Diametro terminale e filo madre (bobina)

05/06/2013 10:53 #1 da MarcoCician
Ciao ragazzi...volevo chiedere se fa molta differenza utilizzare un fluorocarbon come terminale che abbia un diametro leggermente superiore a quello in bobina (nylon)...visto che hanno caratteristiche diverse...grazie... :fishing:fishing:fishing

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2013 11:06 #2 da Bonez
Nella pesca della trota lago, considerato, tra le varie cose, che il problema di incaglio sul fondale è praticamente quasi sempre assente il diametro dello spezzone terminale, in molte situazioni supera quello del nylon imbobinato. Personalmente utilizzo generalmente un nylon dello 0.16 in bobina e come terminale 0.19 - 0.17 - 0.13 a seconda delle situazioni di pesca.

ciauuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: MarcoCician

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2013 12:23 #3 da elio1999

Nella pesca della trota lago, considerato, tra le varie cose, che il problema di incaglio sul fondale è praticamente quasi sempre assente il diametro dello spezzone terminale, in molte situazioni supera quello del nylon imbobinato. Personalmente utilizzo generalmente un nylon dello 0.16 in bobina e come terminale 0.19 - 0.17 - 0.13 a seconda delle situazioni di pesca.

Anche io stessa scelta, proton jtm 0.16 (che è reale..) e td brave 4 lbs cioè o.17 (che è reale)..ciao..
Ringraziano per il messaggio: MarcoCician

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2013 14:33 #4 da MarcoCician
Grazie per la risposta...ma utilizzando un terminale meno visibile tipo in fluorocarbon (io utilizzo quello della sasame) non ne riduce la percezione in acqua da parte del pesce migliorando le abboccate...???
poi mi è capitato che utilizzando terminali in nylon mi si rompono più facilmente (3 4 cm sopra l'amo) rispetto ad altri materiali...
:thanks:thanks:thanks

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2013 15:04 #5 da Bonez
Utilizzando un fluorocarbon si riduce certamente la visibilità in acqua ed assottigliando il diametro si ottiene una rotazione dell'esca ancor più ottimale. Il fluorocarbon risulta anche più resistente all'abrasione rispetto ad un normale nylon; per quanto riguarda un OTTIMO fluorocarbon consiglio ancora una volta l'imbattibile TD Brave.

Ciauuuuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: MarcoCician

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2013 16:12 #6 da giank1966

Bonez ha scritto: Nella pesca della trota lago, considerato, tra le varie cose, che il problema di incaglio sul fondale è praticamente quasi sempre assente il diametro dello spezzone terminale, in molte situazioni supera quello del nylon imbobinato. Personalmente utilizzo generalmente un nylon dello 0.16 in bobina e come terminale 0.19 - 0.17 - 0.13 a seconda delle situazioni di pesca.

ciauuuuuuz


Quoto al 100%

Personalmente 0.16 proton in bobina e terminali solo ed esclusivamente TD BRAVE...
in mattanza metto anke lo 0,20 :ok:ok

Ciaoooo

ADP Laghi Verdi (Inverigo) TEAM DAIWA
Ringraziano per il messaggio: MarcoCician

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

05/06/2013 19:33 #7 da Zar
Siccome sono un lazzarone, uso i finali già montati della gamakatsu, gli snk montati con florocarbon. Ho trovato che sono ottimi, non so che florocarbon usano ma non ho mai avuto problemi. Poi oltre a quello il vantaggio che cè già la brillatura con il tubettino di silicone, così con le girelle, quelle con l'attacco rapido, non sto a perdere tempo.

:ceerleader

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.054 secondi

Perché dobbiamo rilasciare il luccio? Il luccio va rilasciato perché questo fantastico predatore sta scomparendo. Soffre l'inquinamento, soffre le reti dei pescatori di professione, soffre la crudeltà dei bracconieri, soffre i cosiddetti: “padellari”; ovvero coloro che non rilasciano nulla. In Italia ne sono rimasti pochi e soltanto in pochissimi ambienti. Quello che un tempo era al vertice della catena alimentare, è ormai diventato solo una cattura occasionale. Partiamo da un dato di fatto: per avere la certezza di non arrecare alcun, seppur minimo, danno ai pesci dovremmo evitare di andare a pesca. Nella pratica del Catch

Domenica 8 maggio noi Macinator: Bonez e Pordo abbiamo partecipato ad una gara a coppie a Quinzano d’Oglio (BS) organizzata dalla società il Cefalo! Si tratta di un laghetto rettangolare piuttosto piccolo che può contenere al massimo 40 concorrenti che pescano contemporaneamente. Per l’occasione sono state immesse 2 quintali di trote che come spesso capita in questo campo di gara, gran parte si sono concentrate  in una zona del lago dove vi è una piccola cascata provocata dall’acqua di un canalino adiacente che alimenta il lago. Le 20 coppie partecipanti, sono state suddivise in 4

Lunedì 22 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz, in occasione del compleanno di Pordo, ci siamo recati al lago 3 Sport che si trova a Seguo di Settimo Milanese (MI): un lago di medie dimensioni e dalla elevata profondità, che consente alle trote di sopravvivere anche durante i periodi più caldi dell’anno. Si tratta di un complesso piuttosto spartano, dall’acqua non particolarmente limpida, nel quale abbiamo scelto di festeggiare questo compleanno, per il fatto che, in questo periodo, se ne sentiva parlare molto bene ovunque ed era una meta consigliata da molti pescatori. Giunti

  Come da calendario F.I.P.S.A.S di Lodi, domenica 11 Marzo 2012 si è disputata, presso il laghetto “Travacon” di Fombio (LO), la prima prova del: “Campionato Provinciale a Coppie di pesca alla trota in lago” al quale anche io (Bonez) e Pordo, assieme ad altre 2 coppie di garisti della nostra società A.S.D. Pescasport Graffignana (Teo-Lele e Ivan-Andrea), abbiamo partecipato. Per chi non conoscesse il laghetto in oggetto si tratta di un lago comunale, di forma rettangolare, nel quale non si effettua pesca sportiva a pagamento, ed in cui non vengono regolarmente immesse le trote

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: