Filo da imbobinare

30/01/2014 08:31 #1 da Novellino
Filo da imbobinare - discussione creata da: Novellino
Ciao a tutti dovrei cambiare il filo in bobina perche quello che uso attualmente il trota bomber di tubertini non mi piace per niente!!! Mi consigliate sempre il DAIWA VELVET BLU oppure e' uscito qualcosa di nuovo ?? Se vorrei rimanere sempre su tubertini avete qualche consiglio oppure DAIWA tutta la vita e basta

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:03 #2 da Bonez
Filo da imbobinare - Risposta di: Bonez
Io ti consiglio il Proton JTM (Daiwa) 0,16 dall'OTTIMO raporto qualità/prezzo!

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:23 #3 da Novellino
Filo da imbobinare - Risposta di: Novellino
0,16 cosi fine io di solito sto tra il 0,18/0,20 faccio nelle canne da partenza 20 e in ricerca 18 perche a volte mi capita di pescare con terminali del 18 se trovo gare con tanto pesce e non di trotelle ma di trote da 200/300g

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:27 #4 da Bonez
Filo da imbobinare - Risposta di: Bonez
0,18 potrebbe andare ma lo 0,20 è assolutamente troppo grande; inoltre il Bomber è "maggiorato" quindi uno 0,18 dichiarato era già uno 0,20; figuriamoci uno 0,20... Io ti consiglio di provare lo 0,16 Proton e vai tranquillo anche se utilizzi spezzoni terminali dal diametro maggiore (0,18 - 0,20).

ciauuuuuuuuuz
Ringraziano per il messaggio: Novellino

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:28 #5 da MarcoCician
Ciao...lo puoi usare un 0.16 poi come terminale ci metti un 0.18 in fluorocarbon........ma tiri su al volo na trota da 300g se hai una tremarella...??????????

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:32 #6 da Bonez
Filo da imbobinare - Risposta di: Bonez
Ciao Marco, certamente, e nel caso in cui la lenza cedesse ti assicuro che nel 90% dei casi si spezza comunque il terminale (anche se di diametro leggermente maggiore) in quanto, vista la sua lunghezza, resta più rigido rispetto al filo imbobinato la cui resistenza è supportata inoltre dalla canna stessa.

ciauuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:35 #7 da cristian70
ciao lascia perdere i tubertini perche' troppo maggiorati un 16 equivale a un 18 quoto bonez ottimo il proton

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 09:36 #8 da MarcoCician
Si si..che giochi il ruolo dell'elasticità della canna si...pero se la tiro fuori dall'acqua lo faccio con prodenza...magari sottovaluto le mie canne.........

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 10:10 #9 da Novellino
Filo da imbobinare - Risposta di: Novellino
Il se so che ci sono trote da 300g dentro le azioni basse 0-1 anche 2 in partenza non lo guardo proprio uso canne molto dure poi mi e' capito anche di salpare con canne morbide trote da 300g e non mi e' mai capitato niente stringo i denti e tiro o la va o la spacca

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/01/2014 12:17 #10 da Paul89
Filo da imbobinare - Risposta di: Paul89
Sicuramente il Proton ; come qualitá, a mio avviso , é molto migliore del velvet!! :ok:bye

Paul

Paolo Biffi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.053 secondi

Ciao a tutti, quest’oggi ho pensato di andare leggermente fuori tema rispetto a cio per qui è nato macinator.it; ossia il fantastico mondo della trota lago scegliendo di raccontarvi un’esperienza piuttosto insolita, ma ovviamente di pesca, vissuta dal nostro “socio”; nonché Amico Teo (gatTeo). Per chi non lo conoscesse infatti, va detto che, il nostro compagno di squadra Teo, si è avvicinato da poco al mondo della trota lago, ma fin da bambino ha sempre avuto una grandissima passione per la pesca in generale. Egli infatti, si diletta spesso praticando differenti tecniche di pesca sia

  Domenica 2 giugno 2013, in compagnia di altre 2 coppie di nostri amici, io (Bonez) e Pordo, ci siamo recati, per la prima volta della nostra vita, in un bellissimo laghetto di montagna: il "Lago dei Pini" che si trova a Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) per partecipare ad una gara ad invito aperta a 20 coppie. Giunti sul posto, ci siamo trovati dinnanzi ad un bellissimo laghetto di "piccole" dimensioni, immerso nel verde, e contornato da un tipico panorama di montagna che rendeva il tutto ancor più caratteristico e piacevole. E' stato sufficiente un

  Il luccio: predatore per eccellenza di acqua dolce. Caratterizzato da una bocca particolarmente pronunciata con un “becco” a papera dotato di denti estremamente affilati. Ama sostare al riparo attorno a qualsiasi tipo di vegetazione acquatica in attesa della sua preda nei confronti della quale tende agguati rapidi e violenti. Si nutre di altri pesci, a volte anche di dimensioni simili a se stesso. Può raggiungere delle taglie da capogiro ed innescare duelli molto avvincenti nonché attaccare l’esca con incredibile forza e, non sono rari, anche salti fuori dal pelo dell’acqua. La tecnica di pesca

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: