bombarde

14/09/2011 10:33#1da kooji
bombarde - discussione creata da: kooji
potrei chiedere come si calcola realmente l'affondabilità di una bombarda -... cioè un aff. 2- 3 ecc quanto scendono ..... vedi io ormai vado a occhio e piu o meno caposco quanto scendono ma cè un modo sicur0??

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2011 11:54#2da Bonez
Re: bombarde - Risposta di: Bonez
Certo kooji, puoi chiedere tutto quello che vuoi riguardo il mondo della pesca alla trota, ma in merito a questa tua domanda non esiste una risposta precisa o per lo meno non esiste un modo sicuro per sapere quanto cala una bombarda. Entrano in gioco infatti numerose variabili e leggi fisiche che influiscono in modi differenti a seconda delle situazioni, come ad esempio: la forma della bombarda, la dimensione, la distanza di lancio, l'attrito del filo, ecc...; cerco di spiegarmi meglio con alcuni esempi:
Una bombarda da 15gr G3 - G4 si troverà a circa 1 metro di profondità dopo circa 5 secondi, ma la stessa cosa non vale per una bombarda da 30gr G2 in quanto, pur avendo lo stesso peso specifico della precedente una volta in acqua, scenderà un po' più lentamente a causa del maggiore attrito (date le dimensioni maggiori).
Se si attende poi, per altri 5 secondi, che la bombarda affondi essa non affonderà di un altro metro, ma leggermente di meno e sempre meno per i successivi 5 secondi a causa dell'attrito delle forze in gioco e della pressione dell'acqua. Anche per questo non si utilizzano bombarde g3 - g4 per pescare a profondità medie o elevate, ma in queste occasioni si scelgono bombarde con un'affondabilità maggiore, indicate per pescare in profondità, come ad esempio il bugiardino.
Anche nel caso della pesca in profondità vale più o meno il discorso di prima ed è inoltre molto importante in questo caso considerare se l'archetto del mulinello è chiuso o aperto, durante la fase di calata della bombarda; perchè si ottiene mediamente una calata a velocità doppia, della bombarda, nel caso in cui l'archetto venga mantenuto aperto. Detto questo possiamo dire INDICATIVAMENTE che, ad esempio: un bugiardino da 15gr si troverà ad una profondità di circa 15 metri dopo circa 30 secondi di affondamento ad archetto chiuso oppure dopo 15-18 secondi ad archetto aperto.
In conclusione ribadisco che non è possibile dare un informazione precisa riguardo alla profondità raggiunta dalla bombarda, dopo un tempo di calata misurato, ma in questo tipo di pesca è importante sapere quanto si è lasciata calare la bombarda nel momento in cui si è effettuata una cattura, per poter ripetere la stessa identica operazione, lasciando calare ESATTAMENTE lo stesso tempo di prima la bombarda, per raggiungere la stessa profondità del lancio precedente ed avere quindi la certezza di trovarsi alla stessa profondità di prima avendo di conseguenza maggiori probabilità di cattura.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2011 21:36#3da kooji
Re: bombarde - Risposta di: kooji
ehehe grazie mille un po me lo aspettavo infatti quando magari cabio marca di bembarde sono un po nella c***a XD

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2011 21:50#4da Bonez
Re: bombarde - Risposta di: Bonez
Prego, figurati... Infatti, le bombarde bisogna imparare a conoscerle e grazie all'esperienza si ottiene un certo feeling che consente di ottenere ottimi risultati con il tempo. Cambiare continuamente marche e modelli di bombarda spesso è controproducente...
Ciauuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/09/2011 08:05#5da kooji
Re: bombarde - Risposta di: kooji
ciao ciao XD siete grandi ps se avete bisogno XD chiedete pure

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.040 secondi

Credo che chiunque si sia avvicinato alla trota lago abbia sentito pronunciare gli “storici” nomi che identificano, da sempre, le bombarde affondanti, a marchio Fassa: “Bugiardino”, “Opaco” e “Moretto”. Chi le conosce meglio e le ha adoperate, conoscerà però sicuramente anche i loro punti critici come ad esempio: la scarsa resistenza meccanica e la grossolana precisione di G. Grazie al nostro rapporto di collaborazione, nel corso del 2016, assieme a Fassa, abbiamo così deciso di dar vita ad una nuovissima linea di Bombarde affondanti che prende il nome: “Deep”. Dall’inglese: “in profondità” della serie Deep

Il vetrino: definito anche “ghost” (fantasma), proprio per la sua trasparenza e conseguente mimetismo in acqua, non è altro che una zavorra, simile al classico piombino, ma costruito in vetro, la cui principale caratteristica è quella di dimezzare, all’incirca, il proprio peso specifico una volta che esso viene immerso in acqua. Ad esempio, a differenza di un piombino da 4gr il quale una volta in acqua mantiene il proprio peso, un vetrino che pesa 4gr sulla bilancia affonderà in acqua come fosse un piombino da 2gr. Questa particolarità consente di raggiungere la stessa distanza di

Concentrandosi sulla pesca a corta distanza si sceglierà una lenza a piombino, prediligendo uno “slim” (2-4gr): un piombo dalla forma allungata che affonderà più lentamente rispetto ad uno “Short”: piombo dalla forma tozza; per effettuare un recupero molto veloce a pelo d’acqua ed in presenza quindi di trote particolarmente voraci e “veloci”. Se le trote faticheranno ad inseguire esche recuperate troppo velocemente, o se si riceveranno parecchi “rifiuti” in fase di abboccata, sarà necessario “ammorbidire” la lenza e diminuire la velocità di recupero e si passerà quindi ad una lenza a catenella di styls o

Costruito in svariate forme, differenti materiali e di diverse grammature; il galleggiante, comunemente chiamato anche: “ tappo”, può essere considerato uno dei “simboli” della pesca. Chiunque debba crearsi un’immagine di pesca lo farà, con tutta probabilità, pensando anche ad un galleggiante. Il suo compito è quello di trattenere la lenza ad una profondità prestabilita e di segnalare al pescatore le abboccate del pesce, immergendosi. Nonostante l’immagine del galleggiante sia comunemente associata ad un tipo di pesca “statica”, da qualche tempo, esso ha trovato largo impiego anche nel settore trota lago, agonistico e non solo. Molti

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: