• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Affondabilita bombarda "modificata" a maracas

  • Emix
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo Utente
  • Nuovo Utente
  • www.acquariodolce.it
Espandi
28/11/2012 02:46 #1 da Emix
Affondabilita bombarda "modificata" a maracas - discussione creata da: Emix
Ciao a tutti, oggi non avevo nulla da fare e il mio ingegno da McGiver mi ha spinto a trasformare una bombarda semi-galleggiante della Fassa (vedi foto) in una maracas.


Per aprirla ho scaldato leggermente la punta, sciogliendo la colla che teneva unite le 2 parti, e all'interno, oltre al piombo che aveva già la bombarda ho aggiunto 5 piombini da 0.1g. per fargli fare il tipico suono della maracas.
In origine la bombarda era da 6g con affondabilità 0.12g ora il peso è di 6.5g ma l'affondabilità di quanto è variata? Se non sbaglio ora dovrebbe essere 0.62g giusto?

A.S.Roma io non vivo senza te!!!

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
28/11/2012 07:00 #2 da scuba3
Giusto. Ciò perché la spinta di Archimede non é variata poiché introducendo i pallini all'interno della bombarda il volume non é variato quindi si aggiunge il peso dei pallini alla precedente affondabilitá. Se i pallini di piombo fossero all'esterno andrebbe tolto il peso dell'acqua che sposta il pallino (il suo volume x 1 corrispondente al peso specifico dell'acqua dolce).

:bye
I seguenti utenti hanno detto grazie : MarcoDaiwa

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
28/11/2012 16:08 #3 da chiurulla
complimenti per l'ingegno!!!
io in queste cose sono molto più pigro e preferisco comprarle già pronte...

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Non Abilitato per creare nuovo argomento.
  • Non Abilitato rispondere.
  • Non Abilitato per modificare il messaggio.

Non lasciate che l’inverno fermi le vostre battute di pesca alla trota: in questo video troverete mille e più trucchi per raggirare anche il salmonide più apatico ed indolente! Maracas o vetrino? Ferrare subito o attendere? Mettetevi comodi e scopritelo insieme a noi! É inverno, la temperatura tocca i 4°C, e una fitta nebbia lascia filtrare ben poca luce. In queste condizioni ‘’al limite’’, le trote sono spesso molto difficili da pescare, poiché il loro metabolismo è più lento, e la voglia di cacciare si riduce drasticamente. Daniele “Macinator” Bonetti, in compagnia di Giovanni Trespidi,

  Domenica 17 marzo 2013, teatro di una bellissima manifestazione, è stato ancora una volta il magnifico laghetto Smeraldo di Langhirano (PR) presso il quale si è svolta una divertentissima gara di pesca alla trota ad invito, a cui hanno partecipato 35 concorrenti suddivisi in 7 settori da 5 e tra cui eravamo presenti anche io (Bonez), Sandro, Ivan ed altri 2 nostri "soci": Michele e Fabio. Per l’occasione sono state immessi 230Kg di trotelle da gara (6,5Kg a concorrente) di pezzatura 130 - 150 grammi circa; per un totale di circa 1500 pesci ed

Sabato 3 settembre 2011, io (Bonez) assieme al Cavoz, ci siamo recati al lago del Cigno che si trova in via Donzinetti 43 a Borgosatollo (BS): un lago dalle medie dimensioni, ma piuttosto profondo; caratterizzato da un’acqua limpidissima e fresca in grado di ospitare le trote anche durante i periodi più caldi dell’anno. Giunti sul posto, verso le 7:30 del mattino, abbiamo dato uno sguardo generale al lago, analizzando soprattutto le zone più affollate dalla presenza di pescatori, ed abbiamo subito notato che vi era una densa concentrazione di pescatori sulla riva di ghiaia, opposta

 Uno dei più grandi colossi del mondo della pesca: “Daiwa” già presente con differenti “succursali” nei vari paesi del mondo, nel corso del 2014, ha modificato ulteriormente il proprio assetto strutturale ed organizzativo dando vita, anche a: “Daiwa Italy”. Questa strategia commerciale ha avuto quindi impatto anche sulla società italiana che si è sempre occupata di progettare, realizzare e commercializzare canne e prodotti a marchio Team Daiwa: la “Fassa S.p.A.” la quale trasformandosi in: “Fassa S.r.l.” ha scelto di continuare, come del resto ha sempre fatto, a sviluppare canne ed attrezzature per la pesca con

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.