Filo terminale... nylon o fluorocarbon

29/10/2012 17:26 #1 da pezio
Ciao,
avendo dei dubbi su quale filo utilizzare per i terminali, ho letto vari pareri in giro per la rete.
Ognuno ha la propria idea a riguardo, marca, modello, fluorocarbon o nylon... Ovviamente frutto delle proprio esperienze e valutazioni personali...
Quindi, basandomi solamente su teorie, e cercando di non spendere una fortuna :) , ho voluto provare il tubertini gorilla fluorocarbon, 0.16 e 0.14 , dato che a detta di molti il fluorocarbon risulta invisibile in acqua, anche se perde un pochino in carico di rottura.
Ho ordinato il suddetto filo su internet, ma per errore del negoziante a casa mi è arrivato il tubertini dragon neutral, che dovrebbe essere un nylon.
Qui la domanda, forse banale.
Cosa mi consigliate, per ora usare questo filo e finirlo (per i terminali), e al prossimo ordine, prendere un fluorocarbon, o usare tranquillamente questo nylon , dato che il fluorocarbon non è cosi importante?
Scusate se non mi sono spiegato bene e per la domanda forse poco intelligente :mazzate

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/10/2012 17:39 #2 da Bonez
Se hai del nylon da ultimare, come in questo caso, e ti ci trovi discretamente termina la bobina; se devi acquistare nuovo filo per terminali ti consiglio un "vero" fluorocarbon come ad esempio il Td Brave Daiwa. Se proprio vuoi risparmiare; piuttosto che un fluorocarbon economico, che poi fluorocarbon non è, meglio scegliere un buon nylon.

Ciauuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/10/2012 17:40 #3 da casta
io sto usando il tubertini dragon del 14 :byee non dispiace...però l'ho appena preso su consiglio
del negoziante di fiducia.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/10/2012 17:53 #4 da ANTONIO84
Io uso il dragon ma non è così buono come dicono io alcune volte lo spezzo durante la fase di legatura vicino la girella o quando devo andare a stringere il filo intorno a l'amo,per me non è così buono come dicono

ANTONIO 84

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/10/2012 18:03 #5 da giank1966
Finisci la bobina... poi tutta la vita Brave Daiwa!!!!!

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/10/2012 18:19 #6 da ame86
io sto utilizzando lo spectrum jtm e mi trovo davvero bene. anche il riverge, a parte il prezzo, secondo me è fantastico.
Resto però dell'idea che, se non si fanno gare, ed a parte nelle situazioni di pesce ultra sospettoso,va benissimo anche un ottimo nylon, sempre se scelto nella gamma dei migliori. ( mio modestissimo parere)

Ame

Ame
A.S.D. Cannisti Club Arcadia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/10/2012 21:20 #7 da Pordo

giank1966 ha scritto: Finisci la bobina... poi tutta la vita Brave Daiwa!!!!!


:ok:ok:ok

Gio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/10/2012 18:39 #8 da pezio
Grazie a tutti x i suggerimenti.
Oggi ho fatto circa 3 ore nel solito laghetto che frequento qui a roma, e devo dire che la giornata non è andata granchè. E' stata anche la prima occasione per utilizzare la daiwa exceler 39l appena arrivata, e devo dire che è estremamente leggere e sensibile alle abboccate. L'ho provata sia con catenella di styls da 3 gr (0 catture ma sicuramente non la utilizzavo a dovere) , sia von vetrino 4 gr ( 4 trote e 6 "mangiate" )per il resto altre 3 trote con bobmarda a fondo... direi non un granche'.
Tornando ai fili, come terminale ho usato il tubertini dragon neutrale 0.16 con ami n 8... sinceramente non mi ha molto convinto... ho avuto 2 rotture alle prime due abboccate, con trote non troppo grosse, una all'altezza della girella tripla e una a meta finale, e altrettante mio fratello con lo stesso fili, 1 al nodo amo e altra meta terminale.
Ora non mi sento di dire che sia un cattivo filo, visto che l'ho provato solo oggi e che non sono un esperto, ma mi aspettavo di piu.
Ormai finisco la bobina e poi credo di provare altro ;)
Grazie delle risposte, ovviamente se avete qualche consiglio sulla tecnica da adottare per migliorare le catture sono tutto orecchi ;)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

16/02/2013 09:37 #9 da piero
ciao,non facendo gare quali sono le marche di nylon ottimo da utilizzare.Grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

16/02/2013 10:49 #10 da superf
io quando vado in pesca libera nei laghetti uso il neutral del 18 e non ho mai rotto anche pescando delle big se ci sono delle rotture sulla girella molte volte è il nodo non fatto bene e le rotture a metà terminale possono succedere se si ingarbuglia e rimane un nodo sulla lenza che poi sotto trazione si spacca :bye:occhiolino

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.058 secondi

Sabato 13 Aprile 2013, presso il bellissimo laghetto: "Al Tiro" di Martinengo (BG), si è svolto il tanto atteso: "2° Raduno MACINATOR"; ossia, per chi non lo sapesse, una bellissima giornata in compagnia di tutti gli utenti di questo sito che decidono liberamente di partecipare per una pescata di gruppo, con lo scopo di aiutarsi, conoscersi meglio di persona e scambiarsi consigli sulla pesca della trota e non solo. L'organizzazione dell'evento ha avuto inizio mesi prima ed è stata ufficializzata in data 6 Marzo 2013; giorno in cui si sono aperte le iscrizioni a chiunque

Ciao a tutti! Chiunque di voi, agonisti e non, dal nord al sud, più o meno “patiti” di trota lago, avrà comunque sentito parlare di un famosissimo personaggio della trota lago: “Fausto Buccella”: esperto indiscusso della trota lago, tra i primi a portare e praticare questa disciplina in Italia. Mi sembra quindi “superfluo” soffermarmi sulla  presentazione del consulente tecnico Daiwa che voi tutti conoscerete per lo meno per sentito dire e passo così subito al sodo di questo articolo; ossia: “L'opinione del campione Fausto Buccella riguardo a macinator.it”. Tutto è iniziato l’11 Aprile 2012; quando

A differenza di quanto possa trapelare dal suo aspetto minaccioso, il luccio è un pesce estremamente delicato. Ecco perché una volta allamato e dato che lo DOBBIAMO rilasciare, è meglio recuperarlo velocemente (a meno che non sia stato catturato ad una discreta profondità). Una volta nel guadino, nonostante possano sussistere buone intenzioni, soprattutto quando si ha poca esperienza alle spalle, può capitare si commettano gravi errori nel maneggiare un luccio. Occorre quindi essere ben preparati e consapevoli del fatto che: oltre alla successiva sopravvivenza del pesce vi è in gioco anche l’incolumità delle nostre dita.

Sabato 23 aprile abbiamo testato per voi i laghi Carcana: un bellissimo complesso di tre laghetti adibiti soprattutto per la pesca alla trota, che si trova a Zibido S.Giacomo,in provincia di Milano; dopo aver dato un occhiata veloce ai tre laghi, abbiamo scelto il lago 1. In questa battuta di pesca abbiamo coinvolto oltre che alle nostre ragazze Ele e Anto anche il paparazzo Ghibbo e la sua bellissima famiglia composta dalla sua compagna Marty e dal piccolo Gabry che come vedrete è già un promettente Macinator! La giornata purtroppo non era cominciata benissimo a causa di

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: