Le trote che vengono immesse nei laghetti di pesca sportiva, provengono da allevamenti in cui sono abituate a nutrirsi con mangimi e, rispetto a quelle che popolano i nostri fiumi, sono molto meno sospettose, soprattutto quando si trovano in branco; situazione in cui entrano in gioco anche: il loro istinto di sopravvivenza, la loro aggressività e soprattutto la competizione con gli altri pesci del branco. All’interno del lago, esse si distribuiscono diversamente a seconda delle stagioni, e quindi della temperatura, a seconda della direzione del vento e del periodo relativo alla deposizione delle uova; periodo durante il quale le femmine costruiscono una specie di nido nei pressi della riva più ossigenata del lago, pulendo con la coda un tratto circolare di fondo; ogni femmina è seguita da diversi maschi che cercano di fecondare le uova. Soprattutto in primavera, quando le trote stazionano sotto il pelo dell’acqua e spesso quando non si conosce il lago, ci si affida ad una regola di base: “La regola del vento” che con un po' di accortezza ci può mostrare fin da subito dove si trovano i pesci; il vento, infatti, produce tre importantissimi effetti:

Primo: increspando la superficie dell'acqua, la riossigena, aspetto fondamentale per le trote dato che spesso i laghetti hanno un livello di ossigeno appena sufficiente per la loro sopravvivenza.
Secondo: creaun movimento di masse d'acqua, così da rimescolare il lago nei vari strati, portando l'acqua calda o fredda (a seconda delle stagioni) in profondità e in superficie.
Terzo: il vento porta sempre con se varie quantità di fogliame, insetti, polveri, ecc.. richiamando in superficie i pesci attratti dal rumore, sia per fame che per semplice curiosità, che provocano cadendo in acqua.

Conviene quindi sempre posizionarsi nella zona in cui soffia il vento laddove, pur avendo a sfavore il fatto che avendo il vento contro si lancerà un pochino più a fatica, si potranno avere più speranze di avvertire un’abboccata. Il comportamento alimentare delle trote varia al variare della temperatura dell’acqua: dai 18 ai 12 gradi sono voraci, dagli 11 agli 8 gradi sono meno aggressive, dai 7 ai 4 gradi sono lente, sotto ai quattro gradi non si alimentano quasi per nulla. La tecnica di pesca adottata per la maggiore e la più redditizia per la pesca delle trote in cava viene definita: “pesca a striscio” ed è basata su un concetto fondamentale: la rotazione dell'esca. Questa tecnica di pesca può a sua volta essere suddivisa in quattro principali tecniche di pesca: la tremarella, il saltarello, la bombarda ed il galleggiante ed in tutte queste tecniche è previsto il movimento più o meno continuativo dell’esca che serve a stimolare l’istinto predatorio delle trote. La trota per cacciare adopera la vista e l’udito ed è capace di leggere come un sonar le vibrazioni che si propagano sott’acqua; lo striscio sfrutta questa caratteristica con un’esca che ruotando produce vibrazioni; l’innesco và infatti effettuato con la massima cura per assicurare una perfetta. Gli ami adatti variano dal n°10 al n°4 montati con finali di diametro dal 12 al 20. Le esche che si possono usare sono tantissime; sia naturali che artificiali e quelle maggiormente usate sono: le camole del miele, i caimani, i lombrichi,  e le esche siliconiche.

by Bonez

Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao a tutti
Sto cercando delle canne Triana verbanese oppure istriana qualcuno può aiutarmi?

Trianagang
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

buongiorno a chi legge
Mi chiamo Roberto e sono di Milano
Voglio riprendere a pescare dopo tanti anni e vorrei chiedere un consiglio:
con una canna da bombarda medio pesante (15-30gr) in inverno come posso ( se posso) fare la pesca alla trota in...

buongiorno a chi legge
Mi chiamo Roberto e sono di Milano
Voglio riprendere a pescare dopo tanti anni e vorrei chiedere un consiglio:
con una canna da bombarda medio pesante (15-30gr) in inverno come posso ( se posso) fare la pesca alla trota in cava ( di grandi dimensioni tipo la Capanna a Cusago o Monzoro) ?
Grazie per l'aiuto

Leggi Tutto
Roberto
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Bonez Amministratore Autore    Roberto
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao Roberto, durante l'inverno potrai trovare le trote principalmente sul fondo nei pressi del sottoriva. In laghi grandi e profondi, come quelli da te citati, potresti trovare qualche trota anche in superficie a punga distanza e raggiungibili...

Ciao Roberto, durante l'inverno potrai trovare le trote principalmente sul fondo nei pressi del sottoriva. In laghi grandi e profondi, come quelli da te citati, potresti trovare qualche trota anche in superficie a punga distanza e raggiungibili quindi con zavorre da 15-30gr per le quali ti consiglio affondamenti con fattori G prossimi allo zero.

Leggi Tutto
Bonez
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao Daniele....
Io pesco spesso aTuna prima e adesso al Lago verde passto sotto la gestione di Frank.
Io sono abbastanza in confusione su i vari tipi di bombarde esistenti e le loro caratteristiche....
Tu non hai qualche tuo video dove tieni...

Ciao Daniele....
Io pesco spesso aTuna prima e adesso al Lago verde passto sotto la gestione di Frank.
Io sono abbastanza in confusione su i vari tipi di bombarde esistenti e le loro caratteristiche....
Tu non hai qualche tuo video dove tieni lezioni su le bombarde???
Come e quanto affondano etc etc etc...
Grazie

Leggi Tutto
Rinaldo
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Bonez Amministratore Autore    Rinaldo
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao Rinaldo, ad ora un video nel quale spiego tutte le caratteristiche delle bombarde no ma puoi trovare intanto 2 articoli proprio qui su macinator: Piombi e Bombarde e La pesca con la bombarda. Inoltre, nella sezione ABC trota lago che trovi QU...

Ciao Rinaldo, ad ora un video nel quale spiego tutte le caratteristiche delle bombarde no ma puoi trovare intanto 2 articoli proprio qui su macinator: Piombi e Bombarde e La pesca con la bombarda. Inoltre, nella sezione ABC trota lago che trovi QUI pubblicherò miei vari articoli tra cui, tra qualche giorno proprio uno dedicato alle bombarde. Infine, dato che frequenti il Lago Verde spero di incontrarti presto al lago, vienimi a cercare e sarà per me un piacere rispondere a qualsiasi tua domanda.

Leggi Tutto
Bonez
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Bonez Amministratore Autore
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao Eugenio mi spiace ma non conosco le canne da te citate; il mio consiglio è quello di effettuare le varie lenze utilizzando zavorre il cui peso si posizioni indicativamente al centro del casting dichiarato su ogni canna ed adattarle poi ai...

Ciao Eugenio mi spiace ma non conosco le canne da te citate; il mio consiglio è quello di effettuare le varie lenze utilizzando zavorre il cui peso si posizioni indicativamente al centro del casting dichiarato su ogni canna ed adattarle poi ai propri gusti senza superare il casting massimo dichiarato.
ciauuuuuuuuz

Leggi Tutto
Bonez
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Questo commento è stato minimizzato dal moderatore sul sito

Ciao bonez un consiglio ho appena comperato le veret trota lago siccome ho xv comprato 6 canne dall'azione 1 alla 3 volevo un consiglio su come fare le montature in base alle azioni delle canne geazie

eugenio1980
Non hai il permesso di visualizzare allegati
Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Probabilmente alcuni di voi non ne hanno ancora sentito parlare; altri ne conoscono il nome, magari il design ma nulla di più; e così, in questo articolo, vi voglio presentare una nuova serie di canne da pesca specifiche per la trota lago e realizzate dalla stretta collaborazione tra la ditta: "Majora" ed il giovane campione di pesca trota lago bresciano: Fabio Zeni. Personalmente conosco da parecchio tempo Fabio per nome e per fama, ma, purtroppo, tra differenti impegni agonistici e non, ho avuto modo di conoscerlo meglio soltanto poco tempo fa; quando, tra una chiacchiera

E’ ormai trascorso circa un anno dalla nascita delle prime bolognesi a marchio Fassa le quali, presentate in occasione della manifestazione: “pescare Show 2015”, hanno fatto la loro comparsa sul mercato qualche mese dopo. Realizzate in carbonio alto modulo denominato “CTC” unito ad una bassissima percentuale di resine, le Spirit bolo appaiono estremamente leggere, bilanciate e “scattanti”. Per tutti coloro a cui non fosse ancora chiaro: Fassa, studia, progetta, produce e vende attrezzature da pesca da oltre trent’anni ed in passato lo ha fatto commercializzando alcuni suoi prodotti (tra cui le canne da pesca) con

Dal mio rapporto di collaborazione con l’azienda Trabucco, iniziato a Gennaio 2019, nasce il progetto: “Warden”. Si tratta di una serie di canne, da trota laghetto, particolarmente ampia in grado di soddisfare le esigenze agonistiche più disparate. La serie è composta da ben 12 azioni differenti, utili per affrontare al meglio ogni condizione di pesca, che va dal più piccolo piombino da un grammo fino a zavorre molto più “importanti” quali bombarde anche da 30-35 grammi di peso. La serie Warden si suddivide principalmente in: CINQUE modelli specifici per la pesca a corto raggio, ognuno

Team Daiwa Specialist Super Slim Seconda Generazione Qualsiasi appassionato di pesca, conosce il marchio Daiwa; il quale rappresenta, da anni, una delle aziende leader nel commercio di attrezzatura ed accessori per la pesca in generale. Trattando nello specifico il settore: "Trota lago" e riferendosi in particolare alle canne da pesca telescopiche, da circa 4 anni a questa parte, tra le TOP di gamma più apprezzate e più vendute del marchio Daiwa spiccano sicuramente le Team Daiwa Specialist Super Slim: caratterizzate dal colore bianco del loro fusto "Super Slim". Giunti però a circa metà novembre 2013,

 

Se apprezzi i contenuti offerti da macinator.it e vuoi dare il tuo contributo per sostenere le spese di mantenimento del sito puoi farlo attraverso una piccola donazione. Per effettuare la tua donazione scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure , CLICCA sull'immagine sottostante per effettuare la tua donazione mediante connessione protetta,  attraverso il diffusissimo e sicuro metodo di pagamento paypal con una normalissima carta di credito: