Tubertini T-Trout o Daiwa F1?

12/12/2013 12:33 - 12/12/2013 13:54 #1 da Potter
Tubertini T-Trout o Daiwa F1? - discussione creata da: Potter
:magheggio
Ciao ragazzi vi chiedo un consiglio per il mio prossimo acquisto, premetto che l'ultimo è stato una Specialist 42 ML con la quale non mi trovo molto a mio agio per via della mia tecnica di lancio, ovvero, riesco a lanciare meglio con canne un po' più morbide di azione piuttosto che con quelle rigidine, perciò dovendo pescare a grandi distanze (Monzoro, Carcana, Capanna ecc.)vorrei sapere se per voi dovrei orientarmi verso una Tubertini T-Trout 3pezzi az.5 o una Daiwa F1 sempre tre pezzi az.47LD. Se poi qualcuno a qualche usato ben tenuto è ben accetto!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/12/2013 16:53 #2 da scheggia
penso che le differenze tra queste 2 canne siano enormi, anche nel prezzo
comunque le f1 per la pesca che devi fare è sicuramente migliore, te lo dice uno che non riesce a pescare con le canne daiwa,
la tubertini non fa più canne di livello per la trota lago,
se vuoi provare qualcosa di diverso da daiwa orientati sulle verbanesi o sulle stella di Zeni

:bye

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/12/2013 17:26 #3 da Bonez
Dal mio punto di vista, da 15gr in su, Daiwa F1 3pz non hanno rivali.

ciauuuuuuuuz

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/12/2013 17:53 #4 da scheggia
Sono d'accordo con Bonez, alzerei solo i grammi a 25
:fishing

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/12/2013 17:57 #5 da Giorgio
F1 ad occhi chiusi, non c'e' confronto. :ok:okUn bel regalo per albero_natalNatale e mi raccomando accoppiagli un mulinello all'altezza. :bye:bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese
Ringraziano per il messaggio: Potter

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/12/2013 20:33 #6 da Potter
La prossima domenica un amico la F1 47 LD me la fa provare poi vedo, intanto grazie a tutti!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/12/2013 20:43 #7 da vik65
daiwa f 1 47 ld ? spettacolare e una bellissima canna .
io ce lo, e ti consiglio x completare dal mio punto di vista di canne potenti, anche la 45m
e 45mh io mi ci trovo bene.
ciaoo :ok:ok:ok

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/12/2013 23:10 #8 da Giorgio

vik65 ha scritto: daiwa f 1 47 ld ? spettacolare e una bellissima canna .
io ce lo, e ti consiglio x completare dal mio punto di vista di canne potenti, anche la 45m
e 45mh io mi ci trovo bene.
ciaoo :ok:ok:ok



Quoto la 45 mh alla grande,ottima canna da bombarda :ok:ok:applausi

:bye

Gli Dei, non sottraggono all'uomo ,il tempo trascorso a pescare.

Proverbio Assiro-Babilonese

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

16/12/2013 17:32 #9 da Potter
Per cominciare grazie a tutti per le risposte, domenica ho provato la 47LD ma mi è sembrata comprensibilmente un po' "bastone", per ora ho preso il mulinello un Rarenium C14 4ooo penso per la canna di prendere la 45MH che perde in lancio ma recupera in piacere di pesca! Spero di non errare a pensare questo! Sarà molto il gap in distanza di lancio! Secondo voi sto ragionando in modo corretto con questa scelta? Obbiettivamente le trote a più di cento metri da riva raramente si beccano ai primi giri di manovella e poi a quella distanza bisogna sentirle in canna! :magheggio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

16/12/2013 18:29 #10 da xxxgrimox
dipende dalle grammature che ti servono, è inutile prendere una canna ed usare grammature più basse, MA NON sei sul pesce, questo io lo chiamo spreco di soldi, a quel punto a posto di comprare qualcosa che non è adatto per quello cui devi lanciare, è meglio che i soldi te li tieni,
se per andare a certa distanza ti servono certe grammature e una canna che le sopporta, non puoi pensare di fare lo stesso con una canna meno potente e che devi caricare di meno

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.085 secondi

Domenica 30 agosto 2011, io (Bonez), Pordo e Cavoz; nonostante la stagione estiva, tipicamente da pesca a bombarda in laghi medio/grandi, abbiamo deciso di trascorrere una giornata non molto lontano da casa,  pescando a piombino; soprattutto per poter inaugurare la nuova canna appena acquistata dal Cavoz: una Strabilya 4 e ci siamo così recati al laghetto di Bordolano (CR). Per chi non lo conoscesse, si tratta di un piccolo laghetto, che sembra una piscina, di forma trapezoidale, avente le sponde di cemento, il quale è tutto circondato da ghiaia bianca. Il lago presenta una profondità

Perché dobbiamo rilasciare il luccio? Il luccio va rilasciato perché questo fantastico predatore sta scomparendo. Soffre l'inquinamento, soffre le reti dei pescatori di professione, soffre la crudeltà dei bracconieri, soffre i cosiddetti: “padellari”; ovvero coloro che non rilasciano nulla. In Italia ne sono rimasti pochi e soltanto in pochissimi ambienti. Quello che un tempo era al vertice della catena alimentare, è ormai diventato solo una cattura occasionale. Partiamo da un dato di fatto: per avere la certezza di non arrecare alcun, seppur minimo, danno ai pesci dovremmo evitare di andare a pesca. Nella pratica del Catch

Domenica 12 giugno, presso il Lago Smeraldo di Langhirano (PR), si è svolta una bellissima gara aperta a 60 coppie che pescavano alternativamente sullo stesso picchetto; proprio per questo alcuni concorrenti hanno deciso di parteciparvi individualmente pagando ovviamente la quota d’iscrizione doppia. La manifestazione prevedeva il rilascio di ben 7 quintali di trotelle da gara (circa 10/12 pesci per ogni Kg) ed è stata suddivisa in 10 spostamenti; ognuno dei quali prevedeva il doppio turno di pesca: prima pescava il concorrente n°1 e poi il concorrente n°2 di ogni coppia. Giunti sul posto, a noi

Sabato 17 settembre 2011, io (Bonez), Cavoz e Soffritto, abbiamo deciso di fare una pescata in un laghetto piccolo e ci siamo così recati al laghetto di Roccafranca (BS). Muniti di navigatore, dato che nessuno di noi era mai stato in quel lago, siamo giunti a destinazione verso le ore 7:10 del mattino e nonostante fosse abbastanza presto, la prima metà del laghetto era già occupata, su entrambe le sponde, da parecchi pescatori. Così, dopo aver effettuato il biglietto, ci siamo posizionati in una posizione quasi “obbligata”; precisamente a circa metà del lago sulla sponda opposta

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: