• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La bollata

Quando ci si reca sul luogo di pesca, soprattutto quando le trote sono a galla, ma non solo, uno dei fattori da considerare per ottenere un buon risultato è sicuramente quello di cercare di intuire la profondità e la zona in cui si trova il branco di trote in attività. Per fare ciò, oltre a considerare la stagione in cui ci si trova, la regola del vento, l’esperienza e la conoscenza del lago, è importante fermarsi qualche istante ad analizzare la superficie per cercare di scorgere qualche “bollata”; ossia il movimento d’acqua causato da un pesce che risale in superficie. Le “bollate” ci aiutano infatti a localizzare il branco di trote e se correttamente analizzate sono inoltre utili per trarne indicazioni riguardo la profondità alla quale il pesce staziona; possiamo distinguere le “bollate” in tre gruppi differenti:


La “BOLLATA” delle trote a GALLA:

Specialmente in autunno ed in primavera ci troveremo a dover cacciare le trote molto in superficie; in queste situazioni noteremo infatti moltissime bollate causate anche dal riaffiorare delle trote che vanno a caccia di insetti che sostano a pelo d’acqua. Noteremo anche le cosiddette “strisciate”; ossia il movimento d’acqua causato dalla pinna delle trote che si muovono appena al di sotto della superficie; esse ci aiuteranno ad individuare il punto perfetto in cui si trovano le trote e dove dovremo quindi lanciare la nostra esca. La bollata delle trote a galla è una bollata molto lenta e frequente; si noteranno infatti moltissime bollate vicine tra loro e spesso una dopo l’altra; esse formeranno dei cerchi concentrici sulla superficie che vanno allargandosi fino a sparire e se si osserva con attenzione, magari con l’aiuto di un paio di occhiali polarizzati, spesso si potrà intravedere il branco di trote identificato come una macchia scura sotto il  pelo dell’acqua.

 

La “BOLLATA” delle trote a MEZZ’ACQUA:

Potremo incontrare questa tipologia di bollata soprattutto durante il periodo primaverile, soprattutto quando con l’avvicinarsi del periodo estivo e delle alte temperature le trote iniziano a scendere un pochino più in profondità. In questo caso la quantità di bollate è mediamente meno frequente rispetto alla situazione in cui le trote stazionano in superficie e non sarà così fondamentale per l’individuazione del branco ma rappresenta comunque un utile suggerimento da considerare.La bollata delle trote a mezz’acqua, è una bollata rapida; infatti si noterà la trota salire in superficie per poi scendere subito di qualche metro in profondità e prestando più attenzione potremo notare la coda che esce dall’acqua indice del fatto che il pesce si sta dirigendo verso il fondale; inoltre, capiterà spesso di veder balzare l’intero pesce fuori dall’acqua come se stesse volando.

 

La “BOLLATA” delle trote sul FONDO:

In estate nei grandi laghi profondi o durante il periodo invernale nelle immediate vicinanze del sottoriva ci troveremo, con le diverse tecniche di pesca, a dover insidiare le trote in profondità. Durante questi periodi le bollate sono molto sporadiche, ma durante la nostra giornata di pesca ci capiterà comunque di avvistare qualche bollata, che in questo caso è caratterizzata da una rapidissima emersione fugace della trota che risale un istante in superficie per poi tornare immediatamente a gran velocità verso il fondo. Ai nostri occhi si presenterà quindi una bollata piuttosto frenetica e difficile da osservare per la sua velocità, ma stando attenti, a volte è possibile notare la trota per intero arrivare a galla e schienare in superficie per poi dirigersi nuovamente verso il fondale. Anche in questo caso le bollate possono essere utili per effettuare qualche cattura, ma non di certo fondamentali da osservare come nel caso delle bollate a galla in quanto non sempre sono indice della presenza di un branco di pesce.

By Bonez

Un piccolo branco di trote a galla

 


Probabilmente alcuni di voi non ne hanno ancora sentito parlare; altri ne conoscono il nome, magari il design ma nulla di più; e così, in questo articolo, vi voglio presentare una nuova serie di canne da pesca specifiche per la trota lago e realizzate dalla stretta collaborazione tra la ditta: "Majora" ed il giovane campione di pesca trota lago bresciano: Fabio Zeni. Personalmente conosco da parecchio tempo Fabio per nome e per fama, ma, purtroppo, tra differenti impegni agonistici e non, ho avuto modo di conoscerlo meglio soltanto poco tempo fa; quando, tra una chiacchiera

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato lo scorso gennaio 2019, dopo un anno di lavoro, nasce una super novità 2020: che prede il nome di Switch Lake Trout. Si tratta di una serie di canne, TOP di gamma, composta da 13 modelli differenti, che ho avuto l’onore di “disegnare” per Trabucco. 5 sono le azioni da Tremarella, tutte lunghe 4.00mt ed identificate dal colore rosso e ben 8 modelli da Bombarda caratterizzati da lunghezze differenti: da 4,20 fino a 5.00 mt ed identificati dal colore arancione. L’ impiego di un

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Dal grande successo ottenuto dalle: Switch Lake Trout nasce l'omonima serie di canne, specifiche per la pesca della trota con lenze a galleggiante: Trabucco Switch Trout Float.  Si tratta di un'interessantissima novità 2021, che ho avuto il piacere di "disegnare" per Trabucco. Quattro canne in totale, due prendono il nome di: Float Sense e sono identificate dal colore azzurro; mentre due denominate Float Power ed identificate dal colore giallo. Sia le Float Sense che le Float Power sono disponibili nella lunghezza di cinque e di sei metri. Tutte le Switch Float vengono distribuite in versione già montata con anelli

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it puoi dare il tuo contributo, per sostenere le spese di mantenimento del sito. Puoi effettuare la tua donazione scrivendo a: [email protected] oppure CLICCANDO sull'immagine sottostante per donare il tuo contributo attraverso una normalissima carta di credito.