato a non averlo. l'avvicinarsi dello spezzone terminale potresti intuirlo anche dal passaggio del nodo di giunzione all'interno dell'apicale. I vantaggi di uno spezzone conico (come il Match Taper Leader) sono a mio avviso nettamente superiori rispetto a qualsiasi aiuto cromatico.

ciauuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/10/2020 19:02#10da Terranova
Il passaggio del nodino dal cimino lo intuisco e sento molto bene, ma vorrei anche adocchiare l’avvicinarsi della parte finale della lenza in fase di recupero. Potrei provare su due canne le due soluzioni quella da te proposta e lo shock giallo giusto per avere un feedback. Ho appena acquistato l’abrasion plus Purtroppo non ho trovato il Velvet pro cast giallo. Domani cercherò altrove grazie ancora ciao

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.057 secondi

  Sabato 29 e domenica 30 ottobre 2012, per chi non lo sapesse, presso il bellissimo laghetto Al Tiro di Martinengo (BG) si sono svolti i campionati Italiani Juniores under 14, 18 e 23 di pesca alla trota in lago. Per l’occasione, dato che eravamo liberi da impegni io (Bonez) e Pordo, nella giornata di domenica ci siamo recati sul posto per seguire da vicino l’avventura del “nostro” piccolo grande utente macinator: Gianluca Cornelli di soli 14 anni figlio di korns 26 che partecipava alla competizione Under 18. La prima gara, svoltasi sabato pomeriggio si

Venerdì 16 Marzo 2012, io (Bonez) e Pordo abbiamo deciso di fare una pescatina pomeridiana e, considerato che avevamo in programma di fare qualche piccolo acquisto dal nostro amico Brandazza di Gragnano, abbiamo deciso di recarci a testare i laghi di Tuna. Questo bel complesso sito a Tuna di Gazzola (PC) è costituito da 3 differenti laghi, ma solamente in uno dei tre si effettua pesca sportiva alla trota; ossia in quello situato sotto la gradinata che si trova immediatamente fuori dal bar. Si tratta di un lago, con un’acqua non particolarmente limpida,  profondo al

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Venerdì 26 agosto 2011, io (Bonez) in compagnia del Cavoz, mentre Pordo stava lavorando, abbiamo deciso di concludere le nostre ferie estive con una pescata a trote in un lago del milanese e ci siamo così recati al Lago Capanna di Cusago (MI). Si tratta di una immensa e molto profonda cava in cui parte della quale stanno tutt’ora prelevando ghiaia; immersa nel verde e caratterizzata da un’acqua molto trasparente nella quale si possono pescare trote, ma anche effettuare il carpfishing, in una zona riservata. Nella struttura, piuttosto curata, è presente anche un ristorante con

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: