Amo incompatibile con la pasta?

10/04/2012 15:32#1da Prendoilsole
Ciao a tutti, di recente ho preso ad usare gli ami Gamakatsu 6314b di forma molto squadrata (non riesco ad allegare la foto), buoni per l’innesco con le 2 camole, pescando al recupero con la tecnica della tremarella.
Per ultimo, li ho utilizzati con la pasta in un lago nuovo, noto in zona anche per le trote di taglia, e mi sono sfuggiti 1/3 delle cattureeee, al momento della ferrata o subito dopo, con la trota che mi faceva:
:bye
Quali potrebbero essere le cause?
- Amo piccolo per pesci troppo grossi?
- Amo incompatibile con l’uso della pasta?

In ogni caso, l’ho sostituito con i Gamakatsu SNK608N n. 6, già legati con filo del 18!!! Vi farò sapere le evoluzioni
:sfida
Spero che vada bene, sennòè meglio che.... Prendoilsole!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2012 15:50#2da Bonez
Ciao! Diciamo che l'incompatibilità dell'amo con l'innesco della pasta potrebbe dimostrarsi soprattutto in fase di tenuta; ossia se usi ami troppo piccoli e con un gambo molto sottile senza usare le molle potresti perdere facilmente l'esca durante la fase di lancio o dopo pochi recuperi. Per quanto riguarda invece le lisciate è normale che con la pasta aumentino rispetto all'innesco della camola proprio a causa della consistenza della pasta e del tipo e dimensione di innesco che risultano piuttosto sfavorevoli alla penetrazione dell'amo. Il mio consiglio è quello di attendere un po' più di tempo prima di ferrare in modo da assicurarsi che la trota abbia ingoiato bene l'esca e ferrare con maggiore forza e decisione rispetto alla normale ferrata con la camola. Nel caso in cui il problema rimanga parleremo poi di provare a sostituire l'amo...
Ciauuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2012 16:05#3da Prendoilsole
E' vero Bonez. infatti dopo le prime -tante- lisciate, ho atteso di più, addirittura aprendo l'archetto prima di ferrare, e andando, poi, a recuperare l'amo... in coda alla trota!!!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2012 16:07#4da Prendoilsole
...forse potrei personalizzare l'innesco con la pasta lasciando l'ultima parte dell'amo fuori dalla pasta!!!
:occhiolino

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2012 16:13#5da Bonez
Se guardi nella sezione esche ed inneschi troverai alcuni video tra cui: "Come innescare la pastella a cucchiaino"; se riesci ad effettuare bene quel tipo di innesco avrai una rotazione OTTIMALE e micidiale e sarai inoltre agevolato leggermente anche nella fase di ferrata.

Ciauuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2012 16:48#6da Prendoilsole
Grazie Bonez, pescavo proprio con il cucchiaino. Ora ho rivisto il video e credo di aver usato troppa pasta.
Ti farò sapere le evoluzioni.
Grazie mille e complimenti.
PS Ti dovrebbero nominare prof. di pesca alla trota per meriti sul campo, anzi... nel lago.:ok

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2012 17:06#7da Bonez
Ok! Perfetto! Tenta con le evoluzioni e facci sapere i risultati...
Grazie 1000 per il complimento; non è comunque mia intenzione voler essere un professore ne tantomeno ritenermi un campione; i campioni sono altri... Io però a differenza di molti cerco di diffondere ciò che so e che apprendo con la mia esperienza in modo che i miei eventuali consigli e la mua esperienza si rendano utili per chiunque; soprattutto per chi si avvicina per le prime volte a questa fantastica tecnica di pesca!!

Ciauuuuuz e grazie ancora!

:occhiolino

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/04/2012 08:28#8da Prendoilsole
Ciao Bonez, ho ripreso gli ami Gamakatsu 6314b, n. 8, e ho sostanzialmente risolto il problema con meno pasta innescata e un pizzico di pazienza in più al momento della ferrata.
Va bene così perchè questo amo si presta molto bene per inneschi rotanti.
:ok

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/04/2012 10:27#9da Bonez

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.055 secondi

Durante i mesi più caldi dell'anno, le trote, che non sopportano acque calde e carenti di ossigeno, si spingono in profondità alla ricerca di acqua fresca ed ossigenata. Siamo quindi consapevoli del fatto che, in laghi grandi e profondi, durante l’estate, dovremo pescare con una lenza a bombarda, recuperata a profondità indicative di circa 15 metri mantenendo l’esca all’interno della “corsia di navigazione”. L’elevata profondità alla quale dovremo pescare unita alla non indifferente velocità di affondamento delle bombarde che dovremo utilizzare ed al fatto che, purtroppo, non avremo modo di appurare con certezza se staremo effettuando

Domenica 22 Luglio 2012, presso il bellissimo lago: “Laghi Blu Magenta” di Magenta (MI); ha “preso vita” il 1° Raduno Macinator: ossia una mattinata di pesca trascorsa in compagnia degli utenti di macinator.it. Questa semplice, ma divertente e piacevolissima manifestazione ha avuto inizio alle ore 7:30 del mattino; quando ci siamo ritrovati tutti al bar del lago  per bere un caffè in compagnia e per pagare la quota di ingresso al lago per 4 ore di pesca. Effettuato per ognuno di noi il biglietto di ingresso ci siamo subito precipitati sulla sponda “corta” del lago, esattamente

Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2011, si è disputato, nel magnifico lago di Martinengo (BG), il campionato Italiano Promozionale Individuale di pesca alla trota in lago a cui 100 concorrenti, provenienti da tutte le parti d’Italia, hanno partecipato. La competizione è stata suddivisa in 2 prove: la prima svoltasi sabato pomeriggio a partire dalle ore 13:30 e la seconda svoltasi invece domenica mattina a partire dalle ore 8:30 ed in entrambe i casi sono state immesse 300Kg di trotelle. Giunti sul posto, sabato verso le ore 11 abbiamo subito dato uno sguardo al lago,

Ancora una volta: Daiwa, una delle aziende leader nel commercio di attrezzatura ed accessori per la pesca in generale o meglio, più nello specifico: "Daiwa Italy", grazie all'esperienza ed alla collaborazione del grande "Maestro" Fausto Buccella ha dato vita ad una nuovissima serie di canne per la trota lago destinata ad un'ampia clientela di agonisti ma non solo. Questa nuova serie di ben 19 canne che prende il nome di: "Theory Super Slim" o più brevemente: "Theory"è stata infatti studiata e commercializzata per colmare il divario qualitativo ed economico presente tra due importanti serie

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: