Lago dei Pini - Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) - 02/06/2013

Lago dei Pini - Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) - 02/06/2013

 

Domenica 2 giugno 2013, in compagnia di altre 2 coppie di nostri amici, io (Bonez) e Pordo, ci siamo recati, per la prima volta della nostra vita, in un bellissimo laghetto di montagna: il "Lago dei Pini" che si trova a Pieve di Revigozzo, Bettola (PC) per partecipare ad una gara ad invito aperta a 20 coppie. Giunti sul posto, ci siamo trovati dinnanzi ad un bellissimo laghetto di "piccole" dimensioni, immerso nel verde, e contornato da un tipico panorama di montagna che rendeva il tutto ancor più caratteristico e piacevole. E' stato sufficiente un solo istante per notare moltissimi branchi di piccolissime trotelle (9-11 al kg) che stazionavano sulla superficie del lago, spesso addirittura con la pinna dorsale fuori dall'acqua, che lasciavano presagire ad una divertentissima gara.

Così, verso le ore 8:30 del mattino, ebbe inizio il primo turno di pesca durante il quale, io (Bonez) e Pordo, abbiamo scelto di partire con una lenza a piombino da 4 grammi, recuperando l'esca piuttosto velocemente appena al di sotto della superficie e direzionando il lancio in prossimità dei branchi di trote che si spostavano e stazionavano più o meno distanti da riva. La scelta si è rivelata azzeccata; tant'è che la tipologia di pesca che abbiamo adottato per la maggior parte dei turni di gara è stata la stessa; se non che durante gli ultimi turni, dopo la pausa centrale, ci siamo "alleggeriti" passando ad utilizzare lenze a catenella di sonar da 2,5 - 3 grammi e vetrini da 3 - 4 grammi, maracas e bombardine da 8 grammi G0.5 ma recuperando sempre l'esca in superficie ed effettuando ancora diverse catture tra cui anche alcune pescando a "vista". La gara è così giunta al termine verso le ore 11:30, quando si è concluso il decimo ed ultimo turno di pesca durante il quale siamo riusciti a catturare ancora le ultime 3 trotelle che ci hanno permesso di chiudere la gara senza effettuare nemmeno un turno a "cappotto"... A coronare questa divertentissima giornata di pesca, per quanto riguarda me e Pordo, si è aggiunto il risultato ottenuto: 1° di settore e 1° posto assoluto di giornata con 142 catture che ci hanno fatto divertire dal primo all'ultimo istante di gara. Unica nota "negativa" della giornata e se vogliamo unico "difetto" del Lago dei Pini la presenza non indifferente di piante che costeggiano tutto il lago e che, soprattutto in alcuni punti, risultano d'intralcio per l'azione di pesca, ma soprattutto durante gli spostamenti e la sistemazione dell'attrezzatura. Tolto questo piccolo particolare mi sento di dire che si tratta di una bellissima struttura immersa in un bellissimo ambiente che merita di essere rivisitata; altro motivo per cui torneremo sicuramente in futuro, quando ci sarà occasione, per un altrettanto piacevole giornata di pesca in compagnia di amici. Concludo quindi, questo breve articolo, con i miei complimenti alla gestione del Lago dei Pini e a tutta l'organizzazione di questa piacevole manifestazione che ci ha "regalato" un'altra indimenticabile giornata in compagnia della nostra passione e vi lascio ad alcuni scatti che ritraggono la giornata appena raccontata.

by Bonez

 


Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Caro Bonez mi permetto di presentarmi. Sono Antonio il 69enne ragazzo di fatica del sito http://pievedirevigozzo.org/
Cazzeggiando su Google sono capitato su questo simpatico articolo. Sono nato a poche centinaia di metri da questo lago e...

Caro Bonez mi permetto di presentarmi. Sono Antonio il 69enne ragazzo di fatica del sito http://pievedirevigozzo.org/
Cazzeggiando su Google sono capitato su questo simpatico articolo. Sono nato a poche centinaia di metri da questo lago e precisamente in una di quelle quattro case che si incontrano continuando la strada dopo il lago. Da oltre 45 anni vivo a MIlano ma torno a Revigozzo appena possibile ma soprattutto quando a Milano fa caldo.
Il lago dei pini era nato come laghetto per la irrigazione dei campi e nel canale che vi porta acqua, ai miei tempi, si potevano pescare i gamberi. Si era trattata di una delle tante speculazioni all'italiana in quanto non ha mai irrigato nessun campo ma dopo decenni di incuria è stato preso in consegna dal gruppo alpini di Bettola e fatto rinascere.
Ultimamente lo trovo meno curato ma spero si tratti solo di una cosa momentanea.
Se vi capitasse di tornare, continua come ti dicevo sulla strada e la mia casa è l'ultima, costeggia la strada e sempre rivolta alla strada vedi una meridiana che ho fatto l'anno passato durante le ferie... non si può sbagliare e un bicchiere di gutturnio con una fetta di coppa e salame non sarà negato ai passanti. Verrei mettere il link al mio sito fammi sapere se ti va.
Una buona giornata e buon fine settimana. antonio

Leggi Tutto
antonio
Bonez Amministratore Autore    antonio
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Cio Antonio e grazie 1000 per l'invito a casa tua; spero ci sia occasione di incontrarsi presto... In quanto al link al sito nessunissimo problema; lo inserirò però al rientro dalle vacanze... Grazie di tutto e a presto....
Ciauuuuuuuuz

Bonez
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Grazie ragazzi! Davvero bella gara e splendido lago immerso in un piacevole paesaggio naturalistico!!! Un vero peccato le molte piante che limitano in alcune zone l'azione di pesca ma soprattutto il posizionamento della rastrelliera...

Pordo
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Bravi Ragazzi;)

Paul89
Bonez Amministratore Autore    Paul89
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Grazie Paul!

Bonez
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

ennesimo plauso a Bonez e Giò... bell'impianto, ottima organizzazione.. merita sicuramente ulteriore visita;)

Sandro
Bonez Amministratore Autore    Sandro
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Grazie "socio"!

Bonez
Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Sabato 13 Aprile 2013, presso il bellissimo laghetto: "Al Tiro" di Martinengo (BG), si è svolto il tanto atteso: "2° Raduno MACINATOR"; ossia, per chi non lo sapesse, una bellissima giornata in compagnia di tutti gli utenti di questo sito che decidono liberamente di partecipare per una pescata di gruppo, con lo scopo di aiutarsi, conoscersi meglio di persona e scambiarsi consigli sulla pesca della trota e non solo. L'organizzazione dell'evento ha avuto inizio mesi prima ed è stata ufficializzata in data 6 Marzo 2013; giorno in cui si sono aperte le iscrizioni a chiunque

Indipendentemente dalla stagione, in presenza di laghi di piccole dimensioni o comunque in tutti i casi in cui le trote stazionano nei primi 20-30 metri d’acqua dalla sponda, una lenza a piombino o una a catenella costituiscono una delle soluzioni migliori, e più redditizie, per la pesca alla trota in lago. "Piombo" è il termine più diffuso, molto generalizzato, che l'agonista, o comunque la maggior parte dei pescatori, utilizza per far riferimento alla zavorra che si utilizza per la costruzione di una lenza. Come dice la parola stessa, si tratta di un cilindretto di piombo,

Concentrandosi sulla pesca a corta distanza si sceglierà una lenza a piombino, prediligendo uno “slim” (2-4gr): un piombo dalla forma allungata che affonderà più lentamente rispetto ad uno “Short”: piombo dalla forma tozza; per effettuare un recupero molto veloce a pelo d’acqua ed in presenza quindi di trote particolarmente voraci e “veloci”. Se le trote faticheranno ad inseguire esche recuperate troppo velocemente, o se si riceveranno parecchi “rifiuti” in fase di abboccata, sarà necessario “ammorbidire” la lenza e diminuire la velocità di recupero e si passerà quindi ad una lenza a catenella di styls o

Accessorio indispensabile per chiunque pratichi la pesca alla trota lago a livello agonistico ma indubbiamente utile anche per il pescatore amatoriale è il: “Cestello portatrote”. Esso, non soltanto, ha il compito di contenere e trasportare le trote ma si rivela, allo stesso tempo, estremamente utile per contenere sia le esche che tutta la minuteria necessaria per la realizzazione delle lenze. Oggi in circolazione ve ne sono moltissimi modelli differenti tra loro, più o meno voluminosi, più o meno capienti, più o meno dotati di “accessori” ed ovviamente più o meno costosi. Non soltanto alcuni tra i

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: