Trote nel sotto riva
Lake trout Academy 2020 - 5 puntata
Trabucco Switch Lake Trout
novità Trabucco 2020
Tremarella al minimo
Lake trout Academy 2020 - 4 puntata
Pesca con il galleggiante
Lake trout Academy - 3 puntata
Piombino e catenella
Lake trout Academy - 2 puntata
Trabucco Warden Slim Lake Trout
novità trabucco 2020
Pesca con il vetrino
Lake trout Academy - 1 puntata
8° Raduno Macinator - 2019
Laghi di Castello (PC)
ABC Trota Lago
Raccolta di articoli dedicati alla trota lago

Ami da ricerca consigli

29/01/2013 23:13 #1 da Alcool
Ami da ricerca consigli - discussione creata da: Alcool
Buonasera a tutti ragazzi, io avrei dei consigli da chiedere riguardo gli ami da ricerca...
Nonostante abbia già utilizzato degli ottimi ami x le mangiate voraci, mi trovo in difficoltà sulla scelte degli ami da ricerca...
A parer mio ognuno ha un proprio amo con il quale si trova bene a seconda delle esigenze...finora usavo i gamakatsu ls702n (micidiali)...e vanno bene se il pesce mangia, ma ora che il pesce e' apatico mi trovo in difficoltà nelle afferrate:
1. Le perdo xke anticipo troppo (questo,il mio obbiettivo) oppure
2. Perdo troppo tempo io a farle mangiare e amo nello stomaco.
Nonostante stia provando a dar delle piegature all'amo x studiare una afferrata anticipata, oggi guardavo una serie di ami gamakatsu teflonati e piegati che mi hanno ipnotizzato x parecchi minuti, sembravano quasi che mi stavano pescando loro....Il fatto e' questo: me li hanno sconsigliati tutti xke sono addirittura troppo elastici e morbidi e mi avrebbero fatto perder ancora più pesce!!!
Io non la penso così!!!!! Secondo me e' una questione soggettiva!!! dal proprio stile!!! Anzi un amo elastico, se usato con una giusta canna molto dolce e leggera azione dovrebbe fare FORSE anticipare l'affermazione ad una mangiata lentissima???? Buuuuu
Chiedo a voi ragazzi che ne pensate?????

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 00:01 #2 da Bonez
Il mio pensiero riguardo agli ami è innanzitutto quello che: la scelta dell'amo è MOLTO ma MOLTO personale e soggettiva e non esiste un amo migliore in assoluto. Ad esempio io, nonostante diversi tentativi e prove, non mi trovo assolutamente in sintonia con ami "storti" come ad essmpio gli LS608N Gamakatsu con i quali effettuo un sacco di lisciate. Mi trovo benissimo invece con ami dritti, come ad essmpio gli Owner 50674 o i Gamakatsu LS607N per i primi turni di gara; mentre utilizzo i Gamakatsu LS623N in ricerca. Detto ciò ti consiglio di fare qualche prova durante la pesca ad ore in modo da individuare quale sia l'amo più adatto a te ed alla tua "mano", ma per quanto riguarda il fatto di anticipare le abboccate in situazioni di ricerca io te lo sconsiglio vivamente in quanto non porta a nessun tipo di vantaggio. In ricerca, a mio avviso, non serve essere veloci o risparmiare quei 5-10 secondi durante la ferrata o la slamatura, ma serve assicurarsi la cattura lasciando ingoiare l'esca.

Ciauuuuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 00:14 #3 da Alcool
Ciao bonez!! Provo a rigirarti la domanda.... Volevo riuscire a ferrare sul labbro anziché farle ingoiare...
Per accelerare i passaggi....sicuramente è meglio un pesce in sacca che in acqua!!!! Tu pensi che sia L'amo piegato che mi fa lisciare??? perche se ingoia e decisamente più complicato da slamare...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 01:12 #4 da goran

Bonez ha scritto: In ricerca, a mio avviso, non serve essere veloci o risparmiare quei 5-10 secondi durante la ferrata o la slamatura, ma serve assicurarsi la cattura lasciando ingoiare l'esca.

Ciauuuuuuuuuuz


Infatti,per i turni finali non hai nessuna fretta di ferrare la trota sul labbro perchè non è un turno di velocità.Ci sono situazioni dove in ricerca si fa una trota se tutto va bene..quindi lascia stare l'amo,non avrai mai un amo migliore di un altro perchè in questi casi è la trota che mangia male,non l'attrezzatura che non fa il suo dovere :occhiolino

TEAM ARTICO

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 08:27 #5 da marco93
Gli ami teflonati dovrebbero essere i gamakatsu 608N e non sono elastici anzi hanno un filo piuttosto grosso ma secondo me sono eccezionali, forse in ricerca estrema sono troppo pesanti, prova i diablo by ravaschio S 400 che sono sottili e leggeri e se non ti fidi ad usarli in partenza ci sono gli S 500, sono dritti entrambi ma per me e' meglio se li storti. Se li vuoi vedere cerca su internet diablo ravaschio per averli chiedi a Ratto, sono ottimi anche i galleggianti ravaschio
Ringraziano per il messaggio: Alcool

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 10:44 #6 da Bonez

Alcool ha scritto: Ciao bonez!! Provo a rigirarti la domanda.... Volevo riuscire a ferrare sul labbro anziché farle ingoiare...
Per accelerare i passaggi....sicuramente è meglio un pesce in sacca che in acqua!!!! Tu pensi che sia L'amo piegato che mi fa lisciare??? perche se ingoia e decisamente più complicato da slamare...


Come ho scritto anche in precedenza ti consiglio di evitare di far di tutto per ferrare le trote sul labbro in ricerca in quanto, a causa anche della loro "sospettosita" incorreresti sicuramente in molte lisciate indipendentemente dal tipo di amo che utilizzeresti. Non dico che sia l'amo piegato che te le fa lisciare, ma se l'amo che utilizzi, piegato o meno che sia non è compatibile con la tua "mano" le lisciate aumentano di sicuro. Io con ami piegati come i 608N le liscio tutte!!!

ciauuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 10:52 #7 da marco93
In teoria l'amo storto ne fa lisciare di meno...secondo me e' anche un fattore di testa...se io ne liscio una con l'amo dritto do la colpa all'amo non piegato, la lisci te con quello storto dici che dovrebbe essere dritto :risata

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 11:12 #8 da Bonez
Ok la teoria, ma soprattutto quando si parla di ami, dal mio punto di vista la teoria è un po' a se ed è forse meglio basarsi sulla pratica. Io ad esempio uso da anni gli Owner 50674 finchè un giorno di questa primavera decido di provare i 608N storti durante una gara ed il primo turno lo concludo con circa 4/5 pesci e almeno 8/10 lisci. Così insisto ed inizio anche il secondo turno con lo stesso amo ma su un'altra canna onde evitare che si trattasse di amo difettoso o spuntato ed il risultato è lo stesso: prime 6/7 abboccate 5 lisci. Allora prendo una canna con la stessa lenza (galleggiante) ma amo 674 et voilà; risultato ZERO lisciate e busta di ami 608N finita nel cestino. Saranno pur ottimi ami, non ne discuto, ma non sono in sintonia con la mia "mano" e con la mia testa.

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 11:56 #9 da Sandro
d'accordo con il bone... storto o dritto è anche legato a come ci si sente il pescatore.. nel mio caso anche quando nn erano sul mercato già pronti li stortavo da me.. in ricerca oltra all'amo piccolo credo anche nella leggerezza del filo d'acciaio... che nn sempre trovo in gamakatsu per esempio... attualmente in ricerca credo ancora in serie 22 ( quando la trovo) e 31 di tubertini

Alex Ugolini ASD PESCATORI GRAFFIGNANA DAIWA

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2013 18:46 #10 da superf
io ho sempre piegato gli ami perchè pensavo di fare meno ferrate a vuoto poi li ho adoperati dritti il risultato per me è stato che li perdevo prima e anche adesso perciò per me riesco asbagliare meno trote solo quando sono concentrato sulla punta della canna appena vedo che si flette leggermente di più ferro :bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.306 secondi

 Sabato 10 settembre 2011, io (Bonez) ed il Cavoz, abbiamo deciso di trascorrere la nostra mattinata in un altro lago della provincia di Brescia e più precisamente al lago Canada, che si trova a Borgosatollo (BS), a poco più di un chilometro di distanza dal laghetto del Cigno. Si tratta di un laghetto di forma quasi rettangolare, dalle medie dimensioni e piuttosto profondo, avente un’acqua abbastanza trasparente e fresca nel quale, ovviamente, si effettua la pesca alla trota tutto l’anno, anche durante i periodi più caldi dell’anno, come questo. Siamo arrivati a destinazione verso le

  Come da calendario F.I.P.S.A.S di Lodi, domenica 11 Marzo 2012 si è disputata, presso il laghetto “Travacon” di Fombio (LO), la prima prova del: “Campionato Provinciale a Coppie di pesca alla trota in lago” al quale anche io (Bonez) e Pordo, assieme ad altre 2 coppie di garisti della nostra società A.S.D. Pescasport Graffignana (Teo-Lele e Ivan-Andrea), abbiamo partecipato. Per chi non conoscesse il laghetto in oggetto si tratta di un lago comunale, di forma rettangolare, nel quale non si effettua pesca sportiva a pagamento, ed in cui non vengono regolarmente immesse le trote

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

Sabato 18 giugno 2011, abbiamo testato il laghetto azzurro di Peschiera Borromeo (MI); un bel lago dalle grandi dimensioni situato praticamente al centro del paese. Dato che ci era già capitato di pescare in questo lago in questa stagione e conoscevamo quindi la zona in cui stazionano solitamente le trote e considerando che i 4 – 5 pescatori giunti al lago prima di noi si trovavano tutti in quella zona, abbiamo scelto di pescare sulla sponda corta del lago opposta rispetto all’ingresso (più precisamente proprio tenendoci alle spalle in container bianco). Con l’aiuto dell’ INDISPENSABILE

 

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it e vuoi dare il tuo contributo per sostenere le spese di mantenimento del sito puoi farlo attraverso una piccola donazione. Per effettuare la tua donazione scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure , CLICCA sull'immagine sottostante per effettuare la tua donazione mediante connessione protetta,  attraverso il diffusissimo e sicuro metodo di pagamento paypal con una normalissima carta di credito: