• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Shock leader: Trabucco Match Taper Leader

  • Bonez
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
Espandi
28/10/2019 11:52 #1 da Bonez
Shock leader: Trabucco Match Taper Leder - discussione creata da: Bonez
Quando le distanze di lancio iniziano ad essere notevoli risulta indispensabile ricorrere all' impiego di bombarde anche da 30 o 40 grammi. Il lancio sarà tanto più lungo quanto minore sarà il diametro del filo caricato in bobina. Al tempo stesso, un nylon di diametro troppo sottile, non resisterebbe alla forza esercitata durante la fase di lancio. In casi come questi risulta quindi INDISPENSABILE ricorrere all'impiego di uno shock leader: uno spezzone di filo di lunghezza pari a circa doppio della lunghezza della canna che funga da “parastrappi” in fase di lancio; solitamente di diametro 0.22 – 0.25 mm e saldamente legato al filo (0.14 - 0.16 mm) “imbobinato” sul mulinello. Il punto dolente dello shock leader è il nodo di giunzione fra lo spezzone stesso ed il filo imbobinato sul mulinello.Tale nodo dovrà avere essenzialmente due caratteristiche: essere resistente e mantenere dimensioni estremamente compatte, per limitare al massimo l’attrito sugli anelli durante la fase di lancio. La giunzione tra 2 fili di diametri troppo differenti tra loro (es. 0,14 - 0,25), oltre a rappresentare un punto "debole", darebbe inevitabilmente vita ad un nodo troppo voluminoso che limiterebbe notevolmente la gittata di lancio. La miglior soluzione a tale problema è offerta da TRABUCCO MATCH TAPER LEDER: uno spezzone di filo ad elevato carico di rottura e altamente resistente all’abrasione, della lunghezza di 15 metri, caratterizzato da una base e una porzione terminale a diametro costante, con raccordo conico centrale. Il "matrimonio" tra lenza madre e spezzone è perfetto, poichè il diametro di partenza del Match Taper Leader può essere scelto in un valore molto fine (0,16mm), così da creare un nodo di connessione di piccolo volume, che passa in velocità attraverso i piccoli anelli del quiver tip senza problemi. La bobina contiene dieci shock leader lunghi 15 metri, separati da una piccola etichetta adesiva.


300
I seguenti utenti hanno detto grazie : faustoasso

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
03/11/2019 14:16 #2 da JaKe
Bella trovata, complimenti.
Domanda: lo shock leader comincia ad essere "caldamente consigliato" a partire da che grammatura della bombarda vs. diametro madre?

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Bonez
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
Espandi
04/11/2019 08:16 #3 da Bonez
Buongiorno Jake, il mio consiglio è quello di effettuare lo shock leader a partire dall'impiego di bombarde da 25 grammi caricando in bobina un nylon dello 0.16mm.

ciauuuuuuuuuuuuz
I seguenti utenti hanno detto grazie : JaKe

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
21/04/2020 18:06 #4 da Eddy85
Ciao Daniele, non avendolo mai provato e quindi con conoscendo i carichi di rottura, per bombarde anche da 40 grammi che diametro consigli?

0.16 - 0.22 o 0.18 - 0.25?

Tra l'altro con la Warden B7 a cui lo devo abbinare, si arriva a lanciare i 40 a galla o è meglio rimanere sui 35?

Grazie

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Bonez
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
Espandi
22/04/2020 07:13 #5 da Bonez

Eddy85 ha scritto: Ciao Daniele, non avendolo mai provato e quindi con conoscendo i carichi di rottura, per bombarde anche da 40 grammi che diametro consigli?

0.16 - 0.22 o 0.18 - 0.25?

Tra l'altro con la Warden B7 a cui lo devo abbinare, si arriva a lanciare i 40 a galla o è meglio rimanere sui 35?

Grazie


Ciao Eddy, data la qualità ti consiglio la misura: 0,16-0,22. Con Warden B7 il casting MAX sarebbe 35gr. Puoi comunque aggiungere quel 15% in più di zavorra.

ciauuuuuuuuuz
I seguenti utenti hanno detto grazie : Eddy85

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Non Abilitato per creare nuovo argomento.
  • Non Abilitato rispondere.
  • Non Abilitato per modificare il messaggio.

Costruito in svariate forme, differenti materiali e di diverse grammature; il galleggiante, comunemente chiamato anche: “ tappo”, può essere considerato uno dei “simboli” della pesca. Chiunque debba crearsi un’immagine di pesca lo farà, con tutta probabilità, pensando anche ad un galleggiante. Il suo compito è quello di trattenere la lenza ad una profondità prestabilita e di segnalare al pescatore le abboccate del pesce, immergendosi. Nonostante l’immagine del galleggiante sia comunemente associata ad un tipo di pesca “statica”, da qualche tempo, esso ha trovato largo impiego anche nel settore trota lago, agonistico e non solo. Molti

Per chi non lo conoscesse: "Gorreto" è un piccolo Comune della provincia di Genova in Liguria, al confine tra il Piemonte (provincia di Alessandria) e l'Emilia-Romagna con la provincia di Piacenza: questo "paesino" è ubicato alla confluenza del torrente Dorbera e del fiume Trebbia che, nell'alta valle ligure, si presenta con correnti, buche e bellissime lame d'acqua e nel quale è possibile esercitare tutte le tecniche di pesca, nelle "acque libere" e nelle "riserve di pesca" gestite con cura dall'Associazione Pescatori Val Trebbia. Così, venerdì 13 Giugno 2014, io (Bonez) assieme a 2 amici (Teo e Bonfi)

  Sabato 29 e domenica 30 ottobre 2012, per chi non lo sapesse, presso il bellissimo laghetto Al Tiro di Martinengo (BG) si sono svolti i campionati Italiani Juniores under 14, 18 e 23 di pesca alla trota in lago. Per l’occasione, dato che eravamo liberi da impegni io (Bonez) e Pordo, nella giornata di domenica ci siamo recati sul posto per seguire da vicino l’avventura del “nostro” piccolo grande utente macinator: Gianluca Cornelli di soli 14 anni figlio di korns 26 che partecipava alla competizione Under 18. La prima gara, svoltasi sabato pomeriggio si

Domenica 17 aprile si è svolta presso il lago “La trota nel birreto” di Corno Giovine (LO) la gara di chiusura della stagione alla trota organizzata dalla società “Travacon” di Fombio. Nel lago sono state immesse circa 110 kg di trotelle di piccola taglia (circa 8-9 per kg) su cui si sono date battaglia 10 coppie in un settore unico. Al primo impatto la superficie del lago era segnata da poche bollate e da un colore torbido dell’acqua dovuto alla prima semina in settimana di tinche e pesci gatto che  faceva presagire una gara non velocissima

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.