Shock leader giallo flou

19/10/2020 23:49#1da Terranova
Shock leader giallo flou - discussione creata da: Terranova
Probabile che per gli esperti sia un po’ superfluo ma probabilmente per me avere uno spezzone di shock estremamente visibile (p.e. giallo flou) mi aiuterebbe nel vedere quando sono quasi a fine recupero della lenza, per cui pensavo ad un Tubertini Yellow. Cosa ne pensate? Il carico di rottura dello 0.22 è però di soli kg. 5.200

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/10/2020 09:28#2da Eddy85
Ciao Terranova, per quanto riguarda il colore è una scelta personale, e quindi non va ad influire sul risultato finale di pesca.
Per quanto riguarda il diametro e il carico di rottura ci sono due punti da vedere:
1 - se in bobina usi uno 0,16 dubito che il carico di rottura sia superiore a quello specificato per questo shock leader quindi non sarebbe un problema;
2 - quando si fa uno shock leader su canne da trota, è necessario che il nodo creato sia il più piccolo possibile, per passare e scorrere perfettamente tra i piccoli anelli di queste canne senza creare attriti particolari (lo shock leader si usa su bombarde oltre i 20 gr per lanciare molto distante).

Detto questo fare uno shock leader tra 0,16 e 0,22 creerebbe un nodo non perfetto e questo potrebbe inefficiare sul lancio.

Alcuni produttori proprio per questo hanno creato degli spezzoni di shock leader conici, in modo che il nodo avvenga tra diametri di filo quasi uguali per evitare nodi troppo grossolani.

Un esempio è il Trabucco Xps Match Taper Leader, per esempio potresti usare uno 0,165-0,221. Io uso quello e non ho mai avuto problemi.

Ricordati che il nodo deve essere eseguito a regola d'arte perché la tenuta sia ottima.

Se servono altri consigli chiedi pure.

Ciao ciao

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/10/2020 10:13#3da Terranova
Grazie tutte buone info, ne farò tesoro, spesso associo il carico di rottura alla qualità del filo (ma sono consapevole che anche la composizione dello stesso sia importante, elasticità rivestimento ecc ecc) e vedendo uno 0.22 con un carico di rottura non elevatissimo mi è sorto qualche dubbio. Sul colore come detto sarebbe unicamente un aiuto visivo , spesso ( nei lunghi lanci con bombarde da 30e 35g ) sono ancora lì che recuperò piano piano credendo la bombarda ancora fuori de invece mi trovo già sottoriva

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/11/2020 00:39#4da JaKe
attenzione alcuni produttori non riportano il carico di rottura reale, ma il peso che possono muovere in acqua senza cedere ("fish test")... e sappiamo bene che un corpo in acqua pesa parecchio di meno che non fuori.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.041 secondi

Sabato 3 settembre 2011, io (Bonez) assieme al Cavoz, ci siamo recati al lago del Cigno che si trova in via Donzinetti 43 a Borgosatollo (BS): un lago dalle medie dimensioni, ma piuttosto profondo; caratterizzato da un’acqua limpidissima e fresca in grado di ospitare le trote anche durante i periodi più caldi dell’anno. Giunti sul posto, verso le 7:30 del mattino, abbiamo dato uno sguardo generale al lago, analizzando soprattutto le zone più affollate dalla presenza di pescatori, ed abbiamo subito notato che vi era una densa concentrazione di pescatori sulla riva di ghiaia, opposta

Durante i mesi più caldi dell'anno, le trote, che non sopportano acque calde e carenti di ossigeno, si spingono in profondità alla ricerca di acqua fresca ed ossigenata. Siamo quindi consapevoli del fatto che, in laghi grandi e profondi, durante l’estate, dovremo pescare con una lenza a bombarda, recuperata a profondità indicative di circa 15 metri mantenendo l’esca all’interno della “corsia di navigazione”. L’elevata profondità alla quale dovremo pescare unita alla non indifferente velocità di affondamento delle bombarde che dovremo utilizzare ed al fatto che, purtroppo, non avremo modo di appurare con certezza se staremo effettuando

Laghi di Castello - Castel San Giovanni (PC) - 13/04/2019 Sabato 13 Aprile 2019, presso i Laghi di Castello di Castel San Giovanni (PC), si è svolto l 8° Raduno Macinator. Il Raduno Macinator, NON è una gara ma un'imperdibile: “pescata in compagnia” alla quale possono partecipare sia i più esperti pescatori che tutti coloro che si sono da poco approcciati alla pesca della trota in lago. Al Raduno Macinator è possibile partecipare pescando sia con le varie tecniche dello striscio, che a spinning e trout area. Non trattandosi di una competizione, al termine della pescata, non viene mai effettuato alcun conteggio del pescato

  Domenica 25 Marzo 2012, presso il laghetto: “La Trota nel Birreto” di Corno Giovine (LO), si è disputata la prima prova del Campionato Provinciale Individuale ed a Squadre della provincia di Lodi organizzata dalla società A.S.D. Pescasport Graffignana Milo. Non mi soffermo sulla descrizione del complesso in quanto è già stato recensito in altre occasioni, ma passo subito al “vivo” della manifestazione. Per quanto riguarda me (Bonez) e Pordo, facendo parte della società organizzatrice, il tutto ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di sabato 24 Marzo; quando verso le ore 18:45, dopo aver atteso

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: