• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cosa usate come salvanodo per bombarde?

  • Giorgio
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Platino Utente
  • Platino Utente
Espandi
16/11/2013 16:05 #1 da Giorgio
Cosa usate come salvanodo per bombarde? - discussione creata da: Giorgio
Ciao , volevo sapere cosa usate come salvanodo per ammortizzare l'impatto delle bombarde :magheggio

Io uso l'anima in materiale spugnoso dell'interno dei cavi TV (quelli grossi di diametro). Con 1 mt di cavo di recupero faccio circa un centinaio di ammortizzatori a costo zero. :dollar :ok

:bye :thanks

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
16/11/2013 17:12 #2 da Bonez
Io, per le bombarde utilizzo le molle coniche della Vincent e mi trovo benissimo; il costo non è esagerato e fanno egregiamente il loro lavoro....

Ciauuuuuuuuz

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
16/11/2013 20:45 #3 da superf
idem come il Bonez :bye :bye

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
16/11/2013 21:04 #4 da Robertob
Cosa usate come salvanodo per bombarde? - Risposta di: Robertob
Io filo elettrico ma i vostri mi sembrano migliori li provo. Grazie :bye

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
16/11/2013 21:05 #5 da Naus
Ciao io uso cavo elettrico siliconico, molto morbido.

:bye

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Giorgio
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Platino Utente
  • Platino Utente
Espandi
16/11/2013 21:05 #6 da Giorgio
Ma dove appoggiano sul filo nodo/girella non c'e' il rischio che rovinino il filo stesso ! :sorry

Chiedo per apprendere :tifo :bye :bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
16/11/2013 21:20 #7 da Naus
ti riferisci alla molla?

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Giorgio
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Platino Utente
  • Platino Utente
Espandi
16/11/2013 21:30 #8 da Giorgio
Si Naus alla molla :ok :thanks

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Espandi
16/11/2013 21:33 #9 da Robertob
Cosa usate come salvanodo per bombarde? - Risposta di: Robertob

Giorgio ha scritto: Ma dove appoggiano sul filo nodo/girella non c'e' il rischio che rovinino il filo stesso ! :sorry

Chiedo per apprendere :tifo :bye :bye

Il filo deve lavorare sulla girella non sul nodo ciao

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Giorgio
  • Autore della discussione
  • Offline
  • Platino Utente
  • Platino Utente
Espandi
16/11/2013 21:56 - 16/11/2013 21:57 #10 da Giorgio

Robertob ha scritto:

Giorgio ha scritto: Ma dove appoggiano sul filo nodo/girella non c'e' il rischio che rovinino il filo stesso ! :sorry

Chiedo per apprendere :tifo :bye :bye

Il filo deve lavorare sulla girella non sul nodo ciao



Intendevo la molla , mi spiego meglio :sbadato :girella tripla+nodo filo di bobina+ molla+ bombarda che scorre sul filo di bobina. Quindi la molla da una parte e ' in contatto con il fondo della bombarda e dall'altra con il nodo che collega il filo di bobina alla girella ,giusto ?
Appoggiandosi alla girella, e di conseguenza al nodo ,non c'e rischio che il metallo della molla rovini il filo. :ko :magheggio

Spero di essermi spiegato :ok n Ciao :bye :bye :thanks

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese
Ultima Modifica 16/11/2013 21:57 da Giorgio. Motivo: ortografia

Accesso o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • Non Abilitato per creare nuovo argomento.
  • Non Abilitato rispondere.
  • Non Abilitato per modificare il messaggio.

Costruito in svariate forme, differenti materiali e di diverse grammature; il galleggiante, comunemente chiamato anche: “ tappo”, può essere considerato uno dei “simboli” della pesca. Chiunque debba crearsi un’immagine di pesca lo farà, con tutta probabilità, pensando anche ad un galleggiante. Il suo compito è quello di trattenere la lenza ad una profondità prestabilita e di segnalare al pescatore le abboccate del pesce, immergendosi. Nonostante l’immagine del galleggiante sia comunemente associata ad un tipo di pesca “statica”, da qualche tempo, esso ha trovato largo impiego anche nel settore trota lago, agonistico e non solo. Molti

Per chi non lo conoscesse: "Gorreto" è un piccolo Comune della provincia di Genova in Liguria, al confine tra il Piemonte (provincia di Alessandria) e l'Emilia-Romagna con la provincia di Piacenza: questo "paesino" è ubicato alla confluenza del torrente Dorbera e del fiume Trebbia che, nell'alta valle ligure, si presenta con correnti, buche e bellissime lame d'acqua e nel quale è possibile esercitare tutte le tecniche di pesca, nelle "acque libere" e nelle "riserve di pesca" gestite con cura dall'Associazione Pescatori Val Trebbia. Così, venerdì 13 Giugno 2014, io (Bonez) assieme a 2 amici (Teo e Bonfi)

  Sabato 29 e domenica 30 ottobre 2012, per chi non lo sapesse, presso il bellissimo laghetto Al Tiro di Martinengo (BG) si sono svolti i campionati Italiani Juniores under 14, 18 e 23 di pesca alla trota in lago. Per l’occasione, dato che eravamo liberi da impegni io (Bonez) e Pordo, nella giornata di domenica ci siamo recati sul posto per seguire da vicino l’avventura del “nostro” piccolo grande utente macinator: Gianluca Cornelli di soli 14 anni figlio di korns 26 che partecipava alla competizione Under 18. La prima gara, svoltasi sabato pomeriggio si

Domenica 17 aprile si è svolta presso il lago “La trota nel birreto” di Corno Giovine (LO) la gara di chiusura della stagione alla trota organizzata dalla società “Travacon” di Fombio. Nel lago sono state immesse circa 110 kg di trotelle di piccola taglia (circa 8-9 per kg) su cui si sono date battaglia 10 coppie in un settore unico. Al primo impatto la superficie del lago era segnata da poche bollate e da un colore torbido dell’acqua dovuto alla prima semina in settimana di tinche e pesci gatto che  faceva presagire una gara non velocissima

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.