Daiwa cesto porta pesci con ruote

17/02/2013 00:47 #1 da paguro
Daiwa cesto porta pesci con ruote - discussione creata da: paguro
Ho sentito in giro che daiwa ha fatto un portapesci con ruote.......avete notizie foto o link dove si possa vedere??? grazie

tiraaaaaaaaaaaaaa

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 09:56 #2 da ivanrede
Lo trovi a Gragnano da Brandazza, il costo secondo me è eccessivo mi pare 170€ o giù di li.
Oppure lo tori sul catalogo daiwa 2013

Ciao

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 10:28 #3 da angelo79
ciao lo trovi anche sul sito di loritto pesca

Angelo

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 10:57 #4 da ivanrede

angelo79 ha scritto: ciao lo trovi anche sul sito di loritto pesca


Hai ragione e questo è il link www.loritto.it/Trota-Lago/Daiwa-Cestino-Trote-Basic.html

Ciao

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 12:02 #5 da paguro

ivanrede ha scritto: Lo trovi a Gragnano da Brandazza, il costo secondo me è eccessivo mi pare 170€ o giù di li.
Oppure lo tori sul catalogo daiwa 2013

Ciao


su loritto 140€ :dollar

tiraaaaaaaaaaaaaa

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 12:18 #6 da UMBE89
Che figata! Peccato per il prezzo, a mio parere eccessivo!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 19:53 #7 da giacomo
ma nonc'è una borsa, ne una scatola per accessori vari e le ruote in effetti costano una caz...., 140 euri secondo me di questi tempi, sarà che ultimamente a me per buttarci i pesci mi basta anche molto più piccolo :pianto

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 20:22 #8 da Ferroforte
Il cesto è ben fatto.... Made in Italy quindi il costo è altino ma bisogna provarlo... vederlo non basta.... è leggero e si chiude occupando pochissimo spazio... più che capiente con una bocca molto larga !
.... l'estetica può piacere o meno ma sicuramente pratico e comodo
Vendono cesti di ferro verniciato allo stesso prezzo.... questo è alluminio,saldato e con molti dettagli che sul catalogo non si vedono ! :bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/02/2013 21:24 - 17/02/2013 21:26 #9 da paguro
:dollar:dollarLO VOGLIO!!!!!!!!!!!!!!! :dollar:dollar



File allegato:

tiraaaaaaaaaaaaaa

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.294 secondi

Credo che chiunque si sia avvicinato alla trota lago abbia sentito pronunciare gli “storici” nomi che identificano, da sempre, le bombarde affondanti, a marchio Fassa: “Bugiardino”, “Opaco” e “Moretto”. Chi le conosce meglio e le ha adoperate, conoscerà però sicuramente anche i loro punti critici come ad esempio: la scarsa resistenza meccanica e la grossolana precisione di G. Grazie al nostro rapporto di collaborazione, nel corso del 2016, assieme a Fassa, abbiamo così deciso di dar vita ad una nuovissima linea di Bombarde affondanti che prende il nome: “Deep”. Dall’inglese: “in profondità” della serie Deep

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Domenica 25 Settembre 2011, io (Bonez), Pordo e Teo, siamo andati a fare una pescata nel, non lontano da noi, laghetto Passoguado di Quinzano d’oglio (BS). Si tratta di un laghetto dalle piccolissime dimensioni, caratterizzato da una cascata presente in uno dei quatto angoli, provocata da un piccolo fiumiciattolo che alimenta il lago; ed è proprio grazie all’acqua fresca di questo fiume che, assieme all’abbassarsi delle temperature ha permesso l’immissione delle trote anche in questo periodo, nonostante la bassa profondità del lago che raggiunge all’incirca i 2,50 metri nei punti più profondi. Noi tutti conoscevamo

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: bonez@macinator.it oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: