Meglio con o senza ardiglione?

20/04/2013 09:53#1da steo93
Meglio con o senza ardiglione? - discussione creata da: steo93
Ciao ragazzi, per una competizione è meglio usare un amo con o senza ardiglione?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 12:46#2da cefalo72
con ardiglione sicuramente, perche' nel ricupero dovrai stare attento a tenere il filo sempre in tensione se non fai questo ti si slamano quasi tutte...


:bye:bye:bye:bye:bye
Ringraziano per il messaggio: steo93

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 12:49#3da superf
io preferisco con ardiglione perchè se la trota rimane allamata appena sul labbro,senza ardiglione è persa :bye:bye
Ringraziano per il messaggio: steo93

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 13:27#4da SAMPEII
sempre CON ardiglione :ok
Ringraziano per il messaggio: steo93

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 13:32#5da Bonez
Personalmente ho sempre utilizzato ami con ardiglione, ma in questo ultimo periodo sto provando, in alcune situazioni, anche i nuovissimi gamakatsu LS 7077 B senza ardiglione e devo dire che sembrano OTTIMI! Nessuna trota persa al recupero fino ad ora; probabilmente grazie alla "Speciale" curvatura appositamente studiata a tale scopo, ed ottima resistenza, durezza e penetrazione.

Ciauuuuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: steo93

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 14:20#6da scuba3

Bonez ha scritto: Personalmente ho sempre utilizzato ami con ardiglione, ma in questo ultimo periodo sto provando, in alcune situazioni, anche i nuovissimi gamakatsu LS 7077 B senza ardiglione e devo dire che sembrano OTTIMI! Nessuna trota persa al recupero fino ad ora; probabilmente grazie alla "Speciale" curvatura appositamente studiata a tale scopo, ed ottima resistenza, durezza e penetrazione.

Ciauuuuuuuuz


ne sai una più del :devil

correrò a prenderli da usare in fiume....:ok

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 14:32#7da steo93
già che c sono vi chiedo un'altra cosa: con che frequenza è meglio cambiare gli ami usati in gara? alla fine d ogni competizione è meglio sostiturli con degli ami nuovi o si può tranquillamente usare gli stessi per più gare? xk, nn so se sbaglio, ma penso che dopo un po di catture l'amo di "usuri" un po, magari la penetrazione non è più ottimale e c'è il rischio di lisciare i pesci...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 15:04#8da xxxgrimox

steo93 ha scritto: già che c sono vi chiedo un'altra cosa: con che frequenza è meglio cambiare gli ami usati in gara? alla fine d ogni competizione è meglio sostiturli con degli ami nuovi o si può tranquillamente usare gli stessi per più gare? xk, nn so se sbaglio, ma penso che dopo un po di catture l'amo di "usuri" un po, magari la penetrazione non è più ottimale e c'è il rischio di lisciare i pesci...


è molto semplice dare la colpa e dire che l'amo è spuntato, potrebbe e dico potrebbe essere che noi l'abbiamo ferrata male ad esempio per cercare di guadagnare qualche secondo di più:sbadato:sbadato. .... poi dipende che ami usi, a1 hard o acciaio al carbonio normale sono due acciai differenti in casa gamakatsu, nelle altre ditte a parte colmic che dice acciaio al carbonio 110 nelle altre non so con che materiale è fatto :bye:bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 18:40#9da superf
è semplice controllare se un amo ha ancora la punta ancora buona se appoggi il polpastrello sopra la punta sentirai subito se la punta è affilata certi ami dopo una gara perdono l'affilatura non bucano neanche la pelle delle dita :bye
Ringraziano per il messaggio: steo93

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2013 18:45#10da xxxgrimox
si vero, dopo parecchi pesci certi è come se avessero perso l'affilatura, comunque sempre con ardiglione io personalmente

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.060 secondi

Un accessorio indispensabile per chiunque pratichi la pesca della trota in lago è, senza dubbio, il: cesto porta trote. La sua funzione principale è probabilmente quella di contenere le nostre catture ma, grazie alla presenza di alcune sacche e scatole termiche ci consente di avere comodamente con noi anche le nostre esche e tutta la minuteria di cui abbiamo bisogno sul luogo di pesca. Un tempo si trovavano in commercio quasi esclusivamente cestelli portapesci fatti a cavalletto e dotati di una tracolla per il trasporto. L’evoluzione ha poi portato a modelli aventi una struttura in

  Domenica 25 Marzo 2012, presso il laghetto: “La Trota nel Birreto” di Corno Giovine (LO), si è disputata la prima prova del Campionato Provinciale Individuale ed a Squadre della provincia di Lodi organizzata dalla società A.S.D. Pescasport Graffignana Milo. Non mi soffermo sulla descrizione del complesso in quanto è già stato recensito in altre occasioni, ma passo subito al “vivo” della manifestazione. Per quanto riguarda me (Bonez) e Pordo, facendo parte della società organizzatrice, il tutto ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di sabato 24 Marzo; quando verso le ore 18:45, dopo aver atteso

Tipicamente un pesce solitario, territoriale ed aggressivo, staziona spesso al riparo tra la vegetazione scrutando l’ambiente circostante in attesa della sua preda. Ha un comportamento di caccia molto tipico; è in grado di rimanere fermo nell’acqua muovendo i raggi finali delle pinne dorsali e le pinne pettorali. Il luccio ha l’abitudine di sferrare il suo attacco aggredendo la preda lateralmente. Una volta stretta nella morsa della sua bocca, grazie ai suoi oltre 600 affilatissimi denti, rivolti all’indietro, la immobilizza per poi “girarla” ed inghiottirla. Si alimenta di altri pesci, rane, topi ed è anche affetto da

  Sabato 29 e domenica 30 ottobre 2012, per chi non lo sapesse, presso il bellissimo laghetto Al Tiro di Martinengo (BG) si sono svolti i campionati Italiani Juniores under 14, 18 e 23 di pesca alla trota in lago. Per l’occasione, dato che eravamo liberi da impegni io (Bonez) e Pordo, nella giornata di domenica ci siamo recati sul posto per seguire da vicino l’avventura del “nostro” piccolo grande utente macinator: Gianluca Cornelli di soli 14 anni figlio di korns 26 che partecipava alla competizione Under 18. La prima gara, svoltasi sabato pomeriggio si

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: