12/06/2011 - Lago Smeraldo Langhirano (PR)

12/06/2011 - Lago Smeraldo Langhirano (PR)

Domenica 12 giugno, presso il Lago Smeraldo di Langhirano (PR), si è svolta una bellissima gara aperta a 60 coppie che pescavano alternativamente sullo stesso picchetto; proprio per questo alcuni concorrenti hanno deciso di parteciparvi individualmente pagando ovviamente la quota d’iscrizione doppia. La manifestazione prevedeva il rilascio di ben 7 quintali di trotelle da gara (circa 10/12 pesci per ogni Kg) ed è stata suddivisa in 10 spostamenti; ognuno dei quali prevedeva il doppio turno di pesca: prima pescava il concorrente n°1 e poi il concorrente n°2 di ogni coppia. Giunti sul posto, a noi totalmente sconosciuto, ci siamo trovati d’innanzi ad un bellissimo lago dalle dimensioni medie con un acqua piuttosto cristallina e circondato da un ben curato prato verde con alcuni alberi che non ostacolavano però in nessun modo l’azione di pesca. Osservando la superficie del lago si notavano parecchie bollate, e parecchi branchi di pesce: alcuni subito al di sotto del “pelo” dell’acqua anche vicino alla riva ed altri poco più in profondità. Una volta smontate tutte le canne ed ottenuto il nostro numero di partenza sorteggiato al momento del pagamento della quota d’iscrizione ci siamo recati sul nostro posto di partenza. Ho iniziato io (Bonez) la gara e purtroppo, al momento di lanciare in acqua la lenza non si notava nessun branco di pesce davanti a noi, ho così deciso di partire con un piombino da 4gr lanciando a circa 20 – 30 metri da riva e lasciando calare il piombo per circa 2 –3 secondi dopo aver lanciato; la scelta si è rivelata azzeccata per quel turno, che si è concluso per noi con circa 7 – 8 catture, ma che ci ha visti subito in testa rispetto agli altri concorrenti del nostro settore anche se ovviamente di solo 2 – 3 pesci. Il primo turno di gara, a causa di qualche pesce slamato, ci ha permesso di capire che le trote erano parecchio aggressive ma che la loro abboccata non era così decisa ad ingoiare l’esca ed occorreva quindi prestare parecchia attenzione al momento della ferrata; così Pordo che ha pescato per secondo, utilizzando la stessa tecnica precedente,  ha fin da subito curato meglio le abboccate permettendoci di essere in testa anche alla fine del secondo turno di gara. Per quanto riguarda i turni successivi abbiamo alternato la tipologia di pesca appena descritta con quella a galleggiante (da 3gr piombato con pallini) montato su una canna da 6mt ad una profondità di circa 1,00 – 1,50 mt. nei turni in cui abbiamo notato branchi di trote poco distanti dalla riva. Giunti poi, dopo la metà della gara, quando le trote sono diminuite sensibilmente le abboccate in superficie sono quasi sparite; allorché io (Bonez), utilizzando un piombino da 4gr slim, con un terminale più lungo (circa 1 metro), ho lasciato calare la lenza di circa 5 – 6 secondi raggiungendo una profondità poco al di sopra del fondo del lago ed ho subito avvertito diverse abboccate a poca distanza dalla riva catturando 12 pesci in un solo turno. Questa tipologia di pesca è stata quella che si è poi protratta anche per i turni successivi e che ci ha portato a piazzarci al primo posto del nostro settore totalizzando 114 catture; le quali ci hanno permesso di classificarci come decima coppia assoluta. Purtroppo, qualche pesce slamato, qualche ferrata sbagliata, che ovviamente sono all’ordine del giorno per qualsiasi agonista, ma soprattutto la scarsa presenza di branchi di pesce dinnanzi a noi durante i vari turni di pesca non ci ha permesso di effettuare un maggior numero di catture che ci avrebbero visti più in alto nella classifica degli assoluti. Come abbiamo però descritto anche nei nostri articoli, per poter piazzarsi ai primi posti assoluti, non basta la propria tecnica individuale, ma serve anche quel pizzico di fortuna legata ai vari spostamenti di gara; visto inoltre l’alto livello agonistico dei partecipanti, siamo completamente soddisfatti del nostro piazzamento e dell’ottimo prosciutto crudo ricevuto come premio. Concludendo facciamo i nostri complimenti all’ottima organizzazione, alla bellissima giornata trascorsa catturando delle bellissime trotelle da gara e al magnifico lago attentamente curato e dall’ottima resa agonistica.

by Bonez

 

Purtroppo il nostro paparazzo Ghibbo non è riuscito ad essere presente a questa fantastica gara; siamo riusciti a realizzare così solo un video di pochissimi istanti, che non sintetizza purtroppo i momenti migliori della gara ma abbiamo deciso di pubblicarlo ugualmente; potete visionarlo qui sotto:

BonezAmministratoreAutore
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao Ghibbo, so che domenica eri impegnato, sarebbe stato un bellissimo luogo e una bellissima gara da documentare con le tue foto e i tuoi video, ma tranquillo, ti rifarai alla prossima!!!<br /><br />Grazie, per i complimenti, se posso e se mi...

Ciao Ghibbo, so che domenica eri impegnato, sarebbe stato un bellissimo luogo e una bellissima gara da documentare con le tue foto e i tuoi video, ma tranquillo, ti rifarai alla prossima!!!<br /><br />Grazie, per i complimenti, se posso e se mi vengono idee cerco sempre di apportare migliorie nel limite delle mie capacità...<br /><br />ciauuuuuuz

Leggi Tutto
Bonez
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao a tutti, purtroppo domenica ho dovuto abbandonare i Macinator per andare a inciocchirmi a un battesimo dal quale sono tornato un pò sdraiato! :zzz <br />Salvo ulteriori impegni mi rifarò la prossima volta con un mega servizio dedicato ai due...

Ciao a tutti, purtroppo domenica ho dovuto abbandonare i Macinator per andare a inciocchirmi a un battesimo dal quale sono tornato un pò sdraiato! :zzz <br />Salvo ulteriori impegni mi rifarò la prossima volta con un mega servizio dedicato ai due grandi pescatori della Bassa!<br />P.S. Anche perchè devo sfoggiare anch'io la divisa!!! <br />Buona continuazione e ancora complimenti a Bonez, il sito è sempre in miglioramento!!!

Leggi Tutto
ghibbo
Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite.Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

 Sabato 10 settembre 2011, io (Bonez) ed il Cavoz, abbiamo deciso di trascorrere la nostra mattinata in un altro lago della provincia di Brescia e più precisamente al lago Canada, che si trova a Borgosatollo (BS), a poco più di un chilometro di distanza dal laghetto del Cigno. Si tratta di un laghetto di forma quasi rettangolare, dalle medie dimensioni e piuttosto profondo, avente un’acqua abbastanza trasparente e fresca nel quale, ovviamente, si effettua la pesca alla trota tutto l’anno, anche durante i periodi più caldi dell’anno, come questo. Siamo arrivati a destinazione verso le

Tremarella: lo strano nome di questo recupero bene illustra il movimento della canna, che deve, appunto, tremolare incessantemente, con lo scopo di far avanzare a scatti velocissimi l'esca. La tremarella si effettua sia con lenze a piombino, che a catenella che a vetrino. La forma e il peso specifico della zavorra influenzano il comportamento dell’esca sott’acqua. Il recupero si effettua con la sola canna, mentre questa si sposta bisogna far vibrare il vettino e tra un recupero e l’altro il filo in eccesso và recuperato con il mulinello. L’intensità delle vibrazioni e la velocità di spostamento della

Sabato 3 settembre 2011, io (Bonez) assieme al Cavoz, ci siamo recati al lago del Cigno che si trova in via Donzinetti 43 a Borgosatollo (BS): un lago dalle medie dimensioni, ma piuttosto profondo; caratterizzato da un’acqua limpidissima e fresca in grado di ospitare le trote anche durante i periodi più caldi dell’anno. Giunti sul posto, verso le 7:30 del mattino, abbiamo dato uno sguardo generale al lago, analizzando soprattutto le zone più affollate dalla presenza di pescatori, ed abbiamo subito notato che vi era una densa concentrazione di pescatori sulla riva di ghiaia, opposta

Indipendentemente dalla stagione, in presenza di laghi di piccole dimensioni o comunque in tutti i casi in cui le trote stazionano nei primi 20-30 metri d’acqua dalla sponda, una lenza a piombino o una a catenella costituiscono una delle soluzioni migliori, e più redditizie, per la pesca alla trota in lago."Piombo"è il termine più diffuso, molto generalizzato, che l'agonista, o comunque la maggior parte dei pescatori, utilizza per far riferimento alla zavorra che si utilizza per la costruzione di una lenza. Come dice la parola stessa, si tratta di un cilindretto di piombo,

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.


 SITI PARTNER: