Laghetto Passoguado Quinzano d'Oglio (BS) - 25/09/2011

Laghetto Passoguado Quinzano d'Oglio (BS) - 25/09/2011

Domenica 25 Settembre 2011, io (Bonez), Pordo e Teo, siamo andati a fare una pescata nel, non lontano da noi, laghetto Passoguado di Quinzano d’oglio (BS). Si tratta di un laghetto dalle piccolissime dimensioni, caratterizzato da una cascata presente in uno dei quatto angoli, provocata da un piccolo fiumiciattolo che alimenta il lago; ed è proprio grazie all’acqua fresca di questo fiume che, assieme all’abbassarsi delle temperature ha permesso l’immissione delle trote anche in questo periodo, nonostante la bassa profondità del lago che raggiunge all’incirca i 2,50 metri nei punti più profondi. Noi tutti conoscevamo già benissimo questo lago, in quanto, non solo ci siamo stati diverse volte a trascorrere qualche ora di pesca, ma abbiamo inoltre partecipato a diverse gare svoltesi in questo lago dall’ottima resa. Giunti sul posto, verso le ore 7:15 del mattino, erano già presenti 5 – 6 pescatori, i quali si sono posizionati tutti nella zona della cascata, indice del fatto che, le trote, si trovavano proprio in quella zona; abbiamo così scelto di posizionarci a circa metà lago, in fianco a loro. Considerato che l’acqua di questo lago non si caratterizza di certo per la particolare limpidezza e constatato che, questa domenica, si presentava particolarmente torbida; abbiamo deciso di lasciare in disparte le canne a piombino ed abbiamo iniziato la nostra battuta di pesca utilizzando una lenza realizzata con un galleggiante da 3gr piombato con una decina di pallini. I nostri primi lanci sono stati tutti a vuoto e, per nostra sfortuna, veniva catturata solamente qualche trotella dai pescatori presenti alla nostra sinistra, che pescavano anch’essi con una lenza a galleggiante, ma proprio al di sotto della cascata, laddove per noi era impossibile lanciare a causa della loro presenza. Più tardi, però, è giunto il momento della semina e, come è solito fare in questo lago, il gestore ha liberato una buona quantità di pesce; così, dopo pochi minuti, si scorgevano bollate quasi in ogni parte del lago e le abboccate si sono subito fatte vive anche per noi. Dopo qualche trota catturata a galleggiante, considerato che si notavano moltissime bollate e di tanto in tanto si notava qualche piccolo branchetto di trote appena al di sotto della superficie, ho deciso di aprire l’altra canna che avevo portato con me sulla quale avevo montato una lenza con la maracas. Questa lenza si è rivelata ancora più adatta regalandomi una bella serie di catture in poco tempo; finché, con il passare del tempo, le trote diminuivano sempre di più e le poche rimaste si sono nuovamente rifugiate al di sotto della cascata, rendendo possibile la loro cattura solo da parte dei pescatori situati in quella zona. Mentre continuavamo la nostra pesca di ricerca è giunto sul posto il camion del pesce ed ha ripopolato di trote le vasche presenti a fianco del bar del laghetto e trascorso un altro po’ di tempo, il gestore ha effettuato un’altra semina di pesce. Questa volta è stata immessa una quantità di trote inferiore rispetto alla precedente semina, le quali, però, non hanno reagito come le precedenti, ma si sono manifestate piuttosto apatiche e svogliate ad abboccare, permettendo sia a noi che agli altri pescatori presenti di effettuare pochissime catture. Questo comportamento differente, a mio avviso, può essere stato causato in parte dall’aumento della temperatura, ma soprattutto dal fatto che: essendo appena state trasportate, si sono sicuramente trovate in vasche con un’alta quantità di ossigeno, ed una volta immesse nel nuovo ambiente non hanno avuto il  tempo necessario per ambientarsi alle nuove caratteristiche dell’acqua. Potrebbero esservi anche molti altri aspetti da considerare che avrebbero potuto influenzare l’apaticità delle trote; come ad esempio il fatto del loro digiuno o non digiuno, ecc, ma qualsiasi sia la causa, la cosa certa è che questa seconda semina, a differenza della precedente, ci ha regalato ben poche catture. Così, giunti verso le ore 10:15 abbiamo posto fine alla nostra battuta di pesca, radunando tutta la nostra attrezzatura, e recandoci al bar del laghetto Passoguado per gustarci un buon aperitivo con un buono spritz, che in questa zona, o per lo meno in questo bar, viene chiamato “Pirlone” in compagnia anche di pinuz, che si trovava anch’esso in questo lago a fare una pescata. Concludendo, possiamo dire che, la nostra battuta di pesca, che si è conclusa con una cinquantina di catture, può essere considerata una giornata mediocre e poteva risultare sicuramente più redditizia se fossimo arrivati sul posto con un po’ d’anticipo, accaparrandoci la postazione migliore nella zona della cascata. La gestione del laghetto è stata ottima, effettuando come sempre, una giusta semina, adeguata alla quantità di pescatori presenti; il mio consiglio, se decidete di recarvi in questo lago in questo periodo è quindi quello di recarvi sul luogo in anticipo rispetto all’orario di apertura, in modo da garantirvi il posizionamento nella zona della cascata che alimenta il lago in modo da garantirvi una continuità di catture.

by Bonez

 

Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao
Sapete quando inizia la stagione delle trote
Grazie ciao

Nicola2000
BonezAmministratoreAutore
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao, si, il laghetto è aperto tutto l'anno! Ciauuuuuuz

Bonez
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

ciao. Volevo fare una domanda; il laghetto è aperto nel periodo invernale?
grazie

Nicola2000
Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite.Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

  Domenica 2 giugno 2013, in compagnia di altre 2 coppie di nostri amici, io (Bonez) e Pordo, ci siamo recati, per la prima volta della nostra vita, in un bellissimo laghetto di montagna: il "Lago dei Pini" che si trova a Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) per partecipare ad una gara ad invito aperta a 20 coppie. Giunti sul posto, ci siamo trovati dinnanzi ad un bellissimo laghetto di "piccole" dimensioni, immerso nel verde, e contornato da un tipico panorama di montagna che rendeva il tutto ancor più caratteristico e piacevole. E' stato sufficiente un

  Domenica 25 Marzo 2012, presso il laghetto: “La Trota nel Birreto” di Corno Giovine (LO), si è disputata la prima prova del Campionato Provinciale Individuale ed a Squadre della provincia di Lodi organizzata dalla società A.S.D. Pescasport Graffignana Milo. Non mi soffermo sulla descrizione del complesso in quanto è già stato recensito in altre occasioni, ma passo subito al “vivo” della manifestazione. Per quanto riguarda me (Bonez) e Pordo, facendo parte della società organizzatrice, il tutto ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di sabato 24 Marzo; quando verso le ore 18:45, dopo aver atteso

Credo che chiunque si sia avvicinato alla trota lago abbia sentito pronunciare gli “storici” nomi che identificano, da sempre, le bombarde affondanti, a marchio Fassa: “Bugiardino”, “Opaco” e “Moretto”. Chi le conosce meglio e le ha adoperate, conoscerà però sicuramente anche i loro punti critici come ad esempio: la scarsa resistenza meccanica e la grossolana precisione di G. Grazie al nostro rapporto di collaborazione, nel corso del 2016, assieme a Fassa, abbiamo così deciso di dar vita ad una nuovissima linea di Bombarde affondanti che prende il nome: “Deep”. Dall’inglese: “in profondità” della serie Deep

Lago Verde (PC) - 29/04/2017 Sabato 29 Aprile 2017, presso il Lago Verde di Piacenza (PC), si è svolto il: “6° Raduno Macinator”: una piacevole giornata trascorsa tra amici, sulle sponde di un lago, pescando. Ci tengo a precisare, ancora una volta, che il Raduno Macinator NON è una gara ma una divertente pescata in compagnia alla quale TUTTI possono partecipare. Un’occasione per rincontrare “vecchi” amici, per conoscerne di nuovi e per scambiarsi opinioni utili per migliorarsi accrescendo così le proprie conoscenze ed abilità di pesca sportiva. Si tratta di un evento al quale tengo particolarmente,

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: